Regione Piemonte: 10 milioni per efficientare l’illuminazione


Dieci milioni di euro ai Comuni per rinnovare l’illuminazione pubblica, renderla, più efficiente, performante e più sostenibile, sia sotto il profilo economico sia ambientale. È quanto previsto dal provvedimento adottato a Regione Piemonte che contiene tale stanziamento, messo a disposizione attraverso i fondi europei per lo sviluppo regionale del Por Fesr 2014-2020.
«Si tratta di un finanziamento molto atteso dagli stessi Comuni – ha spiegato l’assessora all’Energia e all’innovazione Giuseppina De Santis – Comuni che, lavorando alla riduzione dei consumi energetici, oltre alla manutenzione e alla sostituzione dell’illuminazione, potranno anche sfruttare gli impianti elettrici per attivare nuovi servizi offerti dalla tecnologia per migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni, in un’ottica smart city, come i rilevatori del traffico e le telecamere per la sicurezza».
L’incentivo a fondo perduto sarà nella misura dell’80% del costo complessivo dell’intervento. Per i Comuni superiori ai 5.000 abitanti si andrà da un minimo di 100.000 euro a un massimo di 500.000 euro, mentre per i piccoli Comuni la cifra sarà di 50.000 euro.


Leggi anche

«L’impegno economico più alto di sempre», ha definito il nuovo piano una nota della stessa società, forte di un volume di investimenti in crescita del 20% rispetto al documento precedente. Oltre 3 miliardi sono destinati allo sviluppo della rete elettrica nazionale, 2 miliardi alle attività di rinnovo ed efficienza e 1 alla realizzazione di dispositivi per aumentare la sicurezza e la stabilità dell’infrastruttura…

Leggi tutto…

L’amministratore delegato dell’azienda che gestisce la rete elettrica nazionale è stato premiato come miglior manager dell’anno, nel comparto energia, durante il XIX Workshop annuale di Agici e Accenture. Il prestigioso riconoscimento, si legge nella motivazione, è stato assegnato per l’impegno di Terna verso la costruzione di un sistema energetico sostenibile, sicuro e innovativo …

Leggi tutto…

Promosso dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il progetto punta a integrare i sistemi di accumulo dell’energia e quelli di generazione da fonti rinnovabili nella rete per favorire la partecipazione attiva degli utenti finali ai mercati dell’energia, attraverso la creazione di Community Energy Storage. Saranno sviluppati anche modelli evoluti di pianificazione della rete…

Leggi tutto…

Supportato da investimenti per 850 milioni di euro in quattro anni, il progetto punta a creare l’azienda energetica del futuro. Quattro le aree sulle quali è focalizzato: maggiore efficienza operativa, con l’impiego delle tecnologie più innovative per il monitoraggio e la manutenzione delle infrastrutture, riduzione delle emissioni di metano del 25% al 2025, transizione energetica e spinta all’innovazione…

Leggi tutto…

Entrato in esercizio il cogeneratore che produce energia termica ed elettrica dal biogas generato dal trattamento dei fanghi di depurazione. L’energia ottenuta dall’impianto, che ha una potenza termica di 528 KWT e una potenza elettrica di 404 KWE, viene poi interamente utilizzata per alimentare il processo dei reflui, abbattendo i costi energetici dell’azienda…

Leggi tutto…