Publiacqua potenzia l’acquedotto di Sesto Fiorentino


Risolvere i problemi di approvvigionamento idrico che si presentano, soprattutto in estate, nella parte alta della città. Ha questo obiettivo l’intervento messo a punto da Publiacqua a Sesto Fiorentino.

Un insieme di opere, del valore complessivo di 5 milioni di euro, finanziati in parte dal gestore idrico del Medio Valdarno e in parte dal Comune della Provincia di Firenze. Il primo lotto prevede la realizzazione di circa 3 km di nuova adduzione e di una stazione di pompaggio. La nuova adduzione andrà a collegare i quartieri di Quinto Alto, Colonnata e Querceto, che sorgono nella parte più alta della cittadina, alla grande dorsale idrica già esistente. In questo modo verrà superato in maniera definitiva il problema della scarsità d’acqua che affligge tali aree del territorio in particolare durante i mesi più caldi.

Insieme ai lavori di potenziamento dell’acquedotto, verrà eseguito anche un intervento di sostituzione di un tratto di rete fognaria. Secondo il programma dell’azienda, l’esecuzione di entrambi i lavori sarà aggiudicata entro il prossimo mese di marzo. Non appena sarà conclusa la progettazione esecutiva, si prevede di avviare i cantieri tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Nell’ambito dello stesso progetto è prevista anche la realizzazione della rete di raccolta delle acque meteoriche. In un altro tratto di strada, infatti, verrà rifatta interamente la viabilità, con una spesa di un ulteriore milione di euro. 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

Con la Legge di Bilancio 2021 viene confermato il Bonus pubblicità anche per i prossimi due anni. Attraverso il credito di imposta si potrà recuperare il 50% di quanto investito in campagne pubblicitarie su quotidiani e riviste, anche online.
Prenota entro il 31 marzo la tua pianificazione per usufruire del credito d’imposta….

Leggi tutto…

È quanto prevede il nuovo piano industriale 2021-2030 Life is our Duty, focalizzato sull’economia circolare e sulla transizione energetica, con investimenti, rispettivamente, per 6 e 10 miliardi di euro, per contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU e al rilancio economico del Paese. Tra i target, ridurre del 20% delle perdite idriche, portare la capacità installata di rinnovabili a 5,7 GW, e recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti …

Leggi tutto…

Ad aggiudicarsela 17 imprese, tutte italiane. I lavori, che consistono nella posa di linee elettriche interrate, da realizzare nei prossimi 3 anni, interessano tutta la Penisola e sono stati suddivisi in lotti. Tra le principali, il collegamento elettrico Colunga-Calenzano, tra le province di Bologna e Firenze, da 170 milioni di euro, il riassetto della rete nelle principali città metropolitane e gli interventi per migliorare la sicurezza della rete nella Sicilia sudorientale…

Leggi tutto…

Il nuovo documento, che delinea le strategie di crescita della multiutility per il periodo 2021-2024, mette al centro sostenibilità, innovazione e digitalizzazione. Per quanto riguarda la ripartizione delle risorse, al ciclo idrico sono destinati 46 milioni, mentre al settore ambientale ne andranno complessivamente 37. Notevoli gli investimenti anche nel comparto energia, con 30 milioni destinati alla distribuzione gas e ben 50 al comparto elettrico…

Leggi tutto…

Obiettivo della collaborazione è di aumentare la sostenibilità e la resilienza delle infrastrutture energetiche. Le due realtà porteranno avanti ricerche e progetti che attraverso l’uso di tecnologie innovative, quali l’Intelligenza Artificiale, sensori e IoT consentano di elaborare strategie ancor più efficienti di previsione e gestione delle situazioni di criticità ambientale…

Leggi tutto…