Publiacqua potenzia l’acquedotto di Sesto Fiorentino


Risolvere i problemi di approvvigionamento idrico che si presentano, soprattutto in estate, nella parte alta della città. Ha questo obiettivo l’intervento messo a punto da Publiacqua a Sesto Fiorentino.

Un insieme di opere, del valore complessivo di 5 milioni di euro, finanziati in parte dal gestore idrico del Medio Valdarno e in parte dal Comune della Provincia di Firenze. Il primo lotto prevede la realizzazione di circa 3 km di nuova adduzione e di una stazione di pompaggio. La nuova adduzione andrà a collegare i quartieri di Quinto Alto, Colonnata e Querceto, che sorgono nella parte più alta della cittadina, alla grande dorsale idrica già esistente. In questo modo verrà superato in maniera definitiva il problema della scarsità d’acqua che affligge tali aree del territorio in particolare durante i mesi più caldi.

Insieme ai lavori di potenziamento dell’acquedotto, verrà eseguito anche un intervento di sostituzione di un tratto di rete fognaria. Secondo il programma dell’azienda, l’esecuzione di entrambi i lavori sarà aggiudicata entro il prossimo mese di marzo. Non appena sarà conclusa la progettazione esecutiva, si prevede di avviare i cantieri tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Nell’ambito dello stesso progetto è prevista anche la realizzazione della rete di raccolta delle acque meteoriche. In un altro tratto di strada, infatti, verrà rifatta interamente la viabilità, con una spesa di un ulteriore milione di euro. 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

In base al nuovo accordo, la società che gestisce la rete di trasmissione fornirà 675 dispositivi ai reparti dell’Arma coinvolti nel monitoraggio delle infrastrutture elettriche strategiche. Tra le azioni per la tutela del sistema elettrico è prevista la sistematica geolocalizzazione delle stazioni di Terna, la comunicazione in tempo reale tra Terna e le unità dei Carabinieri e la trasmissione di immagini dei siti sorvegliati….

Leggi tutto…

La nuova linea elettrica collegherà la stazione di Glorenza, in Alto Adige, con quella austriaca di Nauders, sviluppandosi per 28 chilometri e sarà completamente interrata. La sua realizzazione, che sarà completata nel giro di due anni, con un investimento di 85 milioni di euro, aumenterà la capacità di interscambio elettrico di 300 MW, raddoppiando la capacità attuale….

Leggi tutto…

Ammontano a ben 8,9 miliardi di euro, il 22% in più del vecchio documento, gli investimenti previsti dal nuovo Piano del Gestore della Rete Elettrica Nazionale. Investimenti destinati all’integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e all’incremento della sicurezza e resilienza del sistema, attraverso il rafforzamento dei collegamenti nord-sud e con le isole e delle interconnessioni internazionali.

Leggi tutto…

Presentato il nuovo piano 2020-2026 che prevede una crescita degli investimenti di ben 1,1 miliardi rispetto al documento precedente. 2 miliardi saranno destinati alle gare gas e oltre 3 miliardi all’ammodernamento delle infrastrutture. Altri punti strategici saranno l’innovazione e la digitalizzazione delle reti, con 1,1 miliardi dedicati, e la crescita in settori quali l’efficienza energetica e il servizio idrico….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…