Moderne videoispezioni e antichi acquedotti romani

Tra il I ed il II secolo d.C., nella città romana di Histonium, la moderna Vasto in Provincia di Chieti, venne costruito un acquedotto ipogeo per l’approvvigionamento di acqua potabile. Questa importante opera idraulica, noto come Acquedotto delle Luci, è rimasta in uso, con successive ristrutturazioni, fino al 1926, e venne poi progressivamente abbandonata, pur continuando a trasportare acqua.

Oggi la sezione di Italia Nostra del Vastese, con la collaborazione della Parsifal Società Cooperativa, specializzata in ricerche archeologiche, cerca di ricostruire l’esatto percorso di questa mirabile opera dell’ingegno umano.

Per completare l’indagine archeologica, sinora svolta del tutto gratuitamente dai componenti del gruppo di lavoro creato ad hoc, mancano alcuni  tratti, tra i quali assume particolare rilievo quello in cui è presente un muro che impedisce l’ingresso al personale specializzato, rendendo di fatto impossibile vedere dove si scarica l’acqua ancora presente.

Italia Nostra, dopo una specifica ricerca di mercato, si è rivolta alla società DANTEC ROBOTICS di Giussano (MB). Nata nel 2019 e attiva nella commercializzazione di attrezzature per videoispezione e risanamento di condotte, la DANTEC metterà a disposizione gratuitamente una telecamera periscopica di ultimissima generazione con testa motorizzata, con la quale, sabato 12 settembre prossimo, a Vasto, si cercherà di superare quest’ultimo ostacolo.

Questa attività sarà sicuramente un importante passo in avanti verso l’utilizzo costante delle tecnologie di videoispezione anche nella ricerca archeologica.


Leggi anche

Marco Ranieri e Paolo Romano di Smat

L’Assemblea dei soci del gestore idrico di Torino e dei comuni della sua provincia ha rinnovato la fiducia a Ranieri e Romano, rispettivamente, nel ruolo di amministratore delegato e presidente. Completano il nuovo consiglio di amministrazione Fabio Sessa, ingegnere, Serena Lancione, avvocato, direttrice della cuneese Bus Company e la new entry Cristina Tumiatti, manager esperto nel settore delle energie rinnovabili…

Leggi tutto…

Smart.Met

Il consorzio veneto Viveracqua è capofila del progetto europeo da oltre 4 milioni di euro per lo sviluppo di nuove tecnologie di raccolta e gestione intelligente dei dati relativi ai consumi idrici delle abitazioni. Il progetto è giunto adesso alla fase 3, che prevede la sperimentazione in campo…

Leggi tutto…

Smat Torino - Bilancio 2019

Ottimi numeri quelli del bilancio relativo all’esercizio 2019 della società che gestisce il ciclo idrico a Torino e nei comuni della sua provincia. Il fatturato è salito a 442,9 milioni di euro, con gli utili pari a 54,7 milioni di euro e l’indebitamento finanziario lordo ridottosi di oltre il 14% rispetto al dato del 2018. Notevole il dato sugli investimenti, pari a 121 milioni, cresciuti del 34% sul 2018…

Leggi tutto…

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…