Medea: oltre un milione di metri cubi di gas naturale distribuiti in Sardegna

Il gas naturale rappresenta una realtà dai tratti sempre più consolidati per la Sardegna. A testimoniarlo i numeri di Medea, la società di distribuzione gas presente in 18 dei 38 bacini dell’isola. Nei primi quattro mesi di quest’anno, l’azienda del Gruppo Italgas ha distribuito oltre un milione di metri cubi di gas naturale a:

  • utenze domestiche
  • esercizi commerciali
  • realtà produttive.

 

L’opera di Medea

Si tratta di un grande risultato per una regione che fino a due anni fa era l’unica della Penisola a non poter fruire di una fonte energetica, più sostenibile, sicura ed economica rispetto alle altre in uso sul territorio. Un risultato reso possibile dal progetto di metanizzazione dell’isola che Medea sta realizzando. Progetto che ha visto la realizzazione di 1.400 chilometri di reti native digitali per la distribuzione del gas naturale. Un’infrastruttura completata dai 59 depositi criogenici di gas naturale liquefatto (GNL) che garantiscono continuità e massima flessibilità di approvvigionamento.

 

Lo sviluppo delle infrastrutture energetiche

L’opera portata avanti dalla società ha dato impulso allo sviluppo delle infrastrutture energetiche dell’isola anche attraverso il contributo di altri operatori. È il caso, per esempio, del deposito costiero di GNL a Oristano, realizzato da Higas. Il deposito, con una capacità di 9.000 metri cubi, ha reso stabile un nuovo sistema di approvvigionamento delle reti funzionale a soddisfare la richiesta di volumi incrementali di gas naturale e a mitigare le oscillazioni di costo della materia prima.

 

Una svolta per l’isola

«In questi quattro anni di grande impegno abbiamo preferito far parlare i numeri. E questi numeri delineano i contorni della svolta storica che il Gruppo Italgas, attraverso Medea, ha impresso allo sviluppo energetico della Sardegna – ha commentato l’Amministratore Delegato di Medea, Francesca Zanninotti –. Oggi l’isola dispone di infrastrutture all’avanguardia già pronte ad accogliere gas rinnovabili, come biometano e idrogeno. E di un sistema di approvvigionamento basato sul GNL, più flessibile rispetto al gas via tubo e il cui contributo ai consumi è atteso in forte espansione anche per il resto del Paese».

 


Leggi anche

C’è tempo fino al 20 luglio per presentare le offerte per l’acquisizione delle infrastrutture di distribuzione gas nei due comuni del lecchese. L’operazione rappresenta la tappa finale del percorso verso la definitiva cessazione di Ausm, l’azienda municipalizzata del Comune di Calolziocorte, proprietaria di reti e impianti. La base di asta è di 774.000 euro …

Leggi tutto…

Siglata l’intesa tra il secondo operatore e l’amministrazione del comune potentino, che permetterà di estendere la rete di distribuzione del metano di ulteriori 750 metri, per garantire il servizio ad una nuova porzione di territorio. L’accordo prevede anche il rinnovamento di quasi di due chilometri di vecchie condotte nel centro storico del Comune…

Leggi tutto…

Frutto della collaborazione tra Assolombarda, H2IT e LE2C, la nuova piattaforma si pone come obiettivo di favorire l’incontro e la collaborazione tra le imprese lombarde e il mondo della ricerca per supportare lo sviluppo della filiera italiana dell’idrogeno. Un punto di incontro per continuare a crescere in un settore che giocherà un ruolo decisivo nel futuro energetico europeo…

Leggi tutto…

Gli investimenti tecnici realizzati dal gestore della distribuzione gas di 101 comuni toscani hanno sfiorato i 70 milioni di euro lo scorso anno, in aumento di ben il 16% rispetto al 2020. Risorse impegnate, in particolare, per metanizzare nuove porzioni di territorio e accelerare il processo di digitalizzazione delle infrastrutture, aspetto strategico per aprire la rete alla distribuzione dei gas rinnovabili…

Leggi tutto…

L’associazione che riunisce i sette maggiori distributori gas ha presentato il suo Sustainability Charter, il documento che definisce l’approccio e l’impegno dei membri al tema della sostenibilità. Articolato su 9 obiettivi, il documento rappresenta la prima tappa di un percorso green con i quali gli operatori della distribuzione si pongono come attori chiave nel processo di transizione energetico dell’Unione Europea …

Leggi tutto…