Lario Reti Holding: 36,5 milioni di investimenti nel 2023

Continuano a crescere gli investimenti di Lario Reti Holding. A dirlo il bilancio per il 2023 approvato dal gestore idrico della provincia di Lecco che prevede uno stanziamento di risorse per l’anno in corso di 36,5 milioni di euro.

Un volume pari a circa 110 euro/abitante, che conferma il trend del periodo 2016-2022, dove gli investimenti realizzati complessivamente sono stati superiori a 150 milioni. Risorse che l’azienda ha impiegato principalmente nel rinnovo e ammodernamento delle infrastrutture acquedottistiche, fognarie e negli impianti di depurazione.

 

12 milioni a fondo perduto

Uno sforzo che dunque non rallenta, nonostante il clima di incertezza, sfruttando in toto i finanziamenti concessi da diversi enti locali, nazionali e sovranazionali. Per il 2023 12 milioni di euro di opere sono finanziate a fondo perduto, includendo anche le risorse ottenute dal PNRR per la ricerca e riduzione delle perdite. Ben 18 dei 25 principali interventi di questo anno godono in parte o in toto di contributi a fondo perduto. Lavori importanti, che hanno la priorità, in quanto ritardi nel loro completamento possono fare perdere la parte finanziata e che quindi non va a gravare sulle spalle dei cittadini.

 

I principali interventi

Gli interventi principali riguardano:

  • ammodernamento del depuratore di Mandello del Lario per un investimento di 3,1 milioni
  • adeguamento del collettore fognario intercomunale di Oggiono, per il quale è prevista una spesa di 1,5 milioni
  • completamento della seconda linea dell’Acquedotto Intercomunale Brianteo, per 1,2 milioni
  • dismissione di alcuni impianti di depurazione minori, quali Dorio e Tremenico, opera da 2,4 milioni
  • completamento dell’ammodernamento del depuratore di Colico Monteggiolo, per un costo di 1,2 milioni.

 

Smart meter e lotta alle perdite

Ma il piano per l’anno in corso prevede diverse altre attività, oltre agli interventi di aggiornamento e potenziamento degli impianti. Tra queste il proseguimento del progetto di sostituzione del parco contatori con l’installazione di smart meter per la telelettura.

L’obiettivo è aggiornare 14.000 contatori, anche grazie ai fondi PNRR. Fondi PNRR che consentiranno a Lario Reti Holding anche di incrementare il budget per il piano di ricerca perdite sulle reti di acquedotto, per migliorarne l’efficienza e far fronte all’emergenza siccità che diventa sempre più pressante.

L’azienda intende realizzare anche forti interventi di efficientamento energetico sulle sue infrastrutture, tra le quali anche l’installazione di moduli fotovoltaici sulle sedi e gli impianti del servizio idrico.

Una politica indispensabile per tagliare la spesa elettrica. Soprattutto in un momento nel quale i costi dell’energia sono ancora estremamente fluttuanti e in un contesto macroeconomico che resta difficile, a causa di fenomeni inflattivi o recessivi, all’incremento del costo del denaro e delle materie prime che fanno lievitare i costi di gestione.

 


Leggi anche

Sono ben 5 i progetti presentati dal gestore idrico dei 48 comuni della provincia di Rieti che beneficeranno delle risorse del PNRR per la Misura M2C4 per un valore complessivo di 7,5 milioni di euro. Risorse che permetteranno alla società di sviluppare interventi per 8,7 milioni, che riguardano il potenziamento del sistema di raccolta e trattamento dei reflui, dei quali beneficeranno oltre 11.000 utenze….

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2023 | 27-28 settembre, GORI – Ercolano (NA)
Sessione “Il paradigma sostenibile: completamento degli schemi fognari e depurativi con la nascita delle fabbriche verdi

Il piano degli interventi che GORI sta realizzando sul territorio gestito, nell’ambito del programma “Energie per il Sarno”, mira al completo risanamento ambientale del bacino idrografico del fiume Sarno….

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2023 | 27-28 settembre, GORI – Ercolano (NA)
Sessione “Il paradigma sostenibile: completamento degli schemi fognari e depurativi con la nascita delle fabbriche verdi

Le dimensioni che gli effetti del cambiamento climatico stanno assumendo impongono un veloce cambio di rotta anche nella gestione del SII: l’abbattimento dei gas a effetto serra e l’impegno per una società decarbonizzata non possono avvenire, infatti, senza il sostegno concreto dei servizi pubblici locali….

Leggi tutto…

Grazie alle elevate proprietà meccaniche e chimiche, profili e strutture in materiale composito PRFV trovano impiego in diversi settori industriali e rappresentano una soluzione ideale per la realizzazione di opere a servizio di impianti di depurazione. P-Trex, business unit dedicata all’industria del Fibre Net Group, vanta una forte specializzazione nella progettazione e sviluppo di profili e strutture personalizzati in materiale composito PRFV…

Leggi tutto…

Quasi 10 milioni di euro di finanziamento UE, 23 partner e 5 Paesi coinvolti, compresa l’Ucraina, per l’ambizioso progetto che mira ad aumentare la produzione di biometano sfruttando le potenzialità dell’idrogeno e a stoccare l’energia prodotta dalle fonti rinnovabili….

Leggi tutto…