Nuove reti idriche per 6 comuni della provincia di Sassari

Pronti a partire i lavori per il rifacimento delle reti di distribuzione idrica a servizio di sei comuni della provincia di Sassari. Sandro Murtas, direttore generale di Abbanoa, società che gestisce il ciclo idrico in Sardegna, ha infatti firmato il contratto del maxi appalto da 3,6 milioni di euro con la In.Co., impresa aggiudicatrice, con sede a Quartu Sant’Elena (Cagliari).

L’opera punta all’efficientamento della rete idrica, e costituisce un ulteriore tassello del consistente piano di investimenti che Abbanoa sta portando avanti a tappe forzate in tutta la Sardegna. Nel caso specifico, i lavori interessano i comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba, e comprendono il rifacimento di quasi 15 chilometri di nuove reti e dei relativi allacci alle utenze. I tratti di infrastruttura sui quali intervenire sono stati individuati sulla base delle criticità evidenziate dai tecnici negli ultimi anni. Prima di tutto, l’entità delle perdite e dei costi di produzione della risorsa idrica andata dispersa, l’incidenza delle rotture e dei costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, della vetustà e delle caratteristiche dei materiali esistenti.

Su tali basi hanno avuto priorità gli interventi per la sostituzione di vecchie condotte in polietilene, acciaio e ghisa grigia, giunte ormai al termine della loro vita. Al loro posto saranno installate nuove condotte in ghisa sferoidale, materiale che garantisce migliore tenuta. Le reti saranno dotate di pozzetti di scarico e sfiati, saracinesche di intercettazione, allacci nuovi fino al rifacimento delle nicchie di collegamento all’esterno delle proprietà private. Inoltre, saranno tutte georeferenziate per una migliore gestione e una precisa individuazione una volta reinterrate.

Questo appalto chiude gli investimenti dei fondi Cipe 27/2015: in tutto 75 milioni di euro destinati a opere strategiche nel settore idrico-potabile. Il piano ha interessato 100 comuni in tutta l’Isola, prevedendo 16 maxi-interventi tutti aggiudicati in via definitiva. Nel nord-ovest dell’Isola gli appalti hanno riguardato interventi di efficientamento delle reti idriche nella città di Sassari (3,3 milioni di euro), Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Ploaghe, Pozzomaggiore, Thiesi e Tissi (7,4 milioni), Ardara, Bulzi, Ittireddu, Sedini e Berchidda (1,5 milioni), Alghero, Ittiri, Mores, Ozieri, Porto Torres e altre zone di Sassari (4 milioni). A questi si aggiunge il completamento dell’acquedotto per Sedini, Bulzi, Perfugas e Laerru (2,6 milioni).


Leggi anche

Siglato dal Comune di Roma, Regione Lazio e dalla multiutility capitolina il disciplinare che rinnova fino al 2031 ad Acea Ato 2 la concessione della gestione dell’infrastruttura, che garantisce l’approvvigionamento della Capitale. Un passaggio propedeutico alla realizzazione della seconda linea dell’acquedotto, indispensabile per mettere Roma e diversi comuni della regione al riparo dalle crisi idriche …

Leggi tutto…

L’intervento ha visto l’inserimento all’interno delle condotte esistenti di un tubolare in kevlar e ha interessato un tratto di rete idrica che si estende per oltre 3 chilometri, tra le località Monticella, nel territorio di Conegliano, e Saccon, nel comune di San Vendemiano. I lavori si sono resi necessari per via dell’avanzato stato di ammaloramento delle tubazioni, soggette a frequenti rotture…

Leggi tutto…

I lavori avevano preso il via nel 2017 e hanno visto la ricostruzione del sito e l’attivazione di una nuova linea di trattamento dei reflui. Un’opera del valore di 6,5 milioni di euro fondamentale per garantire la tutela ambientale della località turistica salentina. Nell’ambito del progetto è stata anche adeguata la rete fognaria e costruito un nuovo collettore…

Leggi tutto…

Uno studio realizzato dal Centre on Regulation in Europe, e presentato a Roma da Utilitalia e fondazione Utilitatis, sottolinea come in tema di gestione del ciclo idrico non conti l’assetto pubblico o privato dell’operatore, ma la capacità di garantire un servizio efficiente, efficace e di alta qualità ai cittadini. E, in entrambi i casi, la presenza di una regolazione indipendente è fondamentale per stimolare gli investimenti….

Leggi tutto…

Presentato dall’AD Piero Ferrari, il nuovo piano punta a migliorare le infrastrutture dei 55 comuni gestiti e l’efficienza operativa attraverso la digitalizzazione dei processi. Una bella fetta di risorse sarà destinata all’ottimizzazione dei distretti idrici e alla riduzione e valorizzazione dei fanghi di depurazione …

Leggi tutto…