Regione Sicilia: reperiti i fondi per l’acquedotto di Scillato


Svolta per l’acquedotto di Scillato, una delle principali infrastrutture che garantisce l’approvvigionamento idrico di Palermo con l’acqua proveniente dalla sorgente delle Madonie. Regione Sicilia finanzia infatti con 4,3 milioni di euro, che andranno a sommarsi a 1 milione di euro messo a disposizione da Amap, il gestore del servizio idrico, la realizzazione della nuova condotta che permetterà di portare più acqua in città.
Un tratto della dorsale, infatti, si è rotto nel 2009 a causa di una frana e da allora non è stato più riparato. Amap, pur non essendo proprietaria delle strutture, lo scorso anno si è attivata, realizzando un by-pass. Soluzione comunque insufficiente, in quanto consente di sfruttare solo in parte la sorgente madonita, circa 450-500 litri al secondo, a fronte di una portata media di 650, con punte che possono arrivare fino a 1.100 litri al secondo.
Il progetto di un nuovo bypass, con la realizzazione di una condotta definitiva e più grande di quella attuale, in un tratto compreso tra i comuni di Cerda e Termini Imerese, risolverebbe il problema, garantendo un flusso di acqua in grado di soddisfare fino a un terzo del fabbisogno cittadino, per altro con una risorsa idrica di alta qualità che necessita di pochi o nulli interventi di purificazione.
Progetto inserito fra quelli urgenti previste dal Decreto di commissariamento per l’emergenza idrica, ma che ancora non aveva visto l’avvio dei lavori per mancanza di fondi. Fondi che finalmente ora sono arrivati, grazie ancora ad Amap, che ha risposto all’appello del Comune di Palermo che aveva chiesto alla utility di anticipare il cofinanziamento di un milione di euro alla Regione, cifra pari a circa un quinto del costo totale dei lavori.
La disponibilità dei fondi permetterà alla struttura del Commissario straordinario per l’emergenza idrica in provincia di Palermo, che ha provveduto all’approvazione del progetto, la celebrazione della gara entro fine dicembre.


Leggi anche

Nata a dicembre dello scorso anno dalla fusione di Cvs e Polesine Acque, l’azienda, che gestisce il servizio idrico in 108 comuni veneti, ha centrato tutti gli obiettivi prefissati. Ridotte le tariffe alle utenze del 2%, mentre sono 172 le opere avviate con investimenti per 70 milioni di euro, destinati principalmente alla soluzione del problema Pfas, alla riduzione delle perdite di rete e alla costruzione di nuovi sistemi fognari …

Leggi tutto…

La realizzazione di nuovo comparto di dissabbiatura e il potenziamento dell’attuale stazione di ricezione dei rifiuti liquidi sono i principali interventi dei lavori di ammodernamento dell’impianto di depurazione che sorge in località Vangadizza. Una struttura che serve 44.000 abitanti equivalenti e che mostrava criticità dovute agli anni e al sottodimensionamento …

Leggi tutto…

“Una rete per fare impresa”. Questo il titolo dei Seminari IWS realizzati il 17 e 18 ottobre 2018 in occasione dell’ultima edizione di H2O a Bologna. L’iniziativa ha coinvolto utilities, ricercatori, ingegneri, tecnici e progettisti, registrando una grande affluenza di pubblico specializzato….

Leggi tutto…

Dopo la sperimentazione sulle reti fognarie, prima applicazione su condotte interrate in Europa, il gestore del servizio idrico di Milano estende l’impiego della piattaforma spaziale europea Copernicus anche alla rete idrica. Il sistema utilizza due satelliti progettati dall’Esa che verificano ogni 20 giorni gli spostamenti millimetrici della carreggiata stradale al di sopra delle infrastrutture, generando in caso di anomalie allarmi direttamente sul Gis di MM…

Leggi tutto…

Con una spesa complessiva di oltre 1,1 milioni di euro, il progetto prevede la realizzazione di circa 4km di rete adduttrice che dal campo pozzi di Ponte Priverno (nel Comune di Roccagorga) arriverà sino al serbatoio San Francesco (a Priverno). Nei giorni scorsi, il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia, ha incontrato lo staff di Acqualatina per fare il punto sui lavori in corso sulla condotta di collegamento Roccagorga-Priverno, sui pozzi di Roccagorga, sul recupero delle perdite di rete e sugli altri interventi previsti dal Piano degli Investimenti…

Leggi tutto…