Regione Sicilia: reperiti i fondi per l’acquedotto di Scillato


Svolta per l’acquedotto di Scillato, una delle principali infrastrutture che garantisce l’approvvigionamento idrico di Palermo con l’acqua proveniente dalla sorgente delle Madonie. Regione Sicilia finanzia infatti con 4,3 milioni di euro, che andranno a sommarsi a 1 milione di euro messo a disposizione da Amap, il gestore del servizio idrico, la realizzazione della nuova condotta che permetterà di portare più acqua in città.
Un tratto della dorsale, infatti, si è rotto nel 2009 a causa di una frana e da allora non è stato più riparato. Amap, pur non essendo proprietaria delle strutture, lo scorso anno si è attivata, realizzando un by-pass. Soluzione comunque insufficiente, in quanto consente di sfruttare solo in parte la sorgente madonita, circa 450-500 litri al secondo, a fronte di una portata media di 650, con punte che possono arrivare fino a 1.100 litri al secondo.
Il progetto di un nuovo bypass, con la realizzazione di una condotta definitiva e più grande di quella attuale, in un tratto compreso tra i comuni di Cerda e Termini Imerese, risolverebbe il problema, garantendo un flusso di acqua in grado di soddisfare fino a un terzo del fabbisogno cittadino, per altro con una risorsa idrica di alta qualità che necessita di pochi o nulli interventi di purificazione.
Progetto inserito fra quelli urgenti previste dal Decreto di commissariamento per l’emergenza idrica, ma che ancora non aveva visto l’avvio dei lavori per mancanza di fondi. Fondi che finalmente ora sono arrivati, grazie ancora ad Amap, che ha risposto all’appello del Comune di Palermo che aveva chiesto alla utility di anticipare il cofinanziamento di un milione di euro alla Regione, cifra pari a circa un quinto del costo totale dei lavori.
La disponibilità dei fondi permetterà alla struttura del Commissario straordinario per l’emergenza idrica in provincia di Palermo, che ha provveduto all’approvazione del progetto, la celebrazione della gara entro fine dicembre.


Leggi anche

All’incontro con gli stakeholder, la società ha presentato tre iniziative sui temi dell’innovazione e transizione energetica e dell’impresa sociale: il progetto Snamtec, nel quale investirà 850 milioni di euro entro il 2022 per costruire l’azienda energetica del futuro, rinnovabile, tecnologica e digitale; la Social Supply Chain, per coinvolgere le imprese sociali nella catena di fornitura; la piattaforma Snam Up, che consentirà a ognuno di proporre nuovi progetti e sviluppare imprenditorialità…

Leggi tutto…

I lavori, appena avviati, hanno come obiettivo la realizzazione di una nuova condotta, dell’estensione di 1,7 chilometri, che collega il vettore Casamassima-Canosa al nuovo serbatoio in modo da potenziare l’erogazione di acqua. La condotta sarà in ghisa sferoidale, con un diametro di 300 mm, e sostituirà il vecchio collegamento in calcestruzzo armato…

Leggi tutto…

Entrato in funzione nel marzo dello scorso anno, l’impianto è un gioiello tecnologico a emissioni quasi zero. Può trattare annualmente 400.000 tonnellate di rifiuti che vengono trasformati n energia termica ed elettrica sufficiente a coprire il fabbisogno di, rispettivamente, 62.500 e 160.000 utenze. Sul suo tetto è stata realizzata una pista da sci artificiale che sarà aperta da dicembre …

Leggi tutto…

A realizzare e gestire il sistema, che fornirà calore a circa 800 edifici, sarà Telenergia, società nata dalla partnership tra Egea e Amag, con un investimento di 90 milioni di euro. Il progetto, che sarà ultimato in 6 anni, prevede la costruzione in città di una rete di 62 km alimentata da due centrali di cogenerazioni a gas integrato con fonti rinnovabili: una nella zona Sud e l’altra nella zona Nord…

Leggi tutto…

L’azienda del Gruppo Maggioli ha siglato con Vodafone un accordo che prevede il completamento della copertura della nuova rete cellulare NB-IoT su tutto il territorio nazionale. Il sistema, denominato SMAQ, in corso di installazione in alcuni zone della provincia ovest di Milano e nella provincia di Roma, consentirà ai gestori delle reti idriche di adempiere a quanto ARERA ha imposto per ottimizzare il servizio in termini di trasparenza verso il consumatore e risparmio della risorsa idrica…

Leggi tutto…