Medea completa la conversione al metano di altri due bacini sardi

Continua ad allungarsi l’elenco dei comuni sardi raggiunti dal metano. Medea ha completato la conversione da GPL a gas naturale delle reti di distribuzione presenti nei Bacini 7 e 9. Bacini che interessano 12 comuni nel Nord dell’isola e dove risiede una popolazione complessiva di circa 50.000 abitanti.

Per l’esattezza:

  • Per il Bacino 7 si tratta dei comuni di Putifigari, Tissi, Cargeghe, Muros, Uri, Ossi, Usini e Ittiri. 
  • il Bacino 9 riguarda i comuni di Ittireddu, Berchidda, Ozieri e Tula

I lavori realizzati dall’azienda del Gruppo Italgas hanno consentito di convertire al metano più di 170 chilometri di reti. Reti alimentate da 10 depositi criogenici di gas naturale liquefatto (GNL) che garantiscono continuità del servizio e massima flessibilità di approvvigionamento.
 

Cresce l’interesse per il metano

Le infrastrutture servono in totale oltre 1400 utenze, ma il loro numero è destinato ad aumentare in quanto la società ha già riscontrato l’interesse di un alto numero di persone a collegarsi alla rete. A breve infatti saranno circa un centinaio le nuove utenze servite.

In occasione dei lavori, inoltre, si è provveduto anche alla sostituzione dei tradizionali contatori con smart meter di ultima generazione. Apparecchi che tra le varie funzionalità permettono anche la lettura da remoto dei consumi e quindi l’emissione di bollette più aderenti alle reali abitudini di consumo degli utenti.
 

Lavori in corso nel bacino 22

Lavori per il passaggio dal GPL al metano sono in corso anche nel Bacino 22. In tale bacino Medea ha già provveduto a realizzare la conversione di 7 comuni: Arzana, Elini, Escalaplano, Ilbono, Lotzorai, Perdasdefogu, Urzulei e Villagrande Strisaili.

Gli interventi hanno interessato 92 chilometri di rete e alimentate da 7 depositi criogenici di GNL, mentre il completamento delle attività in tutto il bacino è previsto per la fine di quest’anno.

Le infrastrutture di Medea in Sardegna si compongono di circa 1.400 km di reti per il gas naturale, due terzi dei quali già in esercizio. 250 km circa di reti alimentate a GPL sono in corso di conversione e circa 600 km di reti alimentate ad aria propanata nei comuni di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano lo saranno nei prossimi anni. La società attualmente serve circa 50.000 utenze, ma all’obiettivo di raggiungere quota 150.000 nell’immediato futuro.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 

 


Leggi anche