Pronto il piano operativo per risolvere la crisi idrica del Dianese

È pronto il piano operativo che permetterà di porre fine al problema della crisi idrica del Golfo del Dianese, in Liguria. Il piano è basato sul ripristino e il potenziamento dell’acquedotto della provincia di Imperia. L’acquedotto si basa sull’asse del Roia 1, da Ventimiglia ad Andora, e del Roia 2, fino a Sanremo, dove confluisce nell’altra condotta, più vecchia. Un grande intervento per il quale Regione Liguria ha annunciato pochi giorni fa un finanziamento di 29 milioni di euro in quattro anni, sostenuto per la maggior parte da fondi statali, con l’obiettivo di arrivare a risolvere l’emergenza già entro la prossima estate.

Il piano operativo messo a punto dal gestore idrico 

Rivieracqua, il gestore idrico della provincia di Imperia, ha fornito il supporto tecnico al commissario dell’ATO idrico del Ponente, Gaia Checcucci. I lavori prevedono otto lotti di lavori, i primi due dei quali, questa la speranza, potrebbero prendere il via già nei primi mesi del prossimo anno: il primo lotto, del valore di 1,8 milioni di euroil secondo lotto, del valore di 5 milioni. 

Comprendono la posa delle nuove condotte del Roia 1 nel tratto tra Imperia e il territorio del comune di Cervo. Andranno a collegarsi al tratto di rete già in costruzione, grazie a un finanziamento da 2 milioni di euro della Regione.

La società grazie a questo intervento, risolverebbe i problemi che gravano sul territorio del Golfo Dianese. Il Golfo è da anni alle prese con frequenti interruzioni di servizio, spesso legate alle rotture che si verificano sullo storico acquedotto Roia 1. L’acquedotto è ormai vetusto e conseguentemente ha procurato gravissimi disagi a cittadini e turisti. 

Il terzo lotto, prevede invece una spesa di 1,6 milioni nel comune di Andora. La società realizzerà un collettore fognario che permetterà di far confluire i reflui al depuratore di Imperia. In questo modo verrà dismesso l’impianto di depurazione di San Bartolomeo del Mare, afflitto da gravi problematiche, superando così la procedura di infrazione europea per il mancato trattamento dei liquami


Leggi anche

L’operazione, che ha coinvolto 6 gestori consorziati, contribuirà a finanziare investimenti per 700 milioni di euro nei prossimi 4 anni nelle infrastrutture del Servizio Idrico Veneto. A sottoscrivere le nuove obbligazioni la BEI con 124 milioni di euro, Cassa Depositi e Prestiti con 30 milioni, Kommunalkredit Austria con 74 milioni, e altri investitori di mercato per i restanti 20 milioni. …

Leggi tutto…

Dopo una fase pilota, limitata lo scorso anno ad alcune strade, il progetto Aquarius per la ricerca delle dispersioni si estende a tutta la città. Già installati 170 sensori che monitorano le reti rilevando il rumore di eventuali fuoriuscite di acqua, così da individuare le tubazioni ammalorate. Un’attività che nel prossimo quinquennio toccherà 1700 km di tubazioni di Brescia e di alcuni comuni della sua provincia….

Leggi tutto…

Realizzato e gestito da ENGIE, il sistema serve 12.400 abitanti, pari al 70% della popolazione totale, attraverso una rete che si estende per 13,5 chilometri, alimentata da una centrale di cogenerazione dalla potenza termica di 28 MW. Notevoli i vantaggi ambientali garantiti dal sistema che permette di evitare ogni anno l’emissione in atmosfera di 4.800 tonnellate di anidride carbonica….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Suddiviso in 4 lotti, il piano prevede la posa di 1,7 chilometri di condotte che costituiranno il nuovo collettore fognario che permetterà di convogliare i reflui di 400 utenze, non ancora collegate alla rete, all’impianto di depurazione. Nelle stesse aree il gestore procederà anche con il rinnovo della rete idrica, circa 1,5 km di condotte interessate, e la posa di 700 metri di tubazioni in zona Nazzaro. L’investimento complessivo è di oltre un milione di euro….

Leggi tutto…