Più investimenti e ricavi per Lario Reti Holding nel 2020

Approvato dall’Assemblea degli azionisti il bilancio 2020 di Lario Reti Holding. Un anno, il quinto per la società come gestore del ciclo idrico in tutta la provincia di Lecco, importante per investimenti e risultati ottenuti.

 

Investimenti per quasi 30 milioni

Le risorse impiegate lo scorso anno sono state pari a 29,7 milioni di euro, in crescita del 23% rispetto al 2019. Gli investimenti effettuati nelle attività relative al Piano d’Ambito hanno toccato gli 11,7 milioni:

  • 1,7 milioni andati all’acquedotto
  • 3,2 milioni alla rete fognaria
  • 6,8 milioni agli impianti di depurazione

Agli investimenti sostenuti per queste attività si affiancano:  

  •  2,5 milioni per la ricerca delle perdite 
  • 10,1 milioni agli interventi di manutenzione

Importanti risorse, per un totale di 5,1 milioni, sono poi state dedicate all’evoluzione tecnologica dell’infrastrutture e della gestione. Tra questi investimenti spiccano quelli dedicati al piano di sostituzione dei misuratori:

  • 2 milioni per la telelettura dei consumi 
  • 1,4 milioni ai sistemi informativi, cartografici e di telecontrollo degli impianti

 

I traguardi raggiunti

Significativi anche i risultati conseguiti nel corso del 2020. Come l’ottenimento dell’autorizzazione allo scarico per il depuratore di Lecco, che mancava da 20 anni. Il potenziamento degli impianti di depurazione di Premana e di Ballabio. La conclusione delle opere di collettamento della fognatura nel centro storico di Mandello del Lario, fondamentale per impedire scarichi diretti a lago. L’avvio dei lavori di potenziamento del depuratore di Valmadrera, propedeutico al collettamento degli scarichi fognari da Oliveto Lario.

 

Nuove risorse da investire

Ottime anche le performance economiche registrate dalla società. I ricavi conseguiti ammontano a 52 milioni di euro e sono costituiti prevalentemente dalla tariffa del servizio idrico. L’utile netto d’esercizio si attesta a 5,3 milioni di euro, cifra che risente positivamente dell’apporto dei dividendi erogati dalla partecipazione detenuta in Acsm-Agam, per 3,8 milioni.

Utili che saranno destinati a nuovi investimenti nel comparto idrico. Ma per quanto riguarda i prossimi anni, a dare supporto alla capacità di investimento della società, oltre ai risultati positivi degli ultimi anni, ci saranno risorse aggiuntive. Quelle, pari a 50 milioni di euro, provenienti dal finanziamento che Lario reti Holding ha richiesto alla Banca Europea degli Investimenti a luglio dello scorso anno.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 

 


Leggi anche

Rete fognaria ai raggi X per eliminare le acque cosiddette “parassite” e, quindi, migliorare le performance dei depuratori. È questo l’ambizioso progetto che ATS sta avviando nell’area dei 52 comuni del servizio idrico integrato. Si conta di partire già a novembre con la rete fognaria di Carbonera, per estendere poi il risanamento ad altre aree di tutto il territorio. In corso gli studi idraulici e i monitoraggi preventivi….

Leggi tutto…

La gara indetta dal Commissario Straordinario Unico per la depurazione permetterà la raccolta dei reflui nelle aree ancora prive di rete e di collettarli al depuratore. Il bando ha una base di asta di 7,2 milioni di euro e prevede la posa di 18 chilometri di condotte in polietilene da completare in 720 giorni. L’infrastruttura consentirà alla cittadina di uscire dalla procedura di infrazione comunitaria…

Leggi tutto…

Sarà un intervento ambizioso, ad alta tecnologia innovativa e in cui l’approccio “green” è prevalente quello che Alto Trevigiano Servizi si accinge ad effettuare nell’impianto di depurazione di Salvatronda a Castelfranco Veneto….

Leggi tutto…

Valore della produzione oltre i 600 milioni di euro, investimenti per 172,8 milioni, la produzione di energia da fonte rinnovabile più che raddoppiata rispetto al 2017 e le emissioni di CO2 ridotte di 3.000 tonnellate. Sono alcuni dati del rapporto sull’attività del gestore idrico pugliese nello scorso anno, che mostra come il miglioramento dei dati economici dell’azienda procede in parallelo agli importanti risultati conseguiti sul fronte della sostenibilità. …

Leggi tutto…

calcestruzzo

Conosciamo tutti le cause del degrado delle strutture idrauliche in calcestruzzo, aspetti di cui occorrerebbe tener conto sin dalla progettazione. Capita infatti, che durante la progettazione di opere, non venga dato sufficiente “peso” all’aspetto ambientale in cui l’opera si inserirà, così come quali lavori dovrà svolgere e a quali condizioni….

Leggi tutto…