Partiti i lavori per teleriscaldare Muggiò

Hanno preso il via i lavori per realizzare la rete di teleriscaldamento a servizio di Muggiò, comune di oltre 23.500 abitanti in provincia di Monza e Brianza. IL progetto è di Brianza energia ambiente (Bea), azienda specializzata nei servizi ambientali e principale operatore nella provincia di Monza e Brianza nell’ambito del recupero di materia e produzione di energia attraverso la valorizzazione dei rifiuti nei propri impianti.

Il progetto

L’amministrazione comunale di Muggiò ha appoggiato il progetto per i grandi vantaggi che la tecnologia garantisce in termini di sicurezza, sostenibilità ambientale, riduzione dei consumi e dei costi per il riscaldamento. La posa delle condotte comporta un investimento di 7 milioni di euro a carico di Bea e andrà avanti per tutto l’anno. Inizialmente saranno allacciati all’infrastruttura quindici edifici pubblici, che ora sono dotati di impianti vecchi e dispendiosi: quattro scuole materne, tre scuole elementari, un asilo nido, uno spazio gioco, il palazzo comunale, la Cascina Faipò, una scuola media, un istituto comprensivo, il poliambulatorio e il campo sportivo.

L’impianto di Desio

Ad alimentare il sistema una centrale termica connessa all’impianto di termovalorizzazione situato a Desio, di proprietà di Bea. Questo impianto trasforma già i rifiuti urbani in vapore per produrre energia elettrica e termica. Con questa soluzione Bea fornisce già calore ai comuni di Desio, Bovisio Masciago, Varedo e Nova Milanese, con una rete di teleriscaldamento che si sviluppa per 39 chilometri.


Leggi anche

È questo il tema al centro del quarto incontro, organizzato da Anci Lombardia e Water Alliance, la rete delle otto aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, svoltosi a Monza, che ha coinvolto anche Regione Lombardia, Ato, Assolombarda, Confartigianato, oltre a docenti e ricercatori universitari. Economia circolare, innovazione tecnologica e sinergie industriali tra pubblico e privato sempre più fondamentali nel futuro del sistema…

Leggi tutto…

Il sistema sperimentale, realizzato nel sito di Herambiente, raffina il biogas generato dalla bio-decomposizione della frazione organica dei rifiuti di discarica in “metano verde”. Il biogas così ottenuto viene utilizzato per alimentare parte della flotta di autobus del servizio pubblico cittadino. L’impianto fa parte del progetto Biomether Life finanziato dalla Commissione europea e da Regione Emilia-Romagna…

Leggi tutto…

L’evento ha riunito le testimonianze delle istituzioni, tra cui Regione Lombardia, e dei più importanti player del settore per ragionare sul ruolo dei termovalorizzatori nello sviluppo delle politiche ambientali dei nostri territori. Partendo dalla Biopiattaforma di Sesto San Giovanni…

Leggi tutto…

Con 4 miliardi di ricavi, un contributo al Pil di 2,5 miliardi, 28.000 posti di lavoro attivati in Italia la multiutility costituisce una delle principali realtà industriali nazionali. Una realtà che vuole essere attore chiave per lo sviluppo dei territori serviti, con 3,3 miliardi di investimenti nei prossimi 5 anni, puntando su sostenibilità, economia circolare e innovazione dei servizi …

Leggi tutto…

A ECOMONDO 2019 Acquedotto Pugliese ha presentato le attività in difesa dell’acqua, dalla sorgente fino al suo riuso…

Leggi tutto…