L’occhio del satellite per monitorare le reti di Metropolitana Milanese


La rete idrica di Milano, che già può vantare il tasso di perdite più basso tra le grandi città italiane, 10,7%, sarà ancora più efficiente e affidabile. Metropolitana Milanese (MM) estenderà anche all’infrastruttura acquedottistica l’utilizzo della piattaforma europea per il monitoraggio continuo delle reti per prevenire rotture, cedimenti e spostamenti vari. Si tratta nello specifico della piattaforma spaziale Copernicus, programma ambientale dell’Unione europea basato sull’impiego della tecnologia satellitare, che il gestore del servizio idrico del capoluogo lombardo ha già utilizzato sulla sua rete fognaria, prima sperimentazione in Europa su infrastrutture idriche sotterranee. Sperimentazione selezionata tra le 99 storie europee di successo nell’utilizzo del programma Copernicus.
La sfida innovativa era di disporre di un sistema di rilevamento costante delle condizioni statiche delle reti per prevenire fenomeni di subsidenza o cedimento delle carreggiate stradali. Le metodologie tradizionali prevedono infatti, nel caso della fognatura, ispezioni dirette con l’ingresso di personale operaio all’interno dei condotti o attività di pronto intervento a seguito dell’evidenza superficiale del fenomeno.
Il programma Copernicus, invece, utilizza la costellazione formata da 2 satelliti Sentilel 1, progettati e sviluppati dall’Agenzia spaziale europea (Esa), in orbita polare, operanti notte e giorno per acquisire immagini Sar in banda C, indipendentemente dalle condizioni meteo, e permette di verificare ogni 20 giorni gli spostamenti millimetrici della carreggiata stradale al di sopra delle infrastrutture idriche, generando allarmi automatici in caso di spostamenti anomali che vengono inviati direttamente sulla piattaforma Gis e puntualmente verificati dai tecnici di Metropolitana Milanese.
Tale approccio consente di agire in modo preventivo con una gestione mirata delle ispezioni e degli interventi, riducendo il rischio di disservizi e l’instaurarsi di situazioni di pericolo per cedimenti improvvisi del suolo. Partendo dagli ottimi risultati ottenuti sulla rete fognaria, l’utilizzo dei sensori satellitari Copernicus sarà ora esteso al monitoraggio continuo dell’intera rete dell’acquedotto di Milano.


Leggi anche

Hai un progetto in grado di valorizzare le risorse idriche migliorando i processi di gestione, distribuzione e qualità dell’acqua? Allora puoi prendere parte alla Call for Ideas legata al programma #waterevolution Innovate H2O. Le startup selezionate avranno la possibilità di utilizzare per 6 mesi le strutture e le competenze del Centro Ricerche di Gruppo CAP e la mentorship di Seeds&Chips….

Leggi tutto…

Nata a dicembre dello scorso anno dalla fusione di Cvs e Polesine Acque, l’azienda, che gestisce il servizio idrico in 108 comuni veneti, ha centrato tutti gli obiettivi prefissati. Ridotte le tariffe alle utenze del 2%, mentre sono 172 le opere avviate con investimenti per 70 milioni di euro, destinati principalmente alla soluzione del problema Pfas, alla riduzione delle perdite di rete e alla costruzione di nuovi sistemi fognari …

Leggi tutto…

La realizzazione di nuovo comparto di dissabbiatura e il potenziamento dell’attuale stazione di ricezione dei rifiuti liquidi sono i principali interventi dei lavori di ammodernamento dell’impianto di depurazione che sorge in località Vangadizza. Una struttura che serve 44.000 abitanti equivalenti e che mostrava criticità dovute agli anni e al sottodimensionamento …

Leggi tutto…

“Una rete per fare impresa”. Questo il titolo dei Seminari IWS realizzati il 17 e 18 ottobre 2018 in occasione dell’ultima edizione di H2O a Bologna. L’iniziativa ha coinvolto utilities, ricercatori, ingegneri, tecnici e progettisti, registrando una grande affluenza di pubblico specializzato….

Leggi tutto…

Con una spesa complessiva di oltre 1,1 milioni di euro, il progetto prevede la realizzazione di circa 4km di rete adduttrice che dal campo pozzi di Ponte Priverno (nel Comune di Roccagorga) arriverà sino al serbatoio San Francesco (a Priverno). Nei giorni scorsi, il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia, ha incontrato lo staff di Acqualatina per fare il punto sui lavori in corso sulla condotta di collegamento Roccagorga-Priverno, sui pozzi di Roccagorga, sul recupero delle perdite di rete e sugli altri interventi previsti dal Piano degli Investimenti…

Leggi tutto…