Interventi Pistoia Publiacqua

Publiacqua avvia il potenziamento delle reti di Pistoia

Consentire alla città di Pistoia un deciso salto di qualità sul piano del rapporto con l’ambiente. È l’obiettivo che si sono posti l’amministrazione comunale della città toscana e Publiacqua, il gestore idrico del medio Valdarno, con il piano di interventi che ha da poco preso il via.

Il piano ha il suo fulcro nel potenziamento e rinnovo del Depuratore centrale, intervento che costerà circa 14 milioni di euro. Grazie a quest’opera la capacità del principale impianto di trattamento dei reflui a servizio della città salirà dagli attuali 50.000 ai futuri 90.000 abitanti equivalenti. Ma non solo. Perché il piano prevede anche gli interventi che hanno appena preso il via, per un valore di 6,5 milioni di euro, e che riguardano la rete fognaria e quella idrica.

 

Intervento sulla rete fognaria

L’intervento sulla rete fognaria interessa le zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci con l’obbiettivo di eliminare 8 scarichi diretti in ambiente. A questo scopo saranno realizzati 8 manufatti di sfioro, in corrispondenza degli scarichi diretti da eliminare, per separare le acque di magra dalle acque di pioggia. I reflui saranno convogliati a depurazione attraverso la nuova condotta fognaria, costituita da 10 tratti a gravità, con condotte da DN 200 / DN 400 per un’estensione totale di 5 chilometri, e da quattro tratti in pressione, con tubazioni da DN 100 / DN 300 per una lunghezza complessiva di 3 chilometri, alimentati da 4 nuovi impianti di sollevamento.

I reflui così raccolti, pari a circa 2.000 abitanti equivalenti, andranno nella condotta e poi al Depuratore centrale di Pistoia, mentre i reflui della zona Le Querci saranno recapitati verso la rete di Agliana e da qui a depurazione. Inoltre, il recapito del collettore fognario della zona Ovest al Depuratore centrale attraverserà il Torrente Brana e sarà realizzato con la tecnica no dig del micro-tunelling.

 

Intervento sulla rete idrica

In contemporanea con i lavori su collettori e fognatura, del valore di 5 milioni di euro, Publiacqua realizzerà inoltre un intervento sulla rete idrica. Questo, del valore di 1,5 milioni di euro, prevede la posa di una nuova condotta di distribuzione in sostituzione di quella esistente. La tubazione sarà realizzata con tubi in ghisa DN 300 e correrà parallela alla nuova rete fognaria.


Leggi anche

Smat Torino - Bilancio 2019

Ottimi numeri quelli del bilancio relativo all’esercizio 2019 della società che gestisce il ciclo idrico a Torino e nei comuni della sua provincia. Il fatturato è salito a 442,9 milioni di euro, con gli utili pari a 54,7 milioni di euro e l’indebitamento finanziario lordo ridottosi di oltre il 14% rispetto al dato del 2018. Notevole il dato sugli investimenti, pari a 121 milioni, cresciuti del 34% sul 2018…

Leggi tutto…

Cantiere depuratore Castagnaro di acquevenete

Partiti i lavori di ristrutturazione dell’impianto, con l’obiettivo di rendere più efficiente il processo di trattamento dei reflui e migliorare la qualità dell’acqua in uscita. Tutto ciò attraverso la costruzione di un sistema di trattamento biologico a fanghi attivi a ossidazione totale e di alcune opere accessorie, che saranno concluse entro il prossimo settembre …

Leggi tutto…

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Acquedotto Pugliese tubazioni in gres

Il Consiglio di amministrazione del gestore idrico pugliese ha approvato una nuova serie di bandi che interessano la conduzione e manutenzione delle reti idriche e fognarie, per un valore di 240 milioni di euro. A questi si aggiungono i bandi per l’adeguamento dei depuratori delle province di Bari e Barletta Andria Trani, di Brindisi, di Taranto e di Foggia per un importo di 47,5 milioni, e la fornitura di un gruppo elettrogeno per il sistema di sollevamento idrico di Manfredonia…

Leggi tutto…

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…