Rete gas: Ariano Irpino fa da sè

«Chi fa da sé, fa per tre», recita il proverbio. Proverbio preso alla lettera dall’amministrazione comunale e dai cittadini di Ariano Irpino, comune di oltre 22.000 abitanti in provincia di Avellino, che hanno deciso di procedere per conto loro alla realizzazione della rete di distribuzione del metano.

Il territorio è già servito da una rete gas, che però non raggiunge tutta la popolazione ed è gestita in regime di proroga da Sidigas (Società irpina distribuzione gas) in quanto la convenzione è scaduta. Ed è proprio questo il problema: i ritardi nella pubblicazione e nell’affidamento della concessione del servizio di distribuzione stanno determinando il blocco degli investimenti e dell’ampliamento della rete nell’ambito dell’intera provincia di Avellino.

A seguito di questo stallo, però, l’amministrazione comunale per risolvere il problema ha deciso di seguire un’altra strada. E con una propria delibera, la n. 304 del 22.11.2018, ha approvato il progetto di ampliamento dell’infrastruttura. Tutto a norma di legge. L’articolo 20 del decreto legislativo 50/2016, noto anche come Codice degli appalti, prevede infatti la possibilità di eseguire un’opera pubblica da parte di un soggetto privato. Ed è quanto si farà nel comune irpino.

A effettuare i lavori sarà una ditta specializzata, incaricata e pagata a spese degli interessati stessi, ovvero 33 residenti che avevano fatto richiesta.

La realizzazione dell’intervento si è resa possibile infatti a seguito di istanza dei cittadini residenti, su redazione di uno studio di fattibilità della rete di metano in suddetta zona da parte della stessa Sidigas e attraverso la stipula di apposita Convenzione tra il Comune e i cittadini richiedenti.

L’estensione consentirà così di portare il servizio alle parti della cittadina che ancora ne sono prive, in particolare le località di Stillo, Grignano e Acqua di Tauro.

Nello specifico, le opere consistono nella costruzione di una presa stradale, da realizzare sulla condotta principale già esistente e nella posa di un nuovo tratto di rete dell’estensione complessiva di circa 1,8 chilometri.


Leggi anche

La società, che gestisce la distribuzione gas in una ventina di comuni tra Campania e Basilicata, ha completato lo sviluppo di una rete che consentirà di portare il servizio nelle due località montane in provincia di Salerno. La rete, cofinanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico, si sviluppa per oltre 22 chilometri e a breve sarà completata delle ultime diramazioni…

Leggi tutto…

Con l’uso sempre più frequente di tubazioni in polietilene di grande diametro, crescono le richieste di raccordi di presa di grande diametro. L’utilizzo di questi prodotti è indirizzato sia a sistemi operanti in pressione che a quelli a gravità. La famiglia dei prodotti PLASTITALIA che soddisfa queste richieste di mercato è già grande, ma è destinata a crescere ancora con nuovi prodotti in grado di garantire alte prestazioni….

Leggi tutto…

Avviata alla fine dello scorso anno, l’operazione, attiva dall’inizio di marzo, prevede l’integrazione delle attività di distribuzione gas di A Tutta Rete all’interno di Inrete e di quelle legate alla vendita di energia in Hera Comm. L’integrazione interessa circa 30.000 punti di riconsegna, per quanto riguarda il servizio di distribuzione gas, e oltre 25.000 clienti per la vendita di energia…

Leggi tutto…

I cinque CEO delle principali realtà della distribuzione in Europa che hanno costituito l’associazione GD4S, che oltre Italgas comprende Distrigaz Sud Rețele (Romania), Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo), GRDF (Francia) e Nedgia (Spagna), hanno incontrato il direttore generale per l’Energia della Commissione Europea. Al centro del vertice il ruolo delle infrastrutture di distribuzione nel percorso di decarbonizzazione del continente …

Leggi tutto…

Via libera dal CdA del gruppo al progetto finalizzato a valorizzare le attività di vendita del gas e dell’energia elettrica e al rafforzamento della sua presenza nel comparto della distribuzione. La prima parte del percorso servirà a raccogliere le manifestazioni di interesse e le offerte non vincolanti che verranno presentate, entro il prossimo 15 aprile, dagli operatori interessati …

Leggi tutto…