Linea Group Holding

Oltre 170 milioni di investimenti nel piano industriale di Linea Group Holding

Economia circolare e bioenergia, efficienza energetica, rafforzamento della sinergia con A2A e nuove aggregazioni sui territori. Sono i quattro pilastri su cui si basa il Piano industriale al 2024 di Linea Group Holding, l’utility dell’energia e dell’ambiente attiva sui territori di Cremona, Lodi, Pavia e Brescia.

Un Piano che ha le sue basi nelle attività intraprese sin dall’inizio della partnership industriale con A2A, avviata nell’agosto 2016, e nei risultati raggiunti nel primo quadriennio, e che ora pone le condizioni per uno sviluppo coerente con la nuova vocazione della società di porsi sempre più come una utility “green”.

 

Linea Group Holding punta sull’economia circolare

Non a caso proprio l’economia circolare rappresenta il timone che guiderà le iniziative nel periodo di arco di piano, puntando sulla bioenergy, con un particolare focus sulle biomasse, il biofuel e il minidro, e sullo sviluppo di soluzioni sostenibili a sostegno dell’efficienza energetica. Altro grande impegno sarà consentire una sempre maggiore adattabilità delle comunità locali ai cambiamenti climatici in corso, e alle conseguenti evoluzioni dello scenario energetico. Inoltre, particolare enfasi avrà lo sforzo per una efficacia ancora maggiore nei servizi, attraverso una gestione più efficiente e innovativa, anche grazie a una visione che trova nel digital la propria leva abilitante.

Altro importate campo di sfida per la società sarà l’evoluzione del modello di presidio territoriale e del modello di aggregazione attraverso operazioni di aggregazione di utility e multiutility. Fronte sul quale Linea Group Holding si sta muovendo con grande attenzione, con circa 30 iniziative di acquisizione e fusione attualmente in fase di valutazione.

A supportare degli ambiziosi programmi della società una mole di investimenti di 172 milioni destinati ai comparti ambiente, reti e calore ed efficienza energetica, e saranno dedicati alle province dove la società opera principalmente.

«Ci concentriamo su dei segmenti di crescita che abbiamo individuato grazie al lavoro svolto in questi mesi. Ci poniamo anzitutto l’obbiettivo a breve-medio termine di crescere ulteriormente nel comparto del bioenergy, anche attraverso acquisizioni – ha commentato Claudio Sanna, amministratore delegato di Linea Group Holding -. Inoltre, è nostra intenzione spingere ulteriormente sull’efficienza energetica per le industrie del territorio: la prospettiva è quella di comunità capaci di rispondere alle sfide energetiche anche dall’interno, con elevata autonomia, per sopperire a fattori imprevedibili, come l’epidemia Covid-19 in corso ci sta purtroppo insegnando. Andiamo verso il 2024 con una visione concreta e capace di creare valore».


Leggi anche

Il sistema sperimentale, realizzato nel sito di Herambiente, raffina il biogas generato dalla bio-decomposizione della frazione organica dei rifiuti di discarica in “metano verde”. Il biogas così ottenuto viene utilizzato per alimentare parte della flotta di autobus del servizio pubblico cittadino. L’impianto fa parte del progetto Biomether Life finanziato dalla Commissione europea e da Regione Emilia-Romagna…

Leggi tutto…

L’evento ha riunito le testimonianze delle istituzioni, tra cui Regione Lombardia, e dei più importanti player del settore per ragionare sul ruolo dei termovalorizzatori nello sviluppo delle politiche ambientali dei nostri territori. Partendo dalla Biopiattaforma di Sesto San Giovanni…

Leggi tutto…

Proseguono le iniziative dell’innovativa piattaforma di ricerca per la gestione del sistema idrico integrato. Gruppo CAP riunisce tutti i più importanti attori dell’innovazione, della ricerca e dello sviluppo del settore per pianificare i prossimi passi. Networking e approccio multidisciplinare per 8 aziende nel settore, 1 istituto di ricerca, 2 università lombarde. Living lab per la sperimentazione, gli impianti di depurazione di San Giuliano Est, San Giuliano Ovest e di Bresso Niguarda….

Leggi tutto…

La multiutility ha siglato un contratto preliminare con Entsorga Fin per acquisire la sua controllata che gestisce un impianto di compostaggio e di digestione aerobica a Santhià, in provincia di Vercelli. Il sito può trattare 26.000 tonnellate annue di forsu, ma è già autorizzato a incrementare la sua capacità fino a 50.000 tonnellate, producendo 2,6 milioni di mc di biometano all’anno…

Leggi tutto…

Il gas 100% green prodotto dalla multiutility piemontese sarà immesso nella rete di distribuzione gas del comune di Pinerolo. Si tratta di biogas che l’azienda, pioniera del settore, produce nel suo Polo ecologico dal trattamento anaerobico della parte organica dei rifiuti urbani. Entro marzo 2020, inoltre, sarà pronto un secondo impianto, sempre realizzato in collaborazione con Hysytech Srl…

Leggi tutto…