Oltre 20 anno di Servizio Idrico Integrato in Italia: le prospettive della governance locale

Durante il Convegno verrà presentato uno studio commissionato a REF Ricerche sulla regolazione del Servizio Idrico Integrato, dall’emanazione della Legge 5 gennaio 1994 n. 36 (cd. Legge Galli) ad oggi, ponendo particolare attenzione al ruolo svolto agli Enti di Governo d’Ambito (EGATO), enti territorialmente competenti della regolazione locale del Servizio Idrico.

Il Convegno rappresenterà un’importante occasione di incontro e confronto tra i diversi attori coinvolti nella regolazione del servizio idrico ed un’opportunità di riflessione sul ruolo che saranno chiamati a svolgere nel prossimo futuro gli EGATO.

È necessario evidenziare che le funzioni di regolazione, indirizzo e controllo degli EGATO previste dalla Legge Galli sono costantemente cresciute, per ampiezza e profondità dell’azione, richiedendo sempre maggiori competenze specialistiche e multidisciplinari. Il ruolo degli EGATO è oggi un cardine per lo sviluppo del servizio e delle infrastrutture sul territorio anche alla luce delle sfide che il Servizio Idrico del XXI secolo è chiamato ad affrontare. Le sfide delle politiche europee per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti del clima richiedono un coordinamento sempre maggiore tra la gestione della risorsa e la tutela dell’ambiente implicando la necessità di affrontare, insieme ai gestori e agli altri soggetti competenti, l’impegno di programmazioni più complesse, multi-obiettivo e coordinate nella pianificazione di area vasta.

 

Clicca qui per maggiori informazioni sono presenti sul sito dell’Associazione.

 

 

 


Leggi anche

Il gestore idrico della provincia di Udine ha definito i principali focus progettuali per l’anno in corso, che detteranno le politiche di investimento anche nei prossimi. Tra le priorità il rifacimento delle grandi dorsali idriche, l’abbattimento delle perdite e la digitalizzazione delle infrastrutture. Sempre quest’anno sarà completata la progettazione di una nuova dorsale idrica di 42 chilometri a beneficio della Bassa Friulana, in particolare delle località turistiche….

Leggi tutto…

Innovazione e attenzione all’ambiente hanno caratterizzato l’intervento condotto dal gestore per riqualificare una dorsale di 363 metri in località Colombara. Le vecchie condotte sono state sostituite con nuove tubazioni in polietilene corazzato e per la loro posa è stata scelta tecnologia no-dig, che ha permesso di condurre i lavori in modo rapido e senza creare disagi alla viabilità della strada Regionale 11….

Leggi tutto…

Si è conclusa la scorsa settimana, con la consegna dei diplomi, la prima edizione del Master in Tutela e gestione della risorsa idrica (I livello). Si tratta di un progetto interdisciplinare nato dalla collaborazione tra l’Università Ca’ Foscari di Venezia e le aziende aggregate in Viveracqua….

Leggi tutto…

Ridurre la dispersione idrica In Sardegna. Questo è l’obiettivo di Abbanoa che, con un finanziamento PNRR superiore ai 42 milioni di euro, ha dato il via alle opere di efficientamento in quindici comuni dell’isola: Nuoro, Olbia, Sassari, La Maddalena, San Teodoro, Porto Torres, Bosa, Siniscola, Cabras, Budoni, Selargius, Tempio Pausania, Terralba, Sestu e Sorso. Tutti caratterizzati da alti tassi di perdite negli acquedotti….

Leggi tutto…

La giornata tecnica avrà lo scopo di analizzare le sfide ed evidenziare le possibili soluzioni offerte da un’azienda che dispone di tecnologie desktop e cloud in supporto ai gestori che vogliono avviare il proprio percorso di digitalizzazione o che intendono svilupparlo ulteriormente. Clicca qui per leggere gli abstract e per riservare il tuo posto.

Leggi tutto…