Passi in avanti per la metanizzazione della Val Neva e Val Pennavaire

Passi in avanti per il piano di metanizzazione della Val Neva e Val Pennavaire in provincia di Savona. Si è infatti svolto presso il comune di Cisano sul Neva l’incontro per dare concretezza al progetto, coltivato da tempo. Il Comune di Cisano sul Neva aveva già approvato nel 2015 lo schema di convenzione Atem Savona 1 Sud Ovest per lo svolgimento della gara, in forma associata, per l’affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale e la successiva gestione del contratto. La gara, che aveva come capofila il Comune di Albenga, però era andata deserta.

Di recente, la società Energie Rete Gas di Genova, che gestisce le reti di trasporto regionali tra le provincie di Savona, Aosta e Cuneo, e che ha da poco realizzato il metanodotto tra l’ex cartiera Valbormida di Murialdo e i comuni dell’Alta Val Bormida, Calizzano e Bardineto, ha ottenuto l’approvazione del progetto per realizzare la dorsale del gas metano, lunga 15 km, che servirà i comuni di Cisano sul Neva, Zuccarello, Castelbianco e Nasino. Tocca dunque ai comuni interessati presentare ora un Piano industriale della durata di 12 anni con l’analisi dettagliata dei costi-benefici e con una base tecnica affidabile per definire il tracciato della rete di distribuzione e verificarne la sostenibilità economica. Quando sarà pronto si potrà procedere alla definizione del bando di gara per l’affidamento del servizio. Ad occuparsene sarà la Provincia di Savona, l’Ente d’ambito, coadiuvata dal Consorzio concessioni rete gas (Crg), consulente dell’Ambito territoriale.


Leggi anche

Presidente Acque Bresciane Gianluca Delbarba

Presa d’atto del Consiglio Comunale di Ghedi circa il subentro del gestore unico nei servizi di acquedotto, depurazione e fognatura. L’operatività dal 1 gennaio 2020. Saliranno così a 93 i Comuni gestiti da Acque Bresciane…

Leggi tutto…

Con la firma del contratto di servizio giunge a conclusione definitiva l’iter per la prima gara per la concessione del servizio fatta con il metodo degli Atem. Servizio che interessa 49 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per 12 anni, che Italgas si era aggiudicato lo scorso aprile con un’offerta di 200 milioni e un programma di investimenti che prevede, tra l’altro, il rinnovo di 180 km di rete e la posa di altri 150 km di nuove condotte…

Leggi tutto…

Il Tar della Lombardia ha annullato la gara aggiudicata a Unareti, società del gruppo A2A, per la concessione per 12 anni del servizio di distribuzione del gas a Milano e in sei comuni della sua provincia. Il Tribunale amministrativo regionale ha dunque accolto il ricorso di 2i Rete Gas, come aveva già accolto quello di A2A proprio contro 2i Rete gas: da rifare dunque la mega gara del valore di 1,3 miliardi di euro e la prima, tra le poche, che erano state assegnate …

Leggi tutto…

Dopo tanti rinvii, l’assemblea dei sindaci ha finalmente approvato la convenzione che dà il via all’iter per la gara per aggiudicare il servizio di distribuzione gas nell’Atem 146, che comprende 117 comuni irpini. Il nuovo concessionario sarà scelto con bando europeo, gestirà per 12 anni un’infrastruttura che si sviluppa in totale per 1541 km, del valore di circa 10 milioni di euro di fatturazione all’anno …

Leggi tutto…

La gara riguarda il completamento per il secondo lotto dell’importante infrastruttura che permetterà di raccogliere e convogliare le acque bianche e nere tra la zona di via Leonardo Da Vinci fino al depuratore di Acqua dei Corsari, raccogliendo i reflui di diversi quartieri. L’importo a base gara è di quasi 27 milioni di euro e il termine per la presentazione delle offerte è fissato al 15 gennaio 2020…

Leggi tutto…