Prosegue spedita la metanizzazione della Sardegna

Entro la fine dell’anno diversi paesi della Sardegna potranno usufruire del servizio di distribuzione del metano. Ad annunciarlo è l’assessore regionale all’Industria, Maria Grazia Piras, dopo aver visitato alcuni cantieri per la posa delle reti.

Ad occuparsi delle opere è Italgas che ha confermato che i lavori saranno completati, come da programma, nei prossimi due anni, ma già entro la fine di questo il servizio potrebbe arrivare in alcuni centri. «Una notizia che rafforza la validità delle iniziative che abbiamo portato avanti nel corso di questi 5 anni per ottenere la metanizzazione dell’isola: dal completamento degli stessi bacini al progetto della rete Nord-Sud, fino alla realizzazione dei depositi costieri, uno dei quali, il deposito di HIGAS nel porto di Santa Giusta-Oristano, è già in fase di costruzione», ha commentato l’assessore.

In tutta la Sardegna – si legge in una nota della Regione, – sono già 1.800 i chilometri di rete realizzati nei diversi bacini, mentre quelli che restano da realizzare sono circa 1.100 chilometri. I cantieri Italgas attualmente in corso sono quattro: il bacino numero 4 (Osilo, Porto Torres, Sennori, Sorso, Stintino), il numero 6 (Alghero e Olmedo), il numero 19 (Mogoro, Palmas Arborea, San Nicolò d’Arcidano, Santa Giusta, Marrubiu, Uras) e il numero 27 (Furtei, Guasila, Samassi, Samatzai, Sanluri, Segariu, Serramanna, Serrenti).

Nei quattro bacini sono stati realizzati 46 chilometri di rete, dei quali 30 nel bacino 4, 5 chilometri nel bacino 6, 7 chilometri nel bacino 19 e 4 chilometri nel bacino 27.

Nei prossimi mesi partiranno i lavori anche in altri 6 bacini: il numero 35 nel Basso Sulcis, il numero 37 (Monastir, Nuraminis, San Sperate, Sestu e Ussana), il numero 26 in Trexenta, il numero 10 (Alà dei Sardi, Orune, Osidda, Anela, Benetutti, Bitti, Nule e Onanì), il numero 11 in Baronia e il numero 15 (Dorgali, Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifaie e Orosei).

Inoltre, altri tre bacini, ovvero il 7 (Cargeghe, Ittiri, Muros, Ossi, Putifigari, Tissi, Uri e Usini), il 9 (Berchidda, Ittireddu, Ozieri, Tula) e il 22 in Ogliastra (Arzana, Bari Sardo, Baunei, Cardedu, Elini, Gairo, Girasole, Ilbono, Escalaplano, Lanusei, Loceri, Lotzorai, Osini, Perdasdefogu, Seui, Talana, Tertenia, Tortolì, Triei, Ulassai, Ussassai, Villagrande Strisaili) sono già completati e saranno gestiti da Italgas.


Leggi anche

Le tre società hanno siglato una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di elettricità e gas e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas. Un’operazione che nasce dalla volontà di Ascopiave di cedere le sue attività commerciali per focalizzarsi sulla distribuzione…

Leggi tutto…

I lavori, appena partiti, interessano le frazioni di Moltedo e Montegrazie, attualmente servite con GPL. Le opere comprendono la posa di nuove condotte per un totale di oltre 9,3 chilometri e la sostituzione dell’alimentazione da GPL a gas naturale della rete già esistente e garantiranno maggiore sicurezza e continuità del servizio…

Leggi tutto…

Con il via libero del comune di Pescara si conclude l’iter per l’acquisizione da Alma Cis e Mediterranea Energia del 51% del capitale azionario della società che gestisce la distribuzione del gas nel capoluogo Abruzzese. Operazione che sancisce l’ingresso della multiutility capitolina nel comparto della distribuzione del metano…

Leggi tutto…

Poiché i ritardi nell’affidamento della concessione del servizio di distribuzione gas, ora gestito in regime di proroga da Sidigas, bloccano gli investimenti in tutta la provincia di Avellino, il Comune e i suoi abitanti hanno deciso di procedere per conto loro. Il primo ha approvato il progetto di estensione della rete ad alcune località ancora prive del servizio, che sarà realizzato da una ditta incaricata e pagata dai residenti …

Leggi tutto…

I lavori prenderanno il via nei prossimi mesi, appena concluso tutto l’iter di autorizzazione, e si concluderanno entro la fine dell’anno. Prevedono la posa di oltre 14 chilometri di condotte che consentiranno di portare il servizio di distribuzione del metano a diverse aree dell’agro del comune in provincia di Taranto. L’intervento sarà realizzato con un investimento di 1,7 milioni di euro…

Leggi tutto…