Legambiente premia il teleriscaldamento di Varese


Un premio alla sostenibilità per quanto fatto sul territorio nel campo delle energie rinnovabili. È la motivazione valsa a Varese Risorse, la società del gruppo Acsm Agam che gestisce il teleriscaldamento nella città lombarda, il premio di Legambiente. Premio consegnato a Roma nel corso dell’evento dedicato alla presentazione del Rapporto Comuni Rinnovabili 2018.
Nello specifico, il riconoscimento è stato assegnato all’azienda per il suo impianto solare termico integrato alla rete di teleriscaldamento, il primo sistema di questo tipo realizzato nel Sud Europa.
Inaugurato nel maggio del 2015, l’impianto è composto di 73 collettori solari termici, ciascuno della superficie di 13,57 metri quadrati, per una superficie captante complessiva di circa 990 metri quadrati. Realizzato dalla società di Verona Sdh Energy, produce circa 450 MWh di energia termica all’anno, pari al fabbisogno di acqua calda sanitaria di 150 appartamenti. Energia del tutto pulita e rinnovabile, il cui utilizzo evita il ricorso a combustibili fossili per 43 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) annui, generando quindi un vantaggio sia economico sia ambientale: grazie all’impianto, ogni anno, si evita l’emissione in atmosfera di 108 tonnellate di CO2.
«Operiamo nel teleriscaldamento, settore nel quale al momento siamo presenti a Varese Como e Monza, e in tutto il campo dello sviluppo sostenibile – ha sottolineato il referente della business unit Innovazione e tecnologie del gruppo Acsm Agam, Giovanni Chighine, che ha ritirato il premio con Fabio Fidanza, responsabile Reti e impianti di utenza di Varese Risorse, che ha seguito sin dall’inizio il progetto dell’impianto solare -. Siamo specializzati nelle soluzioni e nella tecnologia dell’efficienza energetica a beneficio di un consumo razionale e valorizzato delle risorse, che è l’aspettativa crescente che viene dalle comunità locali e dal territorio».


Leggi anche

Entrato in funzione nel marzo dello scorso anno, l’impianto è un gioiello tecnologico a emissioni quasi zero. Può trattare annualmente 400.000 tonnellate di rifiuti che vengono trasformati n energia termica ed elettrica sufficiente a coprire il fabbisogno di, rispettivamente, 62.500 e 160.000 utenze. Sul suo tetto è stata realizzata una pista da sci artificiale che sarà aperta da dicembre …

Leggi tutto…

Entro fine anno partirà la gara per la realizzazione di una nuova condotta dell’infrastruttura che garantisce parte dell’approvvigionamento idrico di Palermo. Una frana nel 2009 aveva spezzato un tratto della dorsale, da allora mai riparato per mancanza di risorse. Ora la svolta, grazie alla collaborazione tra Regione e Amap che finanziano l’intervento con 5,3 milioni di euro…

Leggi tutto…

A realizzare e gestire il sistema, che fornirà calore a circa 800 edifici, sarà Telenergia, società nata dalla partnership tra Egea e Amag, con un investimento di 90 milioni di euro. Il progetto, che sarà ultimato in 6 anni, prevede la costruzione in città di una rete di 62 km alimentata da due centrali di cogenerazioni a gas integrato con fonti rinnovabili: una nella zona Sud e l’altra nella zona Nord…

Leggi tutto…

L’azienda del Gruppo Maggioli ha siglato con Vodafone un accordo che prevede il completamento della copertura della nuova rete cellulare NB-IoT su tutto il territorio nazionale. Il sistema, denominato SMAQ, in corso di installazione in alcuni zone della provincia ovest di Milano e nella provincia di Roma, consentirà ai gestori delle reti idriche di adempiere a quanto ARERA ha imposto per ottimizzare il servizio in termini di trasparenza verso il consumatore e risparmio della risorsa idrica…

Leggi tutto…

Settembre sarà un mese di grandi appuntamenti per Servizi a Rete. Le iscrizioni per partecipare alle nostre Giornate Tecniche sono già aperte…

Leggi tutto…