Primi passi per il nuovo metanodotto Rimini-San Sepolcro di Snam


Muove i suoi primi concreti passi l’iter per la realizzazione del nuovo metanodotto Rimini-San Sepolcro, opera programmata da Snam per sostituire il vecchio collegamento tra le due città. Il ministero dello Sviluppo economico ha infatti pubblicato di avvio del procedimento per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio dei terreni che saranno attraversati dall’opera situati in Emilia-Romagna e in Toscana.
Il nuovo gasdotto permetterà dunque di mandare in pensione la vecchia infrastruttura e la sua realizzazione risulta fondamentale per garantire nel tempo la qualità del servizio e la sicurezza energetica del paese, contribuendo in modo sostanziale ad accrescere la flessibilità nell’esercizio del sistema di trasporto di gas naturale tra le direttive Est – Ovest e viceversa.
Il progetto di Snam si articola in una serie di interventi, il principale dei quali riguarda la posa di una nuova condotta costituita da un primo tratto di tubazione DN 650 della lunghezza di 38,520 km e un successivo tratto di tubazione DN 750 della lunghezza di 37,095 km, per uno sviluppo complessivo di 75,615 km, rispetto ai 74,510 km del vecchio impianto. Inoltre, saranno rifatte anche 11 linee secondarie che fanno parte della rete regionale dei gasdotti. L’impiego delle moderne tecniche realizzative permetterà di superare aree geologicamente complesse e soggette a fenomeni di instabilità contribuendo così, con maggior efficienza, alla salvaguardia della sicurezza del trasporto.
Il percorso del nuovo gasdotto seguirà lo stesso corridoio individuato dalla condotta esistente, salvo alcune varianti e ottimizzazioni di tracciato, snodandosi attraverso le province di Rimini, dove interesserà oltre al capoluogo i territori dei comuni di Santarcangelo di Romagna, Verucchio, San Leo, Novafeltria, Talamello, Maiolo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Casteldelci, e della provincia di Arezzo, attraversando i territori di Badia Tedalda, Pieve Santo Stefano e Sansepolcro.


Leggi anche

In occasione della recente edizione di H20 a Bologna, Benassi ha ricevuto un premio a livello nazionale grazie all’utilizzo dell’innovativo Saertex Liner Gas

Leggi tutto…

Un milione di euro è l’investimento della società del Gruppo Ascopiave per ampliare l’infrastruttura di distribuzione del metano nel comune del trevigiano. I lavori prenderanno il via all’inizio del prossimo anno e vedranno la posa di 4 chilometri di nuove condotte. Saranno seguiti da un ulteriore intervento che vedrà la costruzione di altri 6 chilometri di rete entro il prossimo giugno…

Leggi tutto…

Comincia da Pescara l‘avventura della multiutility capitolina nel settore gas. La società ha siglato un accordo con Alma Cis e Mediterranea Energia Soc per l’acquisire il 51% del capitale di Pescara distribuzione gas, azienda che gestisce la distribuzione gas nella città abruzzese e proprietaria insieme al comune dell’infrastruttura che conta 375 chilometri di rete e 62.000 punti di riconsegna …

Leggi tutto…

È la stima del Comune di Ferrara che sta mettendo a punto il documento per la gara di affidamento al gestore unico del servizio di distribuzione gas in città e in 23 comuni della sua provincia. Circa 360.000 gli abitanti serviti dall’infrastruttura, costituita da più di 3000 chilometri di rete, con 182.825 punti di riconsegna attivi e 338 milioni di metri cubi distribuiti all’anno…

Leggi tutto…

Pubblicato il bando di gara per individuare il partner industriale che acquisirà la proprietà di Rete Gas Fidenza, la società pubblica che gestisce il servizio di distribuzione gas e proprietaria della rete. La base d’asta è di 10,5 milioni di euro e il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è il prossimo 24 ottobre…

Leggi tutto…