Partiti i lavori per il nuovo teleriscaldamento ad Alessandria

Vanno avanti ad Alessandria gli incontri promossi da Telenergia per far conoscere alla popolazione il teleriscaldamento. Obiettivo delle iniziative è far toccare con mano il funzionamento e le caratteristiche della tecnologia che la società, nata dalla partnership tra Tlrnet, holding controllata dal Gruppo Egea con la partecipazione del fondo iCon Infrastructure, e la multiutility cittadina Gruppo Amag, sta estendendo a tutta la città.

Il piano di Telenergia prevede infatti di portare, nei prossimi 6 anni, il servizio in tutte le case degli alessandrini, grazie alla realizzazione di due nuove centrali di cogenerazione, una ubicata nella zona Sud della città, e l’altra nella zona Nord. La prima, i cui lavori sono stati già avviati, sorgerà ai margini del quartiere Europa e sarà costituita da due cogeneratori, con una potenza una potenza termica complessiva di circa 96 MW e una potenza elettrica di 10 MW. Sempre dal quartiere Europa, da giugno, verranno aperti i cantieri per la posa della nuova rete che poi si svilupperà in tutto il territorio cittadino.

La seconda centrale sorgerà, invece, nella zona Nord, in un’area utilizzata da Amag Ambiente come deposito cassonetti, e avrà una potenzia termica di 49 MW e una potenza elettrica di 9,5 MW.

Un grande progetto che vedrà anche la posa di una rete di distribuzione della lunghezza di 62 chilometri che porterà il calore a oltre 780 utenze, per un investimento totale di 90 milioni di euro, dei quali 48 per la realizzazione della rete e 42 per la costruzione delle due centrali.

Una volta in esercizio, il sistema il sistema garantirà notevoli benefici ambientali, oltre a un incremento della qualità della vita, con la riduzione del 25% delle emissioni di CO2, del 335 di CO e del 56% di NOx.


Leggi anche

Annunciato lo scorso ottobre, è diventato realtà lo scambio di infrastrutture tra i due gruppi, funzionale al rafforzamento dei rispettivi core business. Con questa operazione Italgas ha ceduto ad A2A Calore & Servizi il teleriscaldamento di Cologno Monzese (Milano), ottenendo da Unareti le attività di distribuzione gas nei sette comuni piemontesi che fanno parte dell’Atem 4 Alessandria…

Leggi tutto…

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018…

Leggi tutto…

L’impianto, che sorge nel territorio di Ferrara, passa nelle mani della multiutility e di Enel Green Power, che nel 2017, in raggruppamento temporaneo di imprese, si sono aggiudicate il bando per la coltivazione del giacimento geotermico. Un passaggio che apre nuove prospettive per lo sviluppo del teleriscaldamento cittadino, gestito da Hera, già alimentato per il 43% dall’energia pulita generata dalla centrale…

Leggi tutto…

Progettato da Brianza energia ambiente (Bea), il sistema sarà completato per la fine dell’anno e all’inizio servirà 15 utenze pubbliche, per poi procedere con l’allaccio di quelle private. Ad alimentare la rete, che sarà realizzata con un investimento di 7 milioni di euro, il calore generato dalla combustione dei rifiuti nel termovalorizzatore di Desio, sempre di proprietà di Bea…

Leggi tutto…

La multiutility del Nord della Lombardia ha perfezionato con la Banca europea per gli investimenti un prestito, a 16 anni, a sostegno del suo Piano di investimenti 2019-2023. Le risorse serviranno a sostenere progetti nei diversi campi di attività del gruppo, dall’ambiente alle reti idriche, da quelle elettriche al teleriscaldamento, dall’illuminazione pubblica all’efficienza energetica dalle smart city alla sicurezza informatica, interessando circa 900.000 abitanti…

Leggi tutto…