Legambiente premia il teleriscaldamento di Varese


Un premio alla sostenibilità per quanto fatto sul territorio nel campo delle energie rinnovabili. È la motivazione valsa a Varese Risorse, la società del gruppo Acsm Agam che gestisce il teleriscaldamento nella città lombarda, il premio di Legambiente. Premio consegnato a Roma nel corso dell’evento dedicato alla presentazione del Rapporto Comuni Rinnovabili 2018.
Nello specifico, il riconoscimento è stato assegnato all’azienda per il suo impianto solare termico integrato alla rete di teleriscaldamento, il primo sistema di questo tipo realizzato nel Sud Europa.
Inaugurato nel maggio del 2015, l’impianto è composto di 73 collettori solari termici, ciascuno della superficie di 13,57 metri quadrati, per una superficie captante complessiva di circa 990 metri quadrati. Realizzato dalla società di Verona Sdh Energy, produce circa 450 MWh di energia termica all’anno, pari al fabbisogno di acqua calda sanitaria di 150 appartamenti. Energia del tutto pulita e rinnovabile, il cui utilizzo evita il ricorso a combustibili fossili per 43 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) annui, generando quindi un vantaggio sia economico sia ambientale: grazie all’impianto, ogni anno, si evita l’emissione in atmosfera di 108 tonnellate di CO2.
«Operiamo nel teleriscaldamento, settore nel quale al momento siamo presenti a Varese Como e Monza, e in tutto il campo dello sviluppo sostenibile – ha sottolineato il referente della business unit Innovazione e tecnologie del gruppo Acsm Agam, Giovanni Chighine, che ha ritirato il premio con Fabio Fidanza, responsabile Reti e impianti di utenza di Varese Risorse, che ha seguito sin dall’inizio il progetto dell’impianto solare -. Siamo specializzati nelle soluzioni e nella tecnologia dell’efficienza energetica a beneficio di un consumo razionale e valorizzato delle risorse, che è l’aspettativa crescente che viene dalle comunità locali e dal territorio».


Leggi anche

Linee guida teleriscaldamento

Fino al 9 giugno la possibilità di inviare le proprie osservazioni sui nuovi documenti Uni in materia di teleriscaldamento e teleraffrescamento elaborati su mandato di Arera. Il primo definisce le modalità di esecuzione del servizio di pronto intervento e della gestione delle emergenze. Il secondo definisce le caratteristiche e la qualità del fluido termovettore da utilizzare nei sistemi …

Leggi tutto…

I capitali raccolti, concessi da un pool di banche, saranno utilizzati per sostenere le attività nel campo del teleriscaldamento delle varie società di scopo che fanno parte di TlrNet, società controllata da Egea e dal fondo britannico iCon Infrastructure. Buona parte delle risorse è destinata al progetto del sistema di Alessandria, portato avanti da Telenergia, partecipata da Egea e dalla multiutility alessandrina Amag….

Leggi tutto…

Iren

Iren Energia ha concluso l’acquisizione del ramo d’azienda di Sei Energia che riguarda i sistemi di teleriscaldamento di Collegno, Rivoli e del 49% del capitale azionario di Nove, che gestisce il servizio a Grugliasco. Un’operazione strategica, del valore di 24,4 milioni di euro, che consentirà alla società di estendere la rete integrandola con quella già esistente a servizio dell’area della Città metropolitana di Torino …

Leggi tutto…

Centrale Lamarmora

La prossima stagione termica a Brescia sarà ancora più green. La multiutility ha deciso di eliminare l’utilizzo di carbone nella centrale Lamarmora, che rappresenta la seconda fonte di generazione di calore per la rete di teleriscaldamento cittadino, contribuendo al 30% del fabbisogno. Una scelta che segna una decisa accelerata sul programma di decarbonizzazione annunciato da A2A…

Leggi tutto…

Il sistema sviluppato e gestito da Hera ha appena ottenuto la certificazione Carbon Footprint rilasciata da Sgs per il suo basso impatto ambientale. Alimentato per il 90% con energia termica da fonte geotermica e con il recupero di calore del termovalorizzatore cittadino, il sistema, come rilevato da uno studio condotto da Ergo, emette solo 122 g di CO2 per ogni kWh termico immesso in rete…

Leggi tutto…