Nuove risorse in arrivo per le reti idriche sarde

Nuove risorse in arrivo per il sistema idrico sardo. EnGas, l’Ente di governo dell’ambito della Sardegna ha annunciato un fitto piano di investimenti, grazie allo stanziamento di 30 milioni di euro destinati a 14 interventi di riassetto funzionale delle reti idriche. Il finanziamento arriva dal Fondo di sviluppo e coesione 2014 – 2020 ed è inserito nell’ambito del Programma operativo ambiente di competenza del ministero dell’Ambiente.

«L’Ente di governo d’ambito della Sardegna è stato individuato dalla Giunta regionale quale beneficiario del finanziamento – ha spiegato Renzo Ponti, Presidente del Comitato Istituzionale d’ambito dell’EnGas –. Si tratta di un investimento di ampio respiro che permetterà di contribuire alla riqualificazione e all’efficientamento delle nostre reti, con riguardo a quelle caratterizzate da un elevato indice di dispersione idrica».

L’assegnazione dei finanziamenti è stata stabilita sulla base delle priorità individuate da Abbanoa per l’Ambito unico regionale, SI.El per il comune di Siligo (Sassari), Acquavitana per il comune di Sinnai (Cagliari) e Domus Acqua per il comune di Domusnovas (provincia del Sud Sardegna). Le opere dovranno essere concluse entro il 2022.

Per quanto riguarda Abbanoa, il finanziamento interessa interventi da realizzare in oltre 30 comuni per un ammontare di circa 28 milioni, mentre i restanti 2 milioni andranno ai comuni di Sinnai (1,4 milioni), Siligo (400.000 euro) e Domusnovas (200.000 euro).

 


Leggi anche

L’opera garantirà l’approvvigionamento idrico dei comuni di Commessaggio e Sabbioneta, in provincia di Mantova, ancora privi di acquedotto. I lavori prevedono la posa di oltre 8 chilometri di condotte in ghisa sferoidale e costituiscono il prolungamento dell’adduttrice di Campitello di Marcaria, collegando lo schema acquedottistico di Mantova con l’area del Viadanese …

Leggi tutto…

L’innovativa soluzione integrata, che è stata presentata durante due seminari in Sicilia nei comuni di Pozzallo e Giarre a dirigenti pubblici, assessori e a gestori privati degli acquedotti, coniuga i software gestionali e web di Sikuel alle soluzioni tecnologiche di telelettura di APKAPPA, completando l’offerta con il servizio di riscossione coattiva di Maggioli Tributi….

Leggi tutto…

Si chiama WaLoRe il programma messo a punto dai tecnici del gestore idrico lucano per migliorare la gestione della ricerca delle perdite idriche, aiutando a utilizzare al meglio le risorse per la manutenzione delle condotte. Uno strumento con il quale l’azienda ha effettuato negli ultimi sei mesi dello scorso anno oltre 1200 interventi con ottimi risultati …

Leggi tutto…

In occasione del convegno “L’industria che verrà. Sensibile, resiliente, capace di innovare. Come cambia il panorama industriale di fronte ai nuovi scenari economici, sociali, tecnologici e ambientali”, Gruppo CAP presenta un ambizioso piano che guarda al 2033, per far fronte alle sfide dei cambiamenti globali secondo tre aree di intervento per rispondere concretamente alle sfide di sostenibilità attuali e future….

Leggi tutto…

Il gestore idrico del Basso Valdarno ha presentato il piano definitivo di ammodernamento e potenziamento dell’impianto Schiavone, a servizio del comune fiorentino. I lavori mirano ad ammodernare e potenziare il depuratore, la cui capacità di trattamento sarà portata a 6000 ae, dagli attuali 3000, con un investimento di 2 milioni di euro. Contestualmente la società avvierà la riorganizzazione della rete fognaria con una spesa aggiuntiva di 3 milioni…

Leggi tutto…