Piero Ferrari è il nuovo amministratore delegato di Acquedotto del Fiora

Cambio al vertice di Acquedotto del Fiora. La società, gestore unico del servizio idrico nell’Ambito territoriale ottimale Ombrone, in Toscana, che comprende 55 comuni, tutti e 28 quelli della provincia di Grosseto e 27 della provincia di Siena, ha un nuovo amministratore delegato. È Piero Ferrari, che sostituisce Aldo Stracqualursi, che ha guidato l’azienda negli ultimi quattro anni, e che ha lasciato il suo incarico in vista del suo imminente pensionamento.

Manager di grande esperienza e competenze, Ferrari ha ricoperto da settembre 2014 sino a oggi il ruolo di amministratore delegato di Gesesa Spa, la società che gestisce il servizio idrico integrato di Benevento e di 22 comuni della sua provincia, sempre parte, come Acquedotto del Fiora, del gruppo Acea. Entrato in Acea Spa nel 1989, Ferrari ha già rivestito in Acquedotto del Fiora l’importante ruolo di responsabile risorse umane e organizzazione fino a settembre 2014 ed è stato coordinatore risorse umane area di business Toscana – Umbria.

La nomina del nuovo numero uno della società è stata per i membri del consiglio di amministrazione l’occasione per ringraziare l’amministratore delegato uscente per la collaborazione e il lavoro svolti in questi anni, lavoro che ha consentito all’azienda di raggiungere importanti obiettivi.


Leggi anche

A tanto ammonta il budget approvato dall’assemblea dei soci dell’azienda che gestisce il servizio idrico in 108 comuni veneti per nuove opere. 16 milioni sono destinati al territorio dell’ATO Bacchiglione e 13 a quello dell’ATO Polesine. Tra i principali interventi la realizzazione della rete Ponso-Montagnana, che permetterà di fornire ai comuni colpiti dalla problematica Pfaff acqua pedemontana di alta qualità…

Leggi tutto…

Il consiglio di amministrazione della società ha deliberato l’avvio delle procedure d’appalto per i lavori di potenziamento delle infrastrutture idriche a Marina di Gioiosa, splendida località marittima del comune di Gioiosa. I lavori, per una spesa complessiva di 12,6 milioni, prevedono la realizzazione di 17 chilometri di reti idriche e di 1,7 chilometri di reti fognarie…

Leggi tutto…

La società, che gestisce il servizio idrico in 77 comuni della provincia di Verona, ha concluso due contratti di finanziamento con le due realtà per un valore ciascuno di 30 milioni. Risorse che serviranno a sostenere il pianto di interventi programmati sul territorio, che prevedono al 2021 investimenti per oltre 150 milioni di euro….

Leggi tutto…

La società ha avviato le procedure di gara per gli interventi in programma nei comuni di Leverano e Veglie, in provincia di Lecce, per un valore complessivo di 13 milioni di euro. Nel primo comune il programma prevede la realizzazione di 3,5 km di nuove condotte idriche e 18 km di condotte fognarie, nel secondo di 7 km di reti idriche e di altrettante per la raccolta dei reflui…

Leggi tutto…

Esempio di best practice quanto sta avvenendo nel piccolo comune in provincia di Varese, dove l’amministrazione ha riscoperto e sta riqualificando un vecchio bacino idrico, e il suo sistema di reti, abbandonato almeno dagli anni Cinquanta, che con le sue sorgenti può fornire acqua di qualità per integrare quella ora disponibile. Il tutto con una spesa di soli 90.000 euro. …

Leggi tutto…