Proceno sarà metanizzato, sfruttando la rete di Acquapendente

I comuni non metanizzati possono dotarsi del servizio di distribuzione gas metano in derivazione dalla rete esistente in un comune confinante. A questa possibilità, permessa dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha guardato il Comune di Proceno per migliorare la qualità della vita dei suoi 600 abitanti. L’amministrazione comunale del piccolo borgo del viterbese ha infatti raggiunto un accordo con il vicino comune di Acquapendente, già metanizzato, che gli consentirà di realizzare il progetto. Un accordo che rinforza ulteriormente la collaborazione tra i due comuni, che costituiscono i territori più a nord della regione Lazio.

Il partner tecnico

Ovviamente, il piano ha richiesto l’intervento di un partner tecnico che si occupasse di sviluppare il progetto e di realizzarlo. Anche questo è stato trovato ed è 2i Rete Gas. La società, secondo operatore nazionale della distribuzione, ha così messo a punto il piano di interventi necessario a portare il metano nella cittadina.

La derivazione

Il progetto, più nello specifico, prevede la posa di oltre 3,3 chilometri di nuove condotte. Queste si svilupperanno per circa 1 chilometro nel territorio di Acquapendente e per i restanti 2,3 chilometri in quello di Proceno. Le nuove condotte permetteranno così di collegare la rete esistente nel primo comune con quella presente a Proceno, ma attualmente alimentata a GPL.

Le tempistiche

La posa delle condotte prenderà il via nel anno 2022, per poi procedere con la conversione della rete a GPL. Quest’ultima fase però potrà partire solo da maggio del 2023, quando il Comune di Proceno subentrerà nella proprietà della rete GPL, attualmente gestita da Eni.

In questo modo potranno beneficiare del metano le 170 utenze ora già servite dalla rete a GPL. Ma non solo, perché all’infrastruttura potranno collegarsi anche 180 ulteriori cittadini residenti lungo il tracciato delle condotte.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

La società si è aggiudicata la gara per la distribuzione nell’ambito territoriale che comprende il capoluogo campano e i comuni di Ercolano, Portici, San Giorgio a Cremano, Torre Annunziata e Torre del Greco. Una gara del valore di 650 milioni di euro, che rafforza la presenza di 2i Rete Gas in Campania, dove già distribuisce gas a oltre 252.000 utenze e, tramite Cilento Reti Gas, sta metanizzando 31 comuni….

Leggi tutto…

Consegnati i lavori per completare la metanizzazione della cittadina in provincia di Palermo. Si tratta del primo stralcio, che riguarda i quartieri di Sant’Antonio e via Lanza, del piano di estensione dell’infrastruttura, approvato dal Comune lo scorso marzo, del valore di 12,6 milioni. A eseguire l’intervento la ditta IN.CO Edile, per conto del concessionario BA.SE….

Leggi tutto…

L’amministrazione comunale del borgo della provincia di Imperia ha pubblicato l’avviso per la progettazione, l’estensione e la gestione della rete di distribuzione del metano nel suo territorio, attualmente servito dal GPL. La concessione avrà una durata di 15 anni e il termine ultimo per la presentazione delle proposte è fisato a prossimo 30 giugno. …

Leggi tutto…

Sarà ultimato entro autunno il potenziamento della rete gas di Bovegno. Il progetto messo a punto dalla società del Gruppo A2A permetterà di portare il metano nell’area artigianale del piccolo comune della Val Trompia, dove si utilizza il gasolio per generare l’energia per il riscaldamento e le attività. A occuparsi dei lavori è la ditta Co.ro.met. …

Leggi tutto…

La multiutility ha avviato un piano di sostituzione dei vecchi generatori di calore delle cabine di decompressione con innovativi generatori a condensazione ad altissimo rendimento. L’obiettivo è ottimizzare la produzione del calore necessario alla decompressione del metano, riducendo l’uso di combustibile e quindi anche le emissioni in atmosfera. Il primo intervento è stato realizzato sulla cabina di Fermignano….

Leggi tutto…