Nuove reti idriche per 6 comuni della provincia di Sassari

Pronti a partire i lavori per il rifacimento delle reti di distribuzione idrica a servizio di sei comuni della provincia di Sassari. Sandro Murtas, direttore generale di Abbanoa, società che gestisce il ciclo idrico in Sardegna, ha infatti firmato il contratto del maxi appalto da 3,6 milioni di euro con la In.Co., impresa aggiudicatrice, con sede a Quartu Sant’Elena (Cagliari).

L’opera punta all’efficientamento della rete idrica, e costituisce un ulteriore tassello del consistente piano di investimenti che Abbanoa sta portando avanti a tappe forzate in tutta la Sardegna. Nel caso specifico, i lavori interessano i comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba, e comprendono il rifacimento di quasi 15 chilometri di nuove reti e dei relativi allacci alle utenze. I tratti di infrastruttura sui quali intervenire sono stati individuati sulla base delle criticità evidenziate dai tecnici negli ultimi anni. Prima di tutto, l’entità delle perdite e dei costi di produzione della risorsa idrica andata dispersa, l’incidenza delle rotture e dei costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, della vetustà e delle caratteristiche dei materiali esistenti.

Su tali basi hanno avuto priorità gli interventi per la sostituzione di vecchie condotte in polietilene, acciaio e ghisa grigia, giunte ormai al termine della loro vita. Al loro posto saranno installate nuove condotte in ghisa sferoidale, materiale che garantisce migliore tenuta. Le reti saranno dotate di pozzetti di scarico e sfiati, saracinesche di intercettazione, allacci nuovi fino al rifacimento delle nicchie di collegamento all’esterno delle proprietà private. Inoltre, saranno tutte georeferenziate per una migliore gestione e una precisa individuazione una volta reinterrate.

Questo appalto chiude gli investimenti dei fondi Cipe 27/2015: in tutto 75 milioni di euro destinati a opere strategiche nel settore idrico-potabile. Il piano ha interessato 100 comuni in tutta l’Isola, prevedendo 16 maxi-interventi tutti aggiudicati in via definitiva. Nel nord-ovest dell’Isola gli appalti hanno riguardato interventi di efficientamento delle reti idriche nella città di Sassari (3,3 milioni di euro), Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Ploaghe, Pozzomaggiore, Thiesi e Tissi (7,4 milioni), Ardara, Bulzi, Ittireddu, Sedini e Berchidda (1,5 milioni), Alghero, Ittiri, Mores, Ozieri, Porto Torres e altre zone di Sassari (4 milioni). A questi si aggiunge il completamento dell’acquedotto per Sedini, Bulzi, Perfugas e Laerru (2,6 milioni).


Leggi anche

La multiutility di Mantova lo scorso anno ha registrato la miglior performance di sempre, con il valore della produzione schizzato a 276,4 milioni di euro e utili per 17,5 milioni, come attestato dal bilancio 2018, appena approvato dall’assemblea dei soci. Presentato anche il nuovo Piano industriale 2019-2023 con investimenti previsti per 250 milioni di euro, con un particolare impegno sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione delle infrastrutture …

Leggi tutto…

Benché il processo di saldatura ad elettrofusione, per grandi e piccoli raccordi, si basi sullo stesso principio, dobbiamo riconoscere che gestire un manicotto di diametro 63 mm non è come gestirne uno di diametro 1.000 mm o più……

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Comunicato stampa – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale. …

Leggi tutto…

La società ha acquisito la partecipazione residua del precedente gestore Giemme Gestione Multiservice, e ora è il gestore unico del servizio nel comune lombardo. La rete di teleriscaldamento di Cinisello serve 18.000 abitanti, fornendo circa 50 GWh termici all’anno, garantendo una riduzione di oltre il 25% di emissioni di CO2 e NOx rispetto alle tradizionali caldaie…

Leggi tutto…