Pietro Fiorentini acquisisce FAST

Riportiamo il comunicato stampa ufficiale di FAST

 

Arcugnano (VI), 09 febbraio 2021

Il Gruppo Pietro Fiorentini è lieto di comunicare la firma dell’accordo di acquisizione del 60% delle quote di partecipazione di FAST Spa, società con sede principale a Scandiano – in provincia di Reggio Emilia – che realizza sistemi di automazione e controllo di processo per l’industria e per i servizi di produzione, gestione e distribuzione delle utilities. Il closing dell’operazione avverrà nel corso dei prossimi mesi, con il restante 40% delle quote che resterà in capo ai soci fondatori.

FAST opera dal 1982 nel settore delle tecnologie di controllo, sviluppando prodotti e soluzioni integrate per l’ottimizzazione dei processi. Le proposte di FAST utilizzano avanzate tecnologie hardware e software, con l’obiettivo di semplificare il compito degli operatori riducendo l’incidenza degli errori umani. L’azienda collabora con numerose aziende multi-utilities e con importanti players internazionali del settore industriale.

Emilio Benati, Amministratore Delegato di FAST

“Per un vasto numero di motivi facilmente intuibili, l’entrata di FAST nel Gruppo Pietro Fiorentini amplia di gran lunga le nostre prospettive di business, sia sul mercato italiano che su quello internazionale. Le evidenti e notevoli sinergie derivanti da questa operazione ci permetteranno di presentare un’offerta di soluzioni smart create per essere leader di mercato nel processo di digitalizzazione. Credo che la collaborazione sarà di stimolo per la crescita di FAST e di tutto il Gruppo Pietro Fiorentini, con soluzioni capaci di coinvolgere e far brillare tutti i valori condivisi.”

Cristiano Nardi, Presidente Esecutivo del Gruppo Pietro Fiorentini

“Abbiamo individuato questa società come il partner ideale per affiancarci nelle sfide legate alla digitalizzazione delle reti di distribuzione e trasporto. L’acquisizione aumenterà la nostra capacità di R&D per quel che concerne la gamma dei prodotti elettronici per la misura, il controllo e il monitoraggio del gas, rafforzando le soluzioni software sviluppate dalla nostra controllata Terranova. L’ingresso di FAST darà inoltre al Gruppo Pietro Fiorentini l’opportunità di accelerare l’ingresso nel settore dell’acqua, che riteniamo rappresenti un’ottima opportunità per sfruttare le potenziali sinergie nell’ambito della digitalizzazione e della misura smart”.

Un’ulteriore importante sinergia arriverà dal reparto Controllo di Processo di FAST, che con la sua consolidata esperienza nell’automazione e controllo di macchine e impianti aumenterà la competitività della nostra Divisione Sistemi, conferendo ulteriore valore alle soluzioni Pietro Fiorentini.

Un’operazione che rappresenta un passo decisivo nel consolidamento della leadership del Gruppo Pietro Fiorentini nei settori dello Smart Metering e delle Smart Grids, aprendo la strada a nuove e importanti opportunità di mercato.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

È quanto prevede il nuovo piano industriale 2021-2030 Life is our Duty, focalizzato sull’economia circolare e sulla transizione energetica, con investimenti, rispettivamente, per 6 e 10 miliardi di euro, per contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU e al rilancio economico del Paese. Tra i target, ridurre del 20% delle perdite idriche, portare la capacità installata di rinnovabili a 5,7 GW, e recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti …

Leggi tutto…

Le nuove infrastrutture sono al servizio di otto comuni nei bacini 26, 27, 35 e 37 nei quali è stata suddivisa l’isola. Inizialmente saranno alimentate attraverso carri cisterna, in attesa dell’installazione dei depositi criogenici di GNL che garantiranno continuità e massima flessibilità nell’approvvigionamento. Native digitali, le infrastrutture gas in futuro potranno accogliere anche gas rinnovabili …

Leggi tutto…

Il nuovo documento, che delinea le strategie di crescita della multiutility per il periodo 2021-2024, mette al centro sostenibilità, innovazione e digitalizzazione. Per quanto riguarda la ripartizione delle risorse, al ciclo idrico sono destinati 46 milioni, mentre al settore ambientale ne andranno complessivamente 37. Notevoli gli investimenti anche nel comparto energia, con 30 milioni destinati alla distribuzione gas e ben 50 al comparto elettrico…

Leggi tutto…

Il piano messo a punto per il rilancio dell’Italia presentato da Utilitalia nel corso di un’audizione alla Camera contribuirebbe ad un incremento dell’1,48% del PIL e alla creazione di 285.000 nuovi posti di lavoro. La quota maggiore degli investimenti andrebbe al ciclo idrico, con progetti per 14 miliardi, seguito da quello energetico, circa 7 miliardi, e da quello ambientale, con circa 4 miliardi….

Leggi tutto…

L’operazione di fusione per incorporazione di Teclab si inquadra nel processo di ridefinizione societaria di Fast Spa, ed è volta a semplificare la struttura al meglio valorizzando le sinergie operative, amministrative e societarie. Ne consegue anche un miglioramento dell’efficienza del reparto Ricerca e Sviluppo e una conseguente nuova posizione di rilievo sul mercato nel settore dello Smart Grids e Smart Metering. Una fusione che garantirà il raggiungimento di nuovi importanti traguardi a servizio delle Utilities e del settore dell’Automazione e Controllo di Processo….

Leggi tutto…