Messina | Fiumefreddo: finanziati i lavori di messa in sicurezza dell’acquedotto

Svolta per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento idrico di Messina. Il commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nella regione siciliana, Maurizio Croce, ha firmato il decreto di finanziamento per la messa in sicurezza del versante collinare che sorge nella frazione Fondaco Parrino del comune di Forza d’Agrò. Versante nel quale passa un tratto dell’acquedotto Fiumefreddo che porta l’acqua nella città dello Stretto. Versante interessato da diversi anni da movimenti franosi che mettono a serio rischio la tenuta delle condotte, problemi accentuatisi dall’inizio del 2016 subito dopo la crisi idrica che ha coinvolto la città.
La somma, 1,1 milioni di euro, proviene dai fondi del Patto per il Sud e servirà ad attuare il progetto redatto dall’Azienda meridionale acque Messina (Amam), che prevede anche la definizione di un nuovo tracciato della condotta Fiumefreddo nel tratto che attraversa Fondaco Parrino. Per la posa delle nuove condotte, che il progetto prevede a circa 50 metri a ovest dell’attuale tracciato, in un’area dove il terreno è più stabile, la stessa Amam ha previsto di stanziare sue risorse per oltre 680.000 euro.
Già approvato da parte del commissario anche il decreto per la gara di affidamento dei lavori, che avverrà con il criterio del massimo ribasso tramite procedura telematica, appena gli atti verranno pubblicati sulla Gazzetta ufficiale e sul sito del ministero delle Infrastrutture.
Insomma, si spera che nel giro di qualche mese i lavori si possano avviare in modo da risolvere una grave situazione che ormai si trascina da oltre 3 anni, con il forte rischio che si ripeta l’esperienza di un’interruzione del servizio idrico prolungata, già vissuta dalla popolazione in occasione della frana a Calatabiano del novembre 2015. Proprio per evitare tale rischio, Amam, dopo le prime avvisaglie, ha predisposto un sistema di monitoraggio costante del terreno di Fondaco Parrino, realizzando 35 punti di verifica e predisponendo, nell’attesa del finanziamento del progetto, un by pass provvisorio da attivare in caso di emergenza.


Leggi anche

Acque piano interventi Pontedera

Il gestore idrico del Basso Valdarno ha presentato il piano dedicato all’ammodernamento delle infrastrutture idriche a servizio del comune della provincia di Pisa. Un piano dal valore di oltre 2,5 milioni di euro, che comprende la sostituzione di diversi tratti di condotte di distribuzione acqua, il completamento della rete fognarie in alcune aree che ancora ne erano prive, e il potenziamento degli impianti di depurazione…

Leggi tutto…

Smat Torino - Bilancio 2019

Ottimi numeri quelli del bilancio relativo all’esercizio 2019 della società che gestisce il ciclo idrico a Torino e nei comuni della sua provincia. Il fatturato è salito a 442,9 milioni di euro, con gli utili pari a 54,7 milioni di euro e l’indebitamento finanziario lordo ridottosi di oltre il 14% rispetto al dato del 2018. Notevole il dato sugli investimenti, pari a 121 milioni, cresciuti del 34% sul 2018…

Leggi tutto…

Cantiere depuratore Castagnaro di acquevenete

Partiti i lavori di ristrutturazione dell’impianto, con l’obiettivo di rendere più efficiente il processo di trattamento dei reflui e migliorare la qualità dell’acqua in uscita. Tutto ciò attraverso la costruzione di un sistema di trattamento biologico a fanghi attivi a ossidazione totale e di alcune opere accessorie, che saranno concluse entro il prossimo settembre …

Leggi tutto…

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Acquedotto Pugliese tubazioni in gres

Il Consiglio di amministrazione del gestore idrico pugliese ha approvato una nuova serie di bandi che interessano la conduzione e manutenzione delle reti idriche e fognarie, per un valore di 240 milioni di euro. A questi si aggiungono i bandi per l’adeguamento dei depuratori delle province di Bari e Barletta Andria Trani, di Brindisi, di Taranto e di Foggia per un importo di 47,5 milioni, e la fornitura di un gruppo elettrogeno per il sistema di sollevamento idrico di Manfredonia…

Leggi tutto…