Nuove reti idriche per 6 comuni della provincia di Sassari

Pronti a partire i lavori per il rifacimento delle reti di distribuzione idrica a servizio di sei comuni della provincia di Sassari. Sandro Murtas, direttore generale di Abbanoa, società che gestisce il ciclo idrico in Sardegna, ha infatti firmato il contratto del maxi appalto da 3,6 milioni di euro con la In.Co., impresa aggiudicatrice, con sede a Quartu Sant’Elena (Cagliari).

L’opera punta all’efficientamento della rete idrica, e costituisce un ulteriore tassello del consistente piano di investimenti che Abbanoa sta portando avanti a tappe forzate in tutta la Sardegna. Nel caso specifico, i lavori interessano i comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba, e comprendono il rifacimento di quasi 15 chilometri di nuove reti e dei relativi allacci alle utenze. I tratti di infrastruttura sui quali intervenire sono stati individuati sulla base delle criticità evidenziate dai tecnici negli ultimi anni. Prima di tutto, l’entità delle perdite e dei costi di produzione della risorsa idrica andata dispersa, l’incidenza delle rotture e dei costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, della vetustà e delle caratteristiche dei materiali esistenti.

Su tali basi hanno avuto priorità gli interventi per la sostituzione di vecchie condotte in polietilene, acciaio e ghisa grigia, giunte ormai al termine della loro vita. Al loro posto saranno installate nuove condotte in ghisa sferoidale, materiale che garantisce migliore tenuta. Le reti saranno dotate di pozzetti di scarico e sfiati, saracinesche di intercettazione, allacci nuovi fino al rifacimento delle nicchie di collegamento all’esterno delle proprietà private. Inoltre, saranno tutte georeferenziate per una migliore gestione e una precisa individuazione una volta reinterrate.

Questo appalto chiude gli investimenti dei fondi Cipe 27/2015: in tutto 75 milioni di euro destinati a opere strategiche nel settore idrico-potabile. Il piano ha interessato 100 comuni in tutta l’Isola, prevedendo 16 maxi-interventi tutti aggiudicati in via definitiva. Nel nord-ovest dell’Isola gli appalti hanno riguardato interventi di efficientamento delle reti idriche nella città di Sassari (3,3 milioni di euro), Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Ploaghe, Pozzomaggiore, Thiesi e Tissi (7,4 milioni), Ardara, Bulzi, Ittireddu, Sedini e Berchidda (1,5 milioni), Alghero, Ittiri, Mores, Ozieri, Porto Torres e altre zone di Sassari (4 milioni). A questi si aggiunge il completamento dell’acquedotto per Sedini, Bulzi, Perfugas e Laerru (2,6 milioni).


Leggi anche

Gli interventi del valore complessivo di 3,2 milioni di euro interesseranno i comuni di Martignano e Nardò, in provincia di Lecce. A Martignano saranno posati 7,5 chilometri di nuovi tronchi fognari e sarà prolungata una condotta di distribuzione dell’acqua. A Nardò saranno completate le reti idriche e fognarie a servizio della frazione di Pagani, con la realizzazione di, rispettivamente, 3,5 e 3 chilometri di tubazioni …

Leggi tutto…

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018…

Leggi tutto…

Progettata da Risorse idriche, società di ingegneria del gruppo Smat, l’infrastruttura avrà un’estensione di oltre 14 chilometri e servirà il capoluogo piemontese e 20 comuni della sua area metropolitana sud. Un’opera dal costo di 120 milioni di euro che incrementerà la capacità idraulica del sistema per fronteggiare il notevole aumento delle portate miste effetto dei cambiamenti climatici…

Leggi tutto…

Previsti nel budget appena approvato dall’assemblea dei sindaci, gli investimenti saranno dedicati in gran parte al settore acquedotto, con interventi per 23 milioni, mentre la quota restante agli interventi su fognature e impianti di depurazione. Nel complesso, il budget prevede a fine 2020 un valore della produzione pari a 86.466.200 euro e costi della produzione per 83.959.334 euro…

Leggi tutto…

La multiutility del Nord della Lombardia ha perfezionato con la Banca europea per gli investimenti un prestito, a 16 anni, a sostegno del suo Piano di investimenti 2019-2023. Le risorse serviranno a sostenere progetti nei diversi campi di attività del gruppo, dall’ambiente alle reti idriche, da quelle elettriche al teleriscaldamento, dall’illuminazione pubblica all’efficienza energetica dalle smart city alla sicurezza informatica, interessando circa 900.000 abitanti…

Leggi tutto…