Parte la seconda fase del progetto smart meter di BIM GSP a Limana

Prende il via in questo mese la seconda fase del progetto di BIM GSP di installazione dei nuovi contatori idrici smart a Limana, in provincia di Belluno. Un progetto che l’azienda ha avviato nel 2020 con la posa di circa 850 misuratori e che, entro fine anno, si completerà con l’installazione di altri 2200 dispositivi, con un investimento complessivo di 350.000 euro.

Monitorare consumi e anomalie

Le utenze, sia domestiche sia commerciali e industriali, saranno dotate di apparecchiature evolute e intelligenti, con tecnologia all’avanguardia e sensori diversificati e integrati, che non permetteranno solo la lettura a distanza dei prelievi. I nuovi dispositivi consentiranno anche di rilevare eventuali anomalie, come il congelamento dell’acqua nelle tubazioni collegate o la presenza di perdite nell’impianto interno. Grazie alla capacità di segnalare con allarmi precisi perdite e consumi anomali, gli smart meter contribuiranno a ridurre anche i tempi di intervento degli operatori e migliorare la gestione complessiva della rete.

La trasmissione dei dati di ciascuna utenza avverrà via radio, così da permettere all’operatore incaricato di ricevere le informazioni in automatico su tablet, restando all’esterno dell’immobile, senza arrecare disturbo a chi vi abita o lavora, rendendo la procedura più veloce.
 

Un piano su vasta scala

Il progetto fa parte di un piano in grade scala di sostituzione dei misuratori che interesserà, in modo graduale e con una programmazione pluriennale, tutte le 156.000 utenze dei 58 comuni serviti dal gestore idrico della provincia di Belluno. Il piano prevede l’utilizzo di due tipologie di misuratori:

  1. quelli meccanici, tradizionali
  2. oppure digitali, leggibili a distanza

In entrambi i casi l’obiettivo è di garantire all’azienda di disporre una misurazione più precisa dei prelievi per tarare al meglio la risposta da dare al territorio in termini di fabbisogno idrico. Nell’ambito di tale piano, Limana sarà il primo comune dotato interamente di contatori digitali.

Una volta completata l’attività, si partirà con la raccolta e l’analisi dei dati. Nello specifico, verranno monitorate le tipologie di consumi e i picchi di utilizzo e analizzate tutte le criticità, così da pianificare al meglio le azioni da mettere in campo per assicurare un’erogazione efficiente e un più puntuale bilancio delle risorse idriche a disposizione.
 

Ottimizzare la gestione delle risorse e gli interventi

«È questa la strada del futuro, perché consente una gestione ottimale e razionale degli interventi sul territorio, una conoscenza più accurata e digitalizzata dei processi giornalieri di approvvigionamento e massima efficienza nella programmazione delle azioni necessarie a mantenere alti standard di servizio all’utenza – ha commentato Attilio Sommavilla, Presidente di BIM GSP –. Il tutto a salvaguardia delle risorse naturali disponibili, sempre più limitate e da preservare per il futuro. Un tassello importante, quindi, per consumi più consapevoli, forniture più sicure e a zero sprechi e un ambiente più sostenibile».

 


Leggi anche

Arrivare nell’arco di 5 anni alla lettura da remoto dei contatori in tutta l’area metropolitana di Torino: questo è il progetto di telelettura dei misuratori che SMAT realizzerà con un investimento di 60 milioni di euro. Per la trasmissione dei dati sarà utilizzato il protocollo LoRaWAN che, utilizzando una porzione ridottissima di banda in pochi millisecondi e con consumi di energia minimi, consente di trasmettere le informazioni più volte al giorno….

Leggi tutto…

Valore della produzione oltre i 600 milioni di euro, investimenti per 172,8 milioni, la produzione di energia da fonte rinnovabile più che raddoppiata rispetto al 2017 e le emissioni di CO2 ridotte di 3.000 tonnellate. Sono alcuni dati del rapporto sull’attività del gestore idrico pugliese nello scorso anno, che mostra come il miglioramento dei dati economici dell’azienda procede in parallelo agli importanti risultati conseguiti sul fronte della sostenibilità. …

Leggi tutto…

Completare la trasformazione digitale delle infrastrutture e guidare la transizione energetica dando impulso allo sviluppo dei gas rinnovabili e all’efficienza energetica: questi sono i principali obiettivi del nuovo Piano strategico che aggiorna quello presentato lo scorso ottobre. Importanti risorse sono poi destinate alle acquisizioni e alle gare Atem per proseguire il programma di crescita …

Leggi tutto…

La società la scorsa estate aveva installato ad Annone di Brianza gli smart meter a ultrasuoni con tecnologia Acoustic Leak Detection per sperimentare la telelettura dei consumi delle utenze e la creazione di una rete di ricerca perdite attiva. Notevoli i risultati già conseguiti con il volume totale di perdite passato dai circa 250.000 mc nel 2019 agli attuali 130.000 mc…

Leggi tutto…

La società si è aggiudicata la gara per la distribuzione nell’ambito territoriale che comprende il capoluogo campano e i comuni di Ercolano, Portici, San Giorgio a Cremano, Torre Annunziata e Torre del Greco. Una gara del valore di 650 milioni di euro, che rafforza la presenza di 2i Rete Gas in Campania, dove già distribuisce gas a oltre 252.000 utenze e, tramite Cilento Reti Gas, sta metanizzando 31 comuni….

Leggi tutto…