Nasce Rete Sud, l’alleanza tra i gestori dei servizi pubblici del Meridione


Dare slancio all’offerta di servizi e supporto alle aziende dei servizi pubblici del Meridione. È l’obiettivo di Rete Sud, il sodalizio tra le utility di Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia promosso da Utilitalia, la federazione che riunisce le imprese italiane dei servizi idrici, energetici e ambientali. A siglare, a Roma, il protocollo d’intesa, della durata di tre anni, che dà vita a questa alleanza, insieme a Utilitalia, le maggiori realtà dei pubblici servizi del Sud: Abbanoa, Acquedotto pugliese, Amam (Messina), Sicilia acque, Acquedotto lucano, Rete gas (Bari), Amap, Rap, Gori (Napoli), Asia (Benevento), Amiu (Puglia), Sidra (Catania). Rete Sud si configura come uno spazio di confronto e programmazione tra le imprese stesse, con lo scopo di trasferire le esperienze, le migliori pratiche e affrontare le problematiche emergenti, oltre a valorizzare il collegamento con Utilitalia e aumentare l’efficienza e la capacità gestionale. In particolare, potranno essere promosse iniziative e servizi comuni in diverse aree tematiche: dagli approvvigionamenti congiunti alla consulenza sulle normative regionali di settore e raccordo con il quadro legislativo e regolatorio nazionale, dal confronto e assistenza per gare, appalti e concorsi alla consulenza legale, economico-finanziaria e fiscale. La collaborazione toccherà anche aspetti come l’interscambio nelle attività di formazione, valutazione comune dei progetti formativi finanziati dai fondi interprofessionali, lo scambio di informazioni sulle opportunità di finanziamento offerte dai fondi Ue. Ma, ancora, le aziende si garantiranno anche supporto reciproco nella ricerca di partner per la partecipazione ai bandi di gara o per la presentazione di iniziative e progetti, nella valutazione della possibilità di accesso a strumenti finanziari del territorio, così come potranno collaborare nello sviluppo e armonizzazione dei siti internet o raccordarsi nelle campagne di comunicazione e nella creazione di una banca dati economico-finanziaria delle aziende stesse. Per raggiungere gli obiettivi, Rete Sud utilizzerà risorse e prestazioni messe a disposizione dalle utility, le loro competenze e il loro know how, con il coordinamento operativo di Utilitalia. Saranno infatti creati dei gruppi di lavoro che si occuperanno di: ambiente e sicurezza, sviluppo delle infrastrutture e accesso ai fondi comunitari, affari legali e societari, amministrazione, regolazione del servizio, gestione del personale e sviluppo di attività formative, rapporti commerciali, comunicazione, gestione efficace ed efficiente delle reti e degli impianti.


Leggi anche

Azienda gardesana servizi ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea il bando per la progettazione definitiva del collettore per la sponda veronese. La base d’appalto è di oltre 900.000 euro, e l’aggiudicatario avrà 6 mesi per sviluppare il progetto, con l’obiettivo di avviare i lavori per il prossimo anno. A breve anche il bando di Garda Uno per i lavori sulla sponda bresciana…

Leggi tutto…

I lavori, del valore di 2 milioni di euro, riguardano il potenziamento dell’impianto, la cui capacità di trattamento sarà portata a 9.730 abitanti equivalenti. L’intervento fa parte del piano di ammodernamento della depurazione della provincia di Foggia, dove l’azienda ha investito negli ultimi tre anni oltre 17 milioni e ha in programma opere al 2021 per oltre 33 milioni …

Leggi tutto…

Firmata la determina per la gara per la progettazione dei lavori che consentiranno di completare l’infrastruttura che garantirà l’approvvigionamento di tutto l’oristanese. L’opera prevede la posa di 45 km di condotte, per un investimento di 12 milioni di euro, suddivisa in due lotti: uno per la condotta di alimentazione delle zona costiera del Sinis, l’altro il potenziamento del ramo sud …

Leggi tutto…

È fissato al prossimo 19 gennaio il termine per la presentazione delle domande per gli interventi di adeguamento dell’impianto di località Pantano. L’importo complessivo del bando è di oltre 4,8 milioni di euro, e prevede una serie di lavori che riguarderanno sia la linea acque sia la linea fanghi, portando la capacità di trattamento a 34.000 abitanti equivalenti…

Leggi tutto…

Il fondo inglese, specializzato in investimenti infrastrutturali in Europa e Nord America, con un portafoglio di oltre 2,5 miliardi di euro, ha acquisito le quote di minoranza di TlrNet e Reti Metano Territorio, due società del gruppo piemontese attive, rispettivamente, nel teleriscaldamento e nella distribuzione gas. La partnership permetterà ad Egea di portare avanti importanti progetti in entrambi i settori…

Leggi tutto…