Regione Piemonte: 10 milioni per efficientare l’illuminazione


Dieci milioni di euro ai Comuni per rinnovare l’illuminazione pubblica, renderla, più efficiente, performante e più sostenibile, sia sotto il profilo economico sia ambientale. È quanto previsto dal provvedimento adottato a Regione Piemonte che contiene tale stanziamento, messo a disposizione attraverso i fondi europei per lo sviluppo regionale del Por Fesr 2014-2020.
«Si tratta di un finanziamento molto atteso dagli stessi Comuni – ha spiegato l’assessora all’Energia e all’innovazione Giuseppina De Santis – Comuni che, lavorando alla riduzione dei consumi energetici, oltre alla manutenzione e alla sostituzione dell’illuminazione, potranno anche sfruttare gli impianti elettrici per attivare nuovi servizi offerti dalla tecnologia per migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni, in un’ottica smart city, come i rilevatori del traffico e le telecamere per la sicurezza».
L’incentivo a fondo perduto sarà nella misura dell’80% del costo complessivo dell’intervento. Per i Comuni superiori ai 5.000 abitanti si andrà da un minimo di 100.000 euro a un massimo di 500.000 euro, mentre per i piccoli Comuni la cifra sarà di 50.000 euro.


Leggi anche

Entrato in esercizio il cogeneratore che produce energia termica ed elettrica dal biogas generato dal trattamento dei fanghi di depurazione. L’energia ottenuta dall’impianto, che ha una potenza termica di 528 KWT e una potenza elettrica di 404 KWE, viene poi interamente utilizzata per alimentare il processo dei reflui, abbattendo i costi energetici dell’azienda…

Leggi tutto…

È quanto prevede l’accordo stipulato con Regione Veneto, finalizzato a rendere l’infrastruttura più efficiente, sicura e sostenibile. Un piano di interventi articolato in quattro capitoli che comprendono lo sviluppo della rete, con la realizzazione di nuovi elettrodotti, tra i quali il Dolo – Camin, l’ammodernamento della rete esistente, la realizzazione di corridoi verdi e attività di ricerca tra Terna e le università venete….

Leggi tutto…

La città è la prima a sperimentare in Europa una nuova generazione di pali intelligenti, sviluppati dal gruppo Agsm. Sistemi dotati di led, fibra ottica, con presa per la ricarica veloce dei veicoli elettrici, antenna wifi, telecamera e predisposti per il monitoraggio ambientale, delle infrastrutture e della raccolta rifiuti. Una soluzione in ottica smart city e parte qualificante del progetto Electrify Verona avviato dal Comune con Agsm Verona e Volkswagen Group Italia…

Leggi tutto…

Gravemente danneggiato dal sisma del 2012, l’impianto, snodo fondamentale del sistema elettrico del ferrarese, torna a nuova vita, grazie a un investimento di 1,8 milioni di euro che lo ha dotato dei più avanzati accorgimenti tecnologici. Dalla cabina si diramano oltre 190 km di linee che, attraverso 330 cabine secondarie, garantiscono il fabbisogno energetico di 6 comuni …

Leggi tutto…

Energia: Clara Poletti, commissario dell’Autorità italiana ARERA, eletta alla Presidenza del Comitato dei regolatori di ACER, l’Agenzia europea delle Autorità nazionali dell’energia…

Leggi tutto…