Partiti i lavori per il nuovo teleriscaldamento ad Alessandria

Vanno avanti ad Alessandria gli incontri promossi da Telenergia per far conoscere alla popolazione il teleriscaldamento. Obiettivo delle iniziative è far toccare con mano il funzionamento e le caratteristiche della tecnologia che la società, nata dalla partnership tra Tlrnet, holding controllata dal Gruppo Egea con la partecipazione del fondo iCon Infrastructure, e la multiutility cittadina Gruppo Amag, sta estendendo a tutta la città.

Il piano di Telenergia prevede infatti di portare, nei prossimi 6 anni, il servizio in tutte le case degli alessandrini, grazie alla realizzazione di due nuove centrali di cogenerazione, una ubicata nella zona Sud della città, e l’altra nella zona Nord. La prima, i cui lavori sono stati già avviati, sorgerà ai margini del quartiere Europa e sarà costituita da due cogeneratori, con una potenza una potenza termica complessiva di circa 96 MW e una potenza elettrica di 10 MW. Sempre dal quartiere Europa, da giugno, verranno aperti i cantieri per la posa della nuova rete che poi si svilupperà in tutto il territorio cittadino.

La seconda centrale sorgerà, invece, nella zona Nord, in un’area utilizzata da Amag Ambiente come deposito cassonetti, e avrà una potenzia termica di 49 MW e una potenza elettrica di 9,5 MW.

Un grande progetto che vedrà anche la posa di una rete di distribuzione della lunghezza di 62 chilometri che porterà il calore a oltre 780 utenze, per un investimento totale di 90 milioni di euro, dei quali 48 per la realizzazione della rete e 42 per la costruzione delle due centrali.

Una volta in esercizio, il sistema il sistema garantirà notevoli benefici ambientali, oltre a un incremento della qualità della vita, con la riduzione del 25% delle emissioni di CO2, del 335 di CO e del 56% di NOx.


Leggi anche

La riproduzione di una torre di raffreddamento in scala realizzata in acciaio dall’artista Ennio Zucchelli è la nuova opera che arricchisce il Museo geotermico di Larderello, a Pomarance, in provincia di Pisa. Con il suo lavoro l’artista ha voluto rendere omaggio a una tecnologia amica della natura dalla quale i sei comuni geotermici toscani ottengono il calore per le loro abitazioni …

Leggi tutto…

Sarà terminato a novembre l’impianto solare a supporto della rete di teleriscaldamento che la danese Arcon-Sunmark sta realizzando a Bernburg, in Sassonia, per conto di Stadtwerke Bernburg. Con i suoi 632 collettori e una produzione annua di 2,3 MW sarà il secondo più grande del Paese, dietro quello che la società danese sta realizzando a Ludwigsburg, nel Baden-Württemberg …

Leggi tutto…

Il manuale Upgrading the performance of district heating networks fornisce indicazioni tecniche e non sulle strategie per migliorare le prestazioni dei sistemi. Indicazioni elaborate a partire dalle esperienze sviluppate nell’ambito del progetto europeo Upgrade DH, che coinvolge gestori, realtà industriali e del mondo della ricerca attivi nel campo del teleriscaldamento di otto diversi Paesi europei, tra i quali l’Italia, presente con Hera e Optit…

Leggi tutto…

Nel paese è boom degli impianti solari termici collegati alle reti di distribuzione del calore: sono ben 34 i grandi sistemi oggi integrati alle reti, per una capacità di 44 MW, e solo in questo anno è prevista l’installazione di altri 33 MW. Una crescita destinata a durare, considerando che nei prossimi cinque anni la potenza installata sarà triplicata rispetto a quella attuale, arrivando a oltre 140 MW…

Leggi tutto…