Moreno Clementi è il nuovo direttore generale di Viva Servizi

È Moreno Clementi, 55 anni, anconetano, il nuovo direttore generale di Viva Servizi, la società che gestisce il servizio idrico nelle province di Ancona e Macerata. Da 21 anni in azienda e dirigente dal 2004, è stato nominato al vertice della struttura operativa dal consiglio di amministrazione dell’azienda, che gestisce un’infrastruttura che comprende circa 5200 km di reti acquedottistiche, 2000 km di rete fognarie e 43 depuratori servendo una popolazione di 405.000 abitanti.

«Nei prossimi anni ci attendono ancora sfide molto importanti, a partire dalla lotta alle dispersioni delle reti idriche e alla ricerca di fonti di approvvigionamento alternative – ha commentato Clementi. Punteremo sempre di più alla qualità del servizio e all’attenzione al cliente, potendo così rinnovare l’impegno di continuare a fornire acqua buona e a garantire sistemi di depurazione efficienti, per preservare il nostro ambiente».

Impegno che l’azienda porterà avanti forte di un’efficace programmazione delle opere e un piano di investimenti, con una spesa di 44 euro all’anno per abitante, a fronte di una media nazionale di 37 euro, molto ambizioso. Il contratto stipulato da Viva Servizi con l’Autorità d’Ambito prevede infatti di realizzare circa 250 milioni di investimenti nel servizio idrico nei dieci anni che mancano alla scadenza della convenzione.

«In questo periodo noi dobbiamo operare per garantire una gestione del servizio sempre più performante, per accrescere, con i fatti, quella credibilità che è condizione imprescindibile per continuare a mettere la nostra società e la nostra organizzazione a disposizione degli enti locali soci – ha proseguito il neo direttore generale. Va fatto di Viva Servizi un soggetto dialogante con la comunità, esprimendo una relazione di vicinanza ai cittadini serviti e contribuendo, gestendo bene il servizio affidato, a fare crescere il rapporto di fiducia tra cittadini e pubblica amministrazione, parlando alle giovani generazioni e incrementando l’attività di sensibilizzazione nelle scuole e verso i cittadini di domani».


Leggi anche

La giunta regionale ha disposto un nuovo finanziamento per 1,5 milioni a sostegno dell’adeguamento del sistema fognario dell’area gardesana. Indispensabile per salvaguardare le acque del lago, l’opera interessa i comuni sia della riva veneta sia lombarda. La realizzazione richiederà un maxi investimento complessivo di 220 milioni di euro…

Leggi tutto…

La multiutility che gestisce il servizio idrico nei comuni del bacino del Brenta ha dato il via all’estensione della rete di distribuzione nelle aree di 7 comuni che ancora ne sono privi e che sono approvvigionate da pozzi privati. L’intervento prevede la posa di 4 chilometri di condotte, per una spesa di un milione di euro, e ha come obiettivo garantire sicurezza igienica alle utenze e la tutela della falda…

Leggi tutto…

Grazie alla collaborazione con Energy Way, il depuratore cittadino è stato dotato di un sistema all’avanguardia, unico in Italia, che utilizza la logica predittiva per contenere ulteriormente i consumi energetici e migliorare la qualità dell’acqua in uscita. Primo frutto di un progetto che applica le nuove tecnologie dei big data, machine learning e intelligenza artificiale alle attività del ciclo idrico e che potrà essere esteso ad altri impianti…

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Comunicato stampa – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale. …

Leggi tutto…