Sorical gestirà il piano di efficientamento idrico dei comuni calabresi

Sarà Sorical il braccio operativo di Regione Calabria per il Cantiere di lavoro Abatemarco, un programma di interventi che ha l’obiettivo di efficientare le reti idriche di una quarantina di comuni calabresi.

Dopo la prima fase dei lavori, Regione Calabria vuole accelerare le operazioni

Un progetto per il quale la Regione ha stanziato un investimento di 68 milioni di euro, finanziato in un primo momento con il Por 2007-2013 e, a seguito dei ritardi attuativi, inserito nella nuova programmazione comunitaria 2014-2020. Progetto che per ora ha visto solo l’avvio della prima fase, con i cantieri aperti nelle città capoluogo di Cosenza, Reggio Calabria, Catanzaro e Vibo Valentia per un investimento di altri 35 milioni. Proprio per accelerare i cantieri della seconda fase, in attesa che si completi la riforma del servizio idrico con l’affidamento della gestione da parte dell’Autorità idrica, regione Calabria ha scelto di affidare la gestione del progetto a Sorical, la società che si occupa della gestione degli schemi idrici di grande adduzione regionale.

Avviare la seconda fase per arginare le principali criticità del sistema idrico calabrese

Seconda fase che interessa i comuni sopra i 5000 abitanti, ma che comprende anche le realtà più piccole che presentano evidenti criticità di sistema: in totale sono circa quaranta i comuni coinvolti, tra i quali i 23 della provincia di Cosenza alimentati dall’acquedotto Abatemarco ai quali si aggiungono altre comunità delle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Lavori che riguardano l’ingegnerizzazione delle reti idriche di distribuzione urbana, inclusi i più rilevanti lavori di manutenzione straordinaria e gli interventi di riordino delle reti funzionali al miglioramento del servizio e alla riduzione delle perdite, il censimento e la gestione amministrativa delle utenze per giungere alla bollettazione bimestrale attraverso misuratori elettronici. Due aspetti, la gestione delle reti e la gestione amministrativa delle utenze, allo stato totalmente inefficienti e non in grado di garantire i flussi per la copertura dei costi di gestione del servizio idrico integrato: le due principali criticità che hanno mandato in tilt il sistema idrico calabrese.


Leggi anche

L’operazione, conclusa in 10 giorni, che ha portato alla posa di 16 km di cavo in alta tensione, è stata eseguita con una speciale nave di Prysmian. L’intervento è parte integrante del nuovo elettrodotto a 150 kV che la società sta realizzando per collegare l’isola alla rete elettrica nazionale e rendere l’infrastruttura più sicura ed efficiente …

Leggi tutto…

Il sistema, realizzato in collaborazione dalla multinazionale dell’energia Engie e il gruppo siderurgico Feralpi con un investimento di 4 milioni di euro, è entrato ufficialmente in esercizio. Ad alimentare la rete una centrale che utilizza il calore recuperato dai processi dell’acciaieria per fornire energia termica a gran parte degli edifici pubblici e ad alcune utenze private, il cui numero è in costante crescita …

Leggi tutto…

Delle risorse, parte delle quali provenienti dal ministero dell’Ambiente, che saranno investite in un arco di 5 anni, beneficeranno 105 comuni della regione per portare avanti interventi di efficientamento della rete di distribuzione, con particolare attenzione alla lotta alle perdite idriche, potenziamento delle fognature e realizzazione di depuratori …

Leggi tutto…

Assegnata a Italgas la gara per la distribuzione gas nell’Atem Valle d’Aosta, che comprende 74 comuni e circa 20.000 punti di riconsegna. La società ha superato le concorrenti Megareti ed Energie des Alpes grazie a un’offerta che prevede il raddoppio della rete, attualmente di 350 km, e del numero delle utenze e diversi interventi di innovazione tecnologica su tutta l’infrastruttura…

Leggi tutto…

Presidente Acque Bresciane Gianluca Delbarba

Presa d’atto del Consiglio Comunale di Ghedi circa il subentro del gestore unico nei servizi di acquedotto, depurazione e fognatura. L’operatività dal 1 gennaio 2020. Saliranno così a 93 i Comuni gestiti da Acque Bresciane…

Leggi tutto…