No-dig e tecniche tradizionali: tecnologie che si incontrano

Dal magazine edizione settembre/ottobre

 
L’applicazione di un liner su di una tubazione principale, così come l’installazione di nuove condotte, comporta molte volte la necessità di riconnettere le connessioni laterali al fine di rimettere in funzione la rete idrica. In questo caso ci vengono in aiuto alcune tecnologie attualmente disponibili sul mercato anche se ai più non conosciute.

Parliamo di collari, giunti, raccordi e flange costruiti per permettere la connessione perfetta di tubazioni di diametro, materiale o   conformazione differente, oltre che connessione ad hoc di eventuali allacci alla tubazione principale. In particolar modo, si evidenzia la flessibilità della gamma FLEXSEAL. Essa si divide in diverse categorie di prodotto, disponibili per coprire qualsiasi necessità di collegamento tra tubazioni.

Rientrano tra le soluzioni offerte anche prodotti per la riparazione rapida di rotture e disconnessioni che agiscono dall’esterno e sono quindi ideali per il pronto intervento.

  • TUBAZIONI DI DIAMETRO SIMILE

Per il collegamento di  tubazioni  di diametro simile, anche se di differente materiale, possono essere utilizzate flange in gomma con o senza bande in acciaio a seconda della pressione interna della tubazione o dell’eventuale schiacciamento dal terreno soprastante a cui devono resistere senza disallineamenti o rotture

  • TUBAZIONI DI DIAMETRO DIFFERENTE

Per il collegamento di tubazioni di diametro e/o materiale differente, possono essere utilizzate flange particolari che permettono il collegamento ideale per il corretto scorrimento del flusso da un diametro all’altro.

  • ALLACCI SU CONDOTTA PRINCIPALE

Il collegamento di un allaccio ad una condotta principale rappresenta un punto critico. Per questo, l’utilizzo di un adattatore idoneo è importante per garantire una corretta tenuta e stabilità dell’allacciamento, anche in situazioni di sovrapressione.

  • CONNESSIONI STABILI IN TUBAZIONI POSATE

Per sopperire agli assestamenti del terreno dovuti a fattori geologici prevedibili o metereologici straordinari, così come nelle gittate in strutture edili, questa soluzione garantisce la stabilità della connessione nel tempo.

Con l’utilizzo di prodotti certificati come FLEXSEAL è possibile fornire al committente la garanzia della connessione effettuata. Questo tipo di prodotti è utilizzabile anche durante la costruzione di nuove condotte fognarie, per esempio:

  1. abbattendo i costi della realizzazione di pezzi su misura con allacci laterali
  2. scegliendo l’utilizzo di flange da applicare al nuovo tubo nel momento della posa

Questa gamma di prodotti si affianca quindi a tutta la tecnologia no-dig come liner e flange QUICK-LOCK per la riparazione meccanica delle tubazioni dall’interno offrendo la possibilità di affrontare qualsiasi tipo di problematica o necessità di riparazione e connessione di tubazioni ad ogni tipo di azienda.
 

 

 


Leggi anche

Servizi a Rete TOUR 2021, 22-23 settembre 2021 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Il risanamento di condotte tramite i giunti di riparazione in due pezzi senza interruzione del servizio”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…

La divisione trenchless dell’impresa Benassi Srl termina con successo in Sardegna la riabilitazione con tecnologia hose lining di un’adduttrice idrica DN500 in cemento amianto, per una lunghezza complessiva oltre 6 km, all’interno della valle del Temo: impervia zona protetta da vincoli ambientali e priva di viabilità pubblica di accesso. Determinante nella scelta di intervento con tecnologie no-dig, l’orografia della valle lungo la quale si snoda il tracciato della condotta, capace di rendere difficoltose le operazioni di riparazione e praticamente impossibile la pianificazione di un intervento di manutenzione con tecniche tradizionali….

Leggi tutto…

La divisione trenchless Benassi Srl porta a compimento con successo il proseguo degli interventi di riabilitazione sulla condotta in pressione a servizio dell’impianto pluvirriguo “Quartier del Piave”, in località Vidor (TV), effettuati mediante tecnica senza scavo UV-CIPP….

Leggi tutto…

no-dig

Stando ai dati, la percentuale di condotte deteriorate su piano nazionale è talmente alta da generare percentuali di perdite di rete così ampie che i gestori non possono più soprassedere a tale questione. A causa dell’invecchiamento, di scarsi interventi manutentivi e di vecchie tecniche costruttive, le condotte perdono la loro efficienza funzionale. A tal proposito si rende dunque inderogabile l’intervento per riabilitare vecchie condotte che altrimenti degenererebbero in rotture, collassamenti e ostruzioni delle stesse. Come intervenire dunque per contenere tali criticità? Le tecnologie no-dig sono una soluzione….

Leggi tutto…

La tecnologia no-dig sarà utilizzata dalla multiutility per completare la bonifica del tratto di rete tra le frazioni di Trasanni e Schieti di Urbino. L’intervento costituisce il terzo lotto dei lavori di potenziamento del collegamento dell’acquedotto con i comuni della Valle del Foglia. I lavori saranno completati entro metà agosto e renderanno la rete più efficiente….

Leggi tutto…