ONYAX digitalizza le reti gas Italiane con il dispositivo IoT TUBE-T3

Una continua attività di ricerca nella progettazione elettronica, in particolare nel campo IoT e un’esperienza maturata su oltre 50.000 dispositivi installati, hanno permesso a Onyax di migliorare la gestione dei problemi legati al monitoraggio di parametri fisici della rete gas nelle utility e multiutility Italiane.

La scelta di digitalizzare le reti con l’utilizzo di tecnologie IoT, mira alla sicurezza degli impianti, ottenendo una serie di benefici tangibili e monitorabili, come:

  • Risparmio energetico (attraverso una soluzione low-power)
  • Comunicazione costante (grazie alla migliore penetrabilità delle nuove reti di comunicazione NB-IoT).
  • Real-time control (una piattaforma di gestione unica e flessibile che permette l’acquisizione controllata dei dati)

 

TUBE-T3: dimensioni ridotte, semplicità di installazione e gestione da remoto

Il dispositivo TUBE-T3, conforme alla normativa UNI/TR 11631:2016, è curato in ogni minimo dettaglio dal punto di vista elettronico-funzionale. Si propone come soluzione innovativa in grado di risolvere molteplici problematiche e rispondere alle esigenze delle aziende distributrici di gas.

Le dimensioni ridotte risultano essere uno dei primi vincoli progettuali sui quali Onyax si è da subito concentrata, progettando e realizzando un dispositivo ATEX estremamente compatto, installabile direttamente in “conchiglia” stradale, che semplifica al massimo l’opera idraulica e la dimensione del cantiere.

Per risolvere i problemi legati all’ingombro delle apparecchiature di monitoraggio nelle reti gas e l’intralcio con le operazioni manutentive è stata effettuata una semplificazione massima dell’installazione senza che sia necessaria alcuna operazione elettrica, di cablaggio o di configurazione.

In ottica risparmio energetico, il dispositivo TUBE-T3 si presenta con batteria autonoma e durata standard a 5 anni. Si posiziona così nel mercato di oggetti intelligenti low-power e risponde alle esigenze di efficientamento energetico.

 

Risultati efficienti grazie al monitoraggio continuo di dati 

Grazie all’utilizzo della tecnologia IoT, l’invio continuo e la gestione completa dei dati passano da TUBE-T3 alla piattaforma ACE. Grazie alla piattaforma si è in grado di interfacciarsi con le sale di controllo e gestire al meglio processi, eventi e misure.

 

Aspetto importante in ottica preventiva sono i report interattivi generati in automatico quotidianamente, per esempio, per il controllo del parametro di efficienza della rete di distribuzione gas (Peff).

Tramite la connessione via Bluetooth, è possibile effettuare operazioni sul dispositivo in campo con applicazione smartphone dedicata agli operatori. 

In questo modo, con un monitoraggio attivo, è possibile introdurre miglioramenti in ambito predittivo e avere risultati tecnico-funzionali di qualità, che con tecnologie standard avrebbero richiesto maggiori risorse e tempi più̀ lunghi.

 

Un approccio virtuoso in ottica futura

L’approccio innovativo improntato da Onyax porta all’introduzione di soluzioni IoT nei processi di telecontrollo e telemisura, anticipando una visione concreta del prossimo futuro, con un ampio riguardo alla sicurezza degli impianti e all’impatto sul territorio.

Le partnership e i progetti sviluppati con le utility di distribuzione gas hanno permesso ad Onyax di

  1. Affinare le sperimentazioni
  2. Diminuire i consumi
  3. Ottimizzare i prodotti per digitalizzazioni sempre più complete

 

 

 

 


Leggi anche

Gli investimenti tecnici realizzati dal gestore della distribuzione gas di 101 comuni toscani hanno sfiorato i 70 milioni di euro lo scorso anno, in aumento di ben il 16% rispetto al 2020. Risorse impegnate, in particolare, per metanizzare nuove porzioni di territorio e accelerare il processo di digitalizzazione delle infrastrutture, aspetto strategico per aprire la rete alla distribuzione dei gas rinnovabili…

Leggi tutto…

L’associazione che riunisce i sette maggiori distributori gas ha presentato il suo Sustainability Charter, il documento che definisce l’approccio e l’impegno dei membri al tema della sostenibilità. Articolato su 9 obiettivi, il documento rappresenta la prima tappa di un percorso green con i quali gli operatori della distribuzione si pongono come attori chiave nel processo di transizione energetico dell’Unione Europea …

Leggi tutto…

Il comune del milanese ha deciso di diventare proprietario dell’infrastruttura di distribuzione presente nel suo territorio. Per realizzare l’operazione ha riconosciuto un indennizzo del valore di 8,1 milioni di euro a 2i Rete Gas, il gestore uscente, come rimborso per gli investimenti per gli impianti e le migliorie alla rete realizzati. Ora la gestione passa a Unareti, aggiudicataria della gara per l’Atem Milano 1…

Leggi tutto…

Al via in questo mese di febbraio i lavori per potenziare l’infrastruttura di distribuzione nel comune della provincia di Lucca. Interessata dall’opera la zona di San Pietro in Campo, che sarà finalmente metanizzata con la posa di oltre 1,3 chilometri di condotte. Alla rete saranno allacciate circa una quarantina di utenze, tra le quali diverse attività produttive per le quali l’arrivo del servizio rappresenta una leva di sviluppo…

Leggi tutto…

L’amministratore delegato di NEDGIA (Spagna) è il nuovo presidente della Gas Distributors for Sustainability, l’Associazione che riunisce i sette principali operatori della distribuzione del gas in Europa. Succede nella carica a Paolo Gallo, AD di Italgas. Il neopresidente lavorerà per consolidare il ruolo di GD4S nel dialogo con le istituzioni europee in materia di politica energetica e mettere a punto nuove iniziative per il processo di transizione ecologica….

Leggi tutto…