Medea avvia l’installazione degli smart meter in Sardegna

Assume contorni sempre più definiti il futuro della distribuzione gas in Sardegna. Medea, la società del Gruppo Italgas che gestisce 17 dei 38 bacini nei quali è suddivisa l’isola, si appresta a dare il via alla sostituzione dei circa 45.000 contatori tradizionali con misuratori di ultima generazione.

L’attività di installazione dei nuovi smart meter coinvolgerà

i quattro capoluoghi Cagliari, Sassari, Oristano e Nuoro, attualmente serviti ad aria propanata, e gli altri 36 comuni dei Bacini 7, 9 e 22, dove sono in corso le operazioni di conversione della fornitura da gpl a metano.

Apparecchi digitali in grado di consentire, tra le altre funzioni, la lettura a distanza dei consumi, i nuovi misuratori rappresentano un vantaggio per il cliente finale, che vede la sua bolletta sempre più aderente ai consumi reali, e un importante beneficio per l’ambiente, grazie ai minori spostamenti necessari da parte del personale delle realtà della distribuzione, per svolgere la tradizionale attività di rilevazione manuale.

Ma non solo.

Perché gli smart meter rappresentano il fattore abilitante del più ampio processo di digitalizzazione delle infrastrutture gas che il Gruppo Italgas sta portando avanti anche in Sardegna. Un processo che, al momento, vede Medea aver completato la costruzione di oltre 700 dei 1.100 chilometri di nuove reti “native digitali” previste sull’isola e messo in esercizio con gas naturale una prima parte della rete di Alghero.


Leggi anche

Il Gruppo fiorentino ha acquisito il 100% del capitale dell’azienda di Cesano Boscone, attiva da 25 anni nella metrologia per il gas naturale, con competenze che le permettono di coprire l’intera filiera della calibrazione e riparazione dei misuratori gas. Un’operazione che rafforza il posizionamento nel settore di V.Barbagli e che permetterà di sviluppare nuovi servizi per le utility…

Leggi tutto…

Rivoluzione nell’assetto di controllo del secondo operatore italiano nel trasporto gas. Macquarie, che aveva acquisito la società nel 2016 in consorzio con Swiss Life, ha ceduto la sua quota di partecipazioni, pari al 69,4% del capitale azionario, al fondo canadese Ontario Teachers’ Pension Plan Board che promette nuovi investimenti per la crescita …

Leggi tutto…

La società ha presentato all’amministrazione del comune in provincia di Lucca il piano per lo sviluppo dell’infrastruttura di distribuzione gas. Il progetto prevede la realizzazione, nel corso di quest’anno, di 10 chilometri di nuove condotte, tra media e bassa pressione, che permetteranno di estendere il servizio in aree del territorio ancora non raggiunte…

Leggi tutto…

Con la pubblicazione del bando, prende il via la gara per la concessione per 12 anni della distribuzione nei 47 comuni che fanno parte dell’Ambito, 25 dei quali in provincia di Rimini, 7 in quella di Forlì-Cesena e 11 in quella di Pesaro-Urbino. Il valore della procedura di gara è di 318 milioni di euro e il termine per la presentazione delle offerte è fissato al prossimo 30 settembre….

Leggi tutto…

Pubblicato il bando della gara per la concessione della distribuzione gas nella città toscana e in altri 14 comuni. La gara, del valore di 251 milioni di euro, per un valore annuo del servizio di circa 26 milioni di euro, prevede la gestione del servizio per i prossimi 12 anni e della rete, che si estende per più di 1600 chilometri. Il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è fissato al 29 gennaio…

Leggi tutto…