Primo importante passo verso la metanizzazione di Porto Ercole

Il progetto di metanizzazione di Porto Ercole ha compiuto un suo primo importate passo. Centria, la società del gruppo Estra che si occupa della distribuzione gas, ha infatti concluso il primo lotto dei lavori che hanno visto la realizzazione di un nuovo tratto di rete che giunge fino alle porte di Porto Ercole, collegandosi alla rete già esistente che alimenta l’infrastruttura a servizio di Orbetello.

Il nuovo tratto, realizzato con tubazioni in polietilene, si sviluppa per oltre 5 chilometri. Permetterà di servire 130 utenze, che saranno presto collegate alla rete. Una piccola, ma importante quota, rispetto alle 2000 utenze da collegare previste con l’esecuzione del secondo lotto dell’opera, con la quale sarà realizzata la rete di distribuzione a servizio dell’intero comune.

Un intervento realizzato con un investimento di oltre 670.000 euro e caratterizzato da un iter autorizzativo molto complesso, per il quale è stato necessario ottenere l’autorizzazione, della Capitaneria di Porto, della Provincia di Grosseto, l’autorizzazione ai vincoli ambientali, il nulla osta paesaggistico, fino all’autorizzazione ad attraversare la laguna del Comune di Orbetello.

«Si tratta di un intervento molto importante e significativo che va a coprire un’area di pregio a vocazione turistico-ricettiva tutt’ora priva del servizio – ha commentato Alessandro Piazzi, amministratore delegato di Estra -. Indubbi i vantaggi per i cittadini: continuità di erogazione ed elevato vantaggio economico del gas metano rispetto ad altre forme di energia per il riscaldamento».


Leggi anche

Anche i residenti di San Benigno, frazione della città piemontese, godranno a breve dei benefici del metano. Italgas ha infatti concluso la realizzazione della rete gas nella frazione, alla quale a breve saranno allacciate circa 250 utenze. Insieme alle nuove condotte, per un’estensione totale di 3 chilometri, la società ha anche provveduto a posare i cavi per ospitare la fibra ottica per gli operatori del settore che vorranno installarla….

Leggi tutto…

15 chilometri di condotte, tra fognature, rete idrica e gas, quattro anni di lavoro e un investimento complessivo di 8 milioni di euro. Sono i numeri del grande intervento di risanamento ambientale realizzato dalla multiutility nella frazione di Cesena. I lavori hanno visto la realizzazione di un collettore fognario, che recapiterà i reflui al depuratore centrale della città, e la costruzione di una dorsale di acquedotto e una di gas a servizio della zona industriale. …

Leggi tutto…

Attivo il nuovo impianto di biogas realizzato da Acea Pinerlese presso il proprio Polo Ecologico di Pinerolo, con la società di ingegneria Hysytech. Un sistema all’avanguardia, in fase di brevetto internazionale, sia sotto il profilo tecnologico sia della sostenibilità ambientale, capace di trattare fino a 1500 Sm3/h di biogas e immettere fino a 900 Sm3/h di biometano nella rete gas nazionale. …

Leggi tutto…

Dopo l’apertura dei primi due cantieri, un nuovo intervento è pronto al via, che interesserà ben sette strade della città con la sostituzione di 1,9 chilometri di vecchie condotte. I lavori rientrano nel grande piano pluriennale di rinnovo delle reti messo a punto dall’azienda del Gruppo Hera con Unica Reti, la società proprietaria delle infrastrutture gas dei 30 comuni della provincia di Forlì-Cesena, che sarà realizzato con un investimento di circa 50 milioni di euro….

Leggi tutto…

Al via nelle prossime settimane i lavori che permetteranno di raggiungere con il servizio di distribuzione del metano la frazione Manfredonia del comune della provincia di Brindisi. Il progetto proseguirà anche nei prossimi due anni, quando partirà la seconda fase delle opere, che porteranno la rete nelle frazioni di Torretta e Palmitella. In totale saranno posati 16 chilometri di nuove condotte con un investimento di 1,6 milioni di euro …

Leggi tutto…