Piave Servizi potenzia il depuratore di Vazzola

Cominceranno in primavera per concludersi tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo i lavori di Piave Servizi per adeguare e potenziare il depuratore di Vazzola, in provincia di Treviso.

Il progetto messo a punto dal gestore idrico di 39 comuni delle province di Treviso e Venezia prevedono una serie di implementazioni tecniche. L’obiettivo è aggiornare l’impianto e aumentarne la capacità di trattamento dagli attuali 4.000 a 7.000 abitanti. Un incremento finalizzato a supportare il sevizio di trattamento dei reflui nelle aree che nei prossimi anni vedranno un’importante espansione urbanistica. Il depuratore è infatti dotato di una filiera di trattamento che ha ormai raggiunto i suoi limiti progettuali.

L’intervento sarà realizzato con un investimento di 2,5 milioni di euro. Prevede la demolizione di alcune unità operative della filiera di processo esistente non più funzionali. In questo modo si consentirà il recupero di aree da adibire a nuove sezioni di trattamento e numerose opere che riguarderanno sia la linea acque sia la linea fanghi.

Alessandro Bonet, Presidente di Piave Servizi

«Diamo il via a un intervento necessario a migliorare sensibilmente le condizioni di servizio dei nostri utenti. Un ulteriore tassello che va a costituire il quadro degli investimenti sul territorio, volano per il territorio stesso. Ricordiamo infatti che anche nel 2019 il valore economico distribuito della società, pari a 28 milioni di euro, è stato destinato per la metà ai fornitori, appartenenti per il 49,5% al tessuto delle province di Treviso e Venezia. Tutto questo oltretutto mantenendo per i nostri utenti una delle tariffe per il Servizio Idrico Integrato tra le più esigue d’Italia, 1,74 euro al metro cubo, meno della metà della media europea (3,69 euro/metro cubo) e più bassa del 20% rispetto al contesto italiano (2,18 euro/metro cubo) e del Nordest.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 


Leggi anche

Ijinus produce logger funzionanti a batteria, dal piccolo ingombro, dotati di trasmissione dati su più piattaforme, resistenti a condizioni estreme, semplici da usarsi. Cavalli di battaglia sono: i misuratori di livello a batteria, nati per lavorare in fognatura e con un software brevettato per leggere con precisione e non avere problemi con eventuali ostacoli nel cono degli Ultra Suoni; i sensori di tracimazione o overflow….

Leggi tutto…

Stefano Donnarumma Terna

L’assemblea dei soci ha rinnovato il consiglio di amministrazione, tra l’altro ampliato nel numero, del gestore della rete elettrica nazionale. Donnarumma, dimessosi da Acea, è il nuovo amministratore delegato e direttore generale della società, mentre Bosetti è stata eletta alla presidenza. Succedono, rispettivamente, a Luigi Ferraris e Catia Bastioli, e resteranno in carica fino al 2022 …

Leggi tutto…

La centralità di questo combustibile nel processo di decarbonizzazione del Continente è sottolineata dall’ultimo elenco dei Progetti di interesse comune per la rete di interconnessione energetica europea. Progetti che possono accedere ai finanziamenti dell’Unione e che comprendono ben 32 opere che riguardano le infrastrutture gas. Di queste ben 6 sono italiane…

Leggi tutto…

In attesa che si completi la riforma del servizio con l’affidamento delle gestioni, Regioni Calabria ha scelto Sorical, la società che gestisce i grandi sistemi di adduzione regionale, per realizzare il programma di interventi di efficientamento e ingegnerizzazione delle reti di distribuzione. Il progetto interessa circa quaranta comuni ed è sostenuto da un investimento di 68 milioni di euro…

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…