Ok alla fusione in Lario reti holding di Idrolario, Adda acque e Cta


È stato approvato all’unanimità dai soci di tutte e quattro le società coinvolte il progetto di fusione in Lario reti holding di Idrolario, Adda acque e Cta. Progetto che ha come obiettivo la riunificazione in unico soggetto della gestione del servizio idrico integrato e della proprietà delle reti e degli impianti strumentali per l’esecuzione del servizio nel territorio della provincia di Lecco.
L’ok è arrivato dopo che in precedenza il progetto era stato sottoposto e approvato dagli organi amministrativi e discusso nei consigli di tutti i Comuni soci. Entro dicembre si prevede di concludere l’iter burocratico, con l’atto di fusione definitivo e quindi l’incorporazione in Lario reti holding delle tre società patrimoniali idriche.
L’operazione è in linea con gli obblighi introdotti dal Testo unico società a partecipazione pubblica (approvato con d.lgs. 175/2016 e modificato con d.lgs. 100/2017) che prevedono la razionalizzazione, anche mediante fusione, delle società che svolgono attività simili a quelle svolte da altre società partecipate dagli enti pubblici, il contenimento dei costi di funzionamento e, in generale, l’aggregazione tra società pubbliche che svolgono attività di interesse generale consentite dalla legge (art. 20, comma 2, Testo unico).
«Abbiamo mantenuto fede all’impegno preso con l’Ufficio d’ambito nel 2016 con l’affidamento del servizio idrico integrato – ha commentato in una nota Lelio Cavallier, presidente di Lario reti holding –. La riunificazione in un’unica società della gestione e della proprietà di reti e impianti del servizio idrico permetterà di evitare ridondanze e ridurre i costi di gestione, aumentando le possibilità di investimento e di miglioramento del servizio».
Nel futuro prossimo sono previste altre operazioni societarie minori, che vedranno l’ingresso in Lario reti holding dei rami lecchesi di Valbe Servizi e Asil,e del ramo idrico di Ausm Calolziocorte.


Leggi anche

Il meeting organizzato da SMAT lo scorso 19 e 20 novembre con l’intento di sviluppare un’analisi sull’evoluzione normativa in materia di gestione del Servizio Idrico Integrato ha posto l’attenzione anche sui risultati raggiunti nel campo dell’innovazione tecnologica applicata al ciclo idrico integrato. A margine dell’evento SMAT ha inaugurato il nuovo dipartimento “Acque Reflue” del Centro Ricerche e una nuova sezione di abbattimento dell’azoto presso il Centro Risanamento Acque di Castiglione Torinese….

Leggi tutto…

L’Associazione Riaprire i Navigli, in quest’ultimo anno, si è dedicata ad analizzare le modalità di finanziamento del progetto e le ricadute socioeconomiche dell’investimento. Il 28 novembre presso l’Auditorium Claudio De Albertis – Assimpredil Ance verranno presentati i risultati della Ricerca Progetto Territoriale Fondazione Cariplo…

Leggi tutto…

Cinque i comuni coinvolti nel programma di lotta alle perdite idriche avviato dal gestore idrico sardo: Olbia, Tempio Pausania, Arzachena, La Maddalena e Santa Teresa. Comuni che contano nel complesso circa 300 km di rete con un livello di perdite che supera il 61% nei quali verrà implementato il cosiddetto modello Oliena, una buona pratica che, attraverso l’ingegnerizzazione della rete e la diagnosi dei malfunzionamenti, porta a interventi risolutivi mirati …

Leggi tutto…

Milano, 22 novembre 2018
Milano ha i numeri per diventare il Centro Europeo dei Canali storici.
Questo primo convegno lo dimostrerà con la rassegna dei Navigli, Canali e Rogge realizzati da Milano dopo il Mille e prima del Cinquecento considerati dagli storici il più antico patrimonio di canali d’Europa….

Leggi tutto…

L’Autorità ha dato il via libera ai finanziamenti per interventi urgenti sul sistema idrico della Campania. La quota maggiore dei fondi, circa 78 milioni, è destinata al napoletano, dove saranno utilizzati dal gestore Abc per la messa in sicurezza dell’Acquedotto del Serino, la ricostruzione di 2 nuovi serbatoi a Napoli e il rivestimento di quelli esistenti. La quota restante, 7 milioni, va al Cilento…

Leggi tutto…