Maralunga potrebbe realizzare la sua rete fognaria


Affacciato sul Golfo dei Poeti, il comune di Lerici, meta turistica che vanta riconoscimenti di tutto rilievo, come la Bandiera Blu, ha un grave problema: quello degli scarichi fognari. In particolare in alcune frazioni del suo territorio, come Maralunga, dove finora l’allaccio alla rete fognaria non è mai stato possibile.
Forse però, qualcosa comincia a muoversi, grazie al gestore del servizio idrico Acam e al Comune che hanno avviato i lavori per un progetto che dovrebbe portare alla realizzazione di una condotta che, partendo dalla strada provinciale, colleghi la frazione con la zona del fossato della Marina Militare, in modo da porre fine al problema degli scarichi in mare.
Riuscire a portate la rete fognaria a Maralunga, era un progetto già pensato alla fine degli anni Ottanta, e poi arenatosi, ma tornato di attualità a seguito della crescita della densità abitativa. Sulla reale possibilità di portare in porto l’opera, però pesano due incognite. La disponibilità da parte della Marina Militare, proprietaria del fossato utile all’operazione, e il problema dei costi, o meglio di chi dovrà sostenerli. Le stime parlano di una cifra intorno ai 460.000 euro. La soluzione più plausibile sarebbe che la condotta principale venga pagata ripartendo le spese tra Comune e privati cittadini, ma molti potrebbero non essere d’accordo, visto che a queste spese dovranno essere aggiunti i costi di allaccio alla rete. Molto dipende dal numero di privati che si riuscirà a coinvolgere nell’operazione: si parla di oltre 200 utenze interessate che, unito a quello della Marina, che parteciperebbe ai costi, permetterebbe di contenere di molto la spesa.


Leggi anche

Ijinus produce logger funzionanti a batteria, dal piccolo ingombro, dotati di trasmissione dati su più piattaforme, resistenti a condizioni estreme, semplici da usarsi. Cavalli di battaglia sono: i misuratori di livello a batteria, nati per lavorare in fognatura e con un software brevettato per leggere con precisione e non avere problemi con eventuali ostacoli nel cono degli Ultra Suoni; i sensori di tracimazione o overflow….

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2020, 28-29 Ottobre 2020 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Gruppo CAP sulla strada della sostenibilità: progettati i primi due cantieri green”
Per saperne di più…

Leggi tutto…

sensore radar

VEGA ha ampliato il portafoglio di sensori radar con una nuova serie di strumenti. I sensori basati sulla tecnologia a 80 GHz sono idonei all’impiego in applicazioni in cui il prezzo è un fattore determinante per la scelta della strumentazione, come ad es. nel settore del trattamento delle acque e delle acque reflue. Grazie alla focalizzazione precisa del segnale, forniscono valori di misura affidabili indipendentemente dagli influssi esterni, come temperatura o imbrattamento….

Leggi tutto…

L’opera, del valore di oltre 1,1 milioni di euro, permetterà di porre fine al problema degli allagamenti, che si verificano in caso di forti piogge lungo la via Baldasseria Media che la rete mista esistente non è in grado di smaltire. Il progetto prevede la costruzione di un nuovo tratto di rete fognaria bianca, che raccoglierà le acque in eccesso della linea principale, di uno sfioratore e di un nuovo tratto di fognatura nera….

Leggi tutto…

Sostituire le condotte vetuste e potenziare le reti esistenti è l’obiettivo dell’intervento avviato dal gestore idrico della Puglia nella cittadina in provincia di Bari. Un intervento che interesserà nel complesso oltre 10 chilometri di condotte di distribuzione idrica e fognarie che sarà realizzato con un investimento di 7,7 milioni di euro….

Leggi tutto…