Medea: oltre un milione di metri cubi di gas naturale distribuiti in Sardegna

Il gas naturale rappresenta una realtà dai tratti sempre più consolidati per la Sardegna. A testimoniarlo i numeri di Medea, la società di distribuzione gas presente in 18 dei 38 bacini dell’isola. Nei primi quattro mesi di quest’anno, l’azienda del Gruppo Italgas ha distribuito oltre un milione di metri cubi di gas naturale a:

  • utenze domestiche
  • esercizi commerciali
  • realtà produttive.

 

L’opera di Medea

Si tratta di un grande risultato per una regione che fino a due anni fa era l’unica della Penisola a non poter fruire di una fonte energetica, più sostenibile, sicura ed economica rispetto alle altre in uso sul territorio. Un risultato reso possibile dal progetto di metanizzazione dell’isola che Medea sta realizzando. Progetto che ha visto la realizzazione di 1.400 chilometri di reti native digitali per la distribuzione del gas naturale. Un’infrastruttura completata dai 59 depositi criogenici di gas naturale liquefatto (GNL) che garantiscono continuità e massima flessibilità di approvvigionamento.

 

Lo sviluppo delle infrastrutture energetiche

L’opera portata avanti dalla società ha dato impulso allo sviluppo delle infrastrutture energetiche dell’isola anche attraverso il contributo di altri operatori. È il caso, per esempio, del deposito costiero di GNL a Oristano, realizzato da Higas. Il deposito, con una capacità di 9.000 metri cubi, ha reso stabile un nuovo sistema di approvvigionamento delle reti funzionale a soddisfare la richiesta di volumi incrementali di gas naturale e a mitigare le oscillazioni di costo della materia prima.

 

Una svolta per l’isola

«In questi quattro anni di grande impegno abbiamo preferito far parlare i numeri. E questi numeri delineano i contorni della svolta storica che il Gruppo Italgas, attraverso Medea, ha impresso allo sviluppo energetico della Sardegna – ha commentato l’Amministratore Delegato di Medea, Francesca Zanninotti –. Oggi l’isola dispone di infrastrutture all’avanguardia già pronte ad accogliere gas rinnovabili, come biometano e idrogeno. E di un sistema di approvvigionamento basato sul GNL, più flessibile rispetto al gas via tubo e il cui contributo ai consumi è atteso in forte espansione anche per il resto del Paese».

 


Leggi anche

Il finanziamento di Cassa Depositi e Prestiti permetterà alla società attiva nella distribuzione e vendita di gas naturale ed elettricità di proseguire il suo percorso di espansione. Le risorse verranno utilizzate per acquisire aziende specializzate nelle attività di impiantistica avanzata, nell’efficientamento energetico e nella produzione di biometano, con benefici anche sul piano occupazionale…

Leggi tutto…

Dopo la Golar Tundra, il gestore della rete di trasporto gas ha concluso un nuovo contratto del valore di 400 milioni di dollari per rilevare una seconda FSRU (unità di stoccaggio e rigassificazione galleggiante). Si tratta della BW Singapore, con una capacità di stoccaggio di circa 170.000 metri cubi di gas naturale liquefatto e una capacità di rigassificazione continua di circa 5 miliardi di metri cubi l’anno…

Leggi tutto…

Realizzato da Snam4Environment, l’impianto è il primo di questo tipo in Sicilia e a pieno regime consentirà di recuperare circa 36.000 tonnellate/anno di FORSU, producendo 3,6 milioni di metri cubi di biometano e 10.000 tonnellate di digestato da usare come concime. Permetterà così di migliorare la gestione dei rifiuti nella provincia e di evitare l’immissione in atmosfera di 7.000 tonnellate di CO₂…

Leggi tutto…

La società, partecipata dal Comune di Palermo, che gestisce la distribuzione gas, i servizi energetici e l’illuminazione pubblica in città, ha chiuso il 2021 con un utile di 827.000 euro, il miglior risultato degli ultimi 5 anni. Adesso punta a rinnovare i contratti con l’amministrazione comunale, puntando su efficienza e transizione energetica, mentre in ambito gas lavora a un progetto sull’idrogeno…

Leggi tutto…

Siglato il contratto con il Comune per l’avvio da parte della società della gestione della distribuzione gas nell’Atem “Napoli 1”, che oltre il capoluogo partenopeo comprende altri 6 comuni della provincia. Si chiude così il lungo procedimento di una gara avviata nel 2018 e passata al vaglio di Tar Campania e Consiglio di Stato, che 2i Rete Gas si è aggiudicata con un’offerta che prevede investimenti per circa 250 milioni di euro…

Leggi tutto…