Le reti sarde di Medea ancora più smart con il sistema Dana

Le reti di distribuzione del gas naturale, native digitali, di Medea in Sardegna compiono un ulteriore salto tecnologico. Ciò grazie all’applicazione di Dana (Digital advanced network automation), il software proprietario realizzato in house nella Digital Factory del Gruppo Italgas, che permette di controllare e gestire da remoto le infrastrutture gas.

Le prime reti e impianti che hanno realizzato questo salto tecnologico sono quelle al servizio dei centri di:

  • Arzana, Cardedu, Barisardo, Lotzorai, Perdasdefogu, Talana, in provincia di Nuoro
  • Berchidda, Pattada, Tissi e Tula, in provincia di Sassari
  • Escalaplano nella provincia del Sud Sardegna.

 

Le funzionalità di Dana

Dana è software molto evoluto e dotato di funzionalità avanzate. Attraverso un’interfaccia Hmi (Human machine interface) consente al personale addetto all’esercizio degli asset di disporre di una visione d’insieme in tempo reale del sistema distributivo, permettendo una verifica puntuale del funzionamento e la diretta gestione da remoto di tutte le componenti del network. Un sistema cartografico incorporato nel software consente di navigare i singoli segmenti di rete assicurando una conoscenza sempre più approfondita e complessiva delle infrastrutture. I dati operativi raccolti dal campo sul software, infine, alimentano innovativi algoritmi di analytics e predictive maintenance sviluppati nella Digital Factory di Italgas. Questi permettono di intercettare per tempo eventuali anomalie di funzionamento e introdurre nuovi approcci all’esercizio e manutenzione degli asset della distribuzione.

 

Tutte le reti controllate dal nuovo software entro il 2023

Anche grazie all’impiego di questa soluzione, le reti di distribuzione della Sardegna si pongono all’avanguardia in Italia. Sono reti smart, flessibili e in grado di accogliere e gestire, nel prossimo futuro, anche gas rinnovabili come biometano, idrogeno e metano sintetico, la cui produzione è attesa in forte sviluppo nei prossimi anni.

Con gli stessi obiettivi il Gruppo Italgas sta ampliando l’applicazione di Dana alle sue reti in tutta la Penisola. Dopo il progetto-pilota sviluppato sugli impianti di Pozzuolo Martesana (Milano), il software ha raggiunto le reti e gli impianti al servizio di Montanaro (Torino) in Piemonte, Pomarico (Matera) e Palazzo San Gervasio (Potenza) in Basilicata, Candela e Orsara di Puglia (Foggia) in Puglia, Santa Ninfa (Trapani), Valguarnera Caropepe (Enna), Campobello di Mazara (Trapani), Chiaramonte Gulfi e Acate (Ragusa) in Sicilia. Il Gruppo prevede di completare il piano che porterà i 75.000 chilometri di rete gestiti in Italia sotto il controllo del nuovo software entro il 2023.

 


Leggi anche

Partecipa al webinar “Lo smart metering nelle reti multigas per la transizione energetica” che si terrà il prossimo 9 novembre dalle ore 10:30 alle 12:00. Durante l’evento parleremo di: miscele idrogeno/gas naturale; tecnologia statica termomassica abilitatore alla decarbonizzazione; il sistema multigas – prospettive e sviluppi della normazione tecnica…

Leggi tutto…

Abrdn ha varato un prestito da 60 milioni di euro per conto del partner Phoenix Group al secondo operatore italiano del trasporto del gas naturale. Le risorse, oltre che per rifinanziare un debito esistente, saranno utilizzate per sostenere nuovi investimenti. Tra questi: il rinnovo dell’infrastruttura esistente per preparare la rete al trasporto dell’idrogeno, la sua estensione e la costruzione di una nuova stazione di compressione …

Leggi tutto…

Ufficiale lo sbarco del gruppo italiano in Grecia. Italgas ha acquisito il 100% del capitale azionario della società, che controlla i tre principali operatori della distribuzione gas nel Paese, da Hellenic Republic Asset Development Fund e Hellenic Petroleum. Ora l’obiettivo è ammodernare l’infrastruttura per farne, insieme a quella italiana, una protagonista della transizione energetica…

Leggi tutto…

Il Gruppo ha acquisito le concessioni di altri 12 comuni dell’isola, grazie a un accordo con Gruppo Fiamma 2000 per rilevare 430 chilometri di reti a GPL gestite da Sarda Reti Gas. Le infrastrutture saranno convertite nei prossimi anni a gas naturale e servono in totale 12.000 utenze. L’operazione da 31,7 milioni porta in dote anche la distribuzione a Olbia che si aggiunge alle altre grandi città dell’isola gestite da Medea …

Leggi tutto…

Sviluppato con un investimento di 10 milioni di euro e installato presso il depuratore di Bologna Corticella, l’impianto permette di convertire energia elettrica rinnovabile e acque reflue in idrogeno verde e, poi, quest’ultimo in biometano da immettere in rete. L’entrata in esercizio è prevista entro il prossimo anno e una volta a regime permetterà di coprire i consumi di 1200 famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di circa 50 Nm3/h di CO2….

Leggi tutto…