Pronta per fine estate la centrale al quartiere Europa di Alessandria

Sarà pronta per la fine dell’estate la centrale di cogenerazione di Telenergia che alimenterà il teleriscaldamento a servizio della zona sud di Alessandria. La società, nata dalla partnership tra TLRNET, controllata dal Gruppo Egea con la partecipazione del fondo iCON Infrastructure, e Amag, la multiutility cittadina, ha concluso lo scorso mese di maggio, la bonifica dei terreni, a margine del quartiere Europa, e ha avviato i lavori di posa del cemento armato e i primi interventi edili, tra i quali la costruzione delle fondamenta. La centrale sarà costituita da due cogeneratori, con una potenza termica complessiva di circa 96 MW e una potenza elettrica di 10 MW.

Insieme a queste opere, l’azienda ha dato il via anche ai primi scavi per la posa delle condotte preisolate che distribuiranno il calore agli utenti che vorranno usufruire del servizio.

L’obiettivo è di terminare il primo lotto della centrale entro l’estate e di procedere immediatamente con gli allacci delle prime utenze, in modo da avviare ufficialmente il servizio con l’inizio della stagione termica.

La realizzazione di queste infrastrutture rappresenta solo il primo passo dell’ambizioso piano messo a punto da Telenergia per portare il servizio a tutta la città. Il piano prevede anche la costruzione di una seconda centrale di cogenerazione, e quindi di un’altra rete di distribuzione, nella zona Nord di Alessandria. La centrale in questo caso una potenzia termica di 49 MW e una potenza elettrica di 9,5 MW.

Un piano che si svilupperà nel tempo, 6 sono gli anni previsti dal programma, con un investimento complessivo di circa 90 milioni di euro. 


Leggi anche

Alla rete di distribuzione del calore di Engie sono allacciati circa 250 immobili e sono oltre 17.000 i cittadini che usufruiscono del servizio. Entro ottobre saranno completate le estensioni ai quartieri di San Francesco e San Paolo, ampliando la platea dei beneficiari e i vantaggi ambientali per la città, che grazie a questa tecnologia, attualmente evita l’emissione in atmosfera di 6200 tonnellate di CO2 annue…

Leggi tutto…

La multiutility di Mantova lo scorso anno ha registrato la miglior performance di sempre, con il valore della produzione schizzato a 276,4 milioni di euro e utili per 17,5 milioni, come attestato dal bilancio 2018, appena approvato dall’assemblea dei soci. Presentato anche il nuovo Piano industriale 2019-2023 con investimenti previsti per 250 milioni di euro, con un particolare impegno sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione delle infrastrutture …

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Sarà in esercizio per la prossima stagione termica il cogeneratore che BrianzAcque sta realizzando nel depuratore di San Rocco. L’impianto, dal costo di 4,3 milioni di euro, produrrà elettricità per alimentare i macchinari a servizio dello stesso depuratore, ed energia termica per la rete di teleriscaldamento di Acsm Agam. Un ciclo virtuoso che eviterà l’emissione in atmosfera di 3000 tonnellate di CO2 all’anno …

Leggi tutto…

Nuovi materiali e nuove opportunità portano il “concetto teleriscalmento” a slegarsi dal solo uso del metallo e Ritmo S.P.A è presente con una saldatrice dedicata: COMPACT 355….

Leggi tutto…