Settore idrico: il Gruppo Pietro Fiorentini presenta la soluzione integrata alla guida del processo di digitalizzazione

Viviamo tempi duri sotto il profilo ambientale: il cambiamento climatico non è più solo un argomento da slogan, ma è un dato di fatto che stiamo vivendo nella nostra quotidianità. Lo dimostrano i dati di questa estate, quando tutto il nostro paese è stato colpito da una emergenza idrica che ha messo in difficoltà non solo la comunità, ma anche i gestori del servizio.

È quindi necessario chiedersi in che modo è possibile anticipare fenomeni come questo. Cosa possiamo fare nel concreto per avere un presente sostenibile e offrire un futuro migliore alle nuove generazioni?

Agire con consapevolezza è la nostra risposta. Non solo la rete idrica italiana necessita di costante manutenzione, ma un contributo deve arrivare anche dalla comunità che deve prepararsi per un consumo pensato della risorsa.

Il gestore illuminato può contribuire in modo significativo nella riduzione degli sprechi, grazie ad attività come il monitoraggio dei difetti della rete che causano dispersioni, e alla messa a disposizione di strumenti che aiutino il consumatore fornendo dati trasparenti. Tutto questo senza mettere in secondo piano il proprio core business, rendendo le proprie attività sostenibili, perché una corretta governance del business è importante tanto quanto gli effetti che produce:

  1. una migliore gestione della risorsa idrica
  2. un migliore servizio alla comunità.

Senza perdere di vista questi tre obiettivi, sostenibilità di governance, ambientale e sociale, le aziende più virtuose hanno intrapreso il percorso di digital transformation per un’automazione dei processi, beneficiando anche dell’aiuto che gli Enti istituzionali hanno fornito per una maggiore consapevolezza sui nuovi modelli di comportamento e sulle nuove abitudini di consumo.

È ormai noto che la digitalizzazione è un obiettivo nazionale di primaria importanza e occupa un posto rilevante all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, oltre ad interessare il Piano Nazionale Transizione 4.0 che prevede il potenziamento e l’accelerazione delle agevolazioni a fronte di investimenti orientati alla transizione digitale.

La misura è uno dei temi principali in cui la digitalizzazione può apportare un enorme aiuto al gestore del ciclo idrico, impegnato nella governance di ambiti ben differenziati. Ecco perchè un approccio sinergico di condivisione di sistemi ed informazioni tra le diverse aree di business rappresenta un elemento chiave per potenziare il percorso di trasformazione verso la digital water e un’occasione per creare nuovo valore all’interno di un ecosistema energetico digitale.

Il Gruppo Fiorentini propone prodotti e servizi sinergicamente integrati, che massimizzano performance ed efficienza a completo beneficio della collettività. L’esperienza nel settore, applicata nei diversi ambiti gestionali, viene messa a disposizione del Gestore grazie alle soluzioni integrate di Pietro Fiorentini, Fast, Terranova e Arcoda.

La proposta dal Gruppo Pietro Fiorentini è una nuova filiera del valore in grado di offrire soluzioni hardware e software per il controllo completo delle reti idriche in qualunque fase del processo, evitando i problemi di sovrapposizione e integrazione che possono sorgere quando ci si affida a partner non integrati, studiando al contempo anche soluzioni customizzate in base alle necessità specifiche.

Pietro Fiorentini, leader europeo nello smart metering applicato al settore del gas, porta al servizio idrico oltre 80 anni di esperienza e un’offerta completa per la misura dell’acqua finalizzata al monitoraggio e alla riduzione dei consumi, limitando sprechi e inefficienze della rete.

 

Fast offre know-how e tecnologie smart, anche con Intelligenza Artificiale, per il controllo completo digitale delle reti idriche in ogni fase del processo: dalla captazione alla depurazione. Hardware per la regolazione di flusso e pressione delle reti e ricerca perdite. Software sviluppati per l’analisi delle performance e la gestione della rete idrica, la telegestione grazie alla tecnologia IoT e sistemi di analisi dei dati.

 

Terranova è un partner tecnologico abilitante alla trasformazione digitale dei processi core delle utility del servizio idrico. Sviluppa soluzioni software innovative per la governance della trasformazione digitale, garantendo la compliance normativa.

 

Arcoda sviluppa soluzioni specifiche per i gestori di rete, fornendo applicazioni per condividere sullo smartphone degli operatori in campo le informazioni necessarie agli interventi, anche sfruttando le più moderne applicazioni di realtà aumentata.

 

L’obiettivo del Gruppo Pietro Fiorentini è automatizzare i processi legati alla gestione delle reti idriche attraverso la digitalizzazione, ottimizzando risorse, investimenti e gestione dei dati, conseguendo così non solo un importante risultato in termini di business per le aziende, ma soprattutto un vantaggio sociale per la comunità.

 
 


 

 

 


Leggi anche

È un bilancio importante quello dei progetti presentati nel semestre maggio-ottobre dal gestore idrico per beneficiare dei fondi PNRR e FSC finalizzati a migliorare l’intero ciclo idrico in tutta la città. 13 i progetti proposti, che comprendono opere per la riduzione delle perdite, il completamento della distrettualizzazione delle reti, l’ammodernamento dei serbatoi, il potenziamento del sistema fognario e la risoluzione dei problemi di inquinamento dei torrenti…

Leggi tutto…

Rivolta a startup, spin off universitari e PMI, A WAve of innovation è la call internazionale lanciata dalla rete dei 13 gestori idrici della Lombardia per trovare soluzioni innovative in alcune aree nevralgiche per il servizio idrico. Si concluderà a fine novembre e per i vincitori sarà valutata l’implementazione di un progetto pilota in collaborazione con una delle società di Water Alliance …

Leggi tutto…

Saranno messi in gara entro fine anno, per procedere con la consegna per febbraio, i lavori per la sostituzione di un tratto di 3 km della dorsale Fiora che serve il comune del Grossetano. L’intervento, del valore di 1,5 milioni, prevede la posa di nuove condotte in acciaio rivestito che scorreranno in parallelo al tratto da dismettere. Un’opera fondamentale per un territorio alimentato da sorgenti locali che risentono fortemente della siccità…

Leggi tutto…

La necessità di ridurre le perdite idriche, in una situazione di costante rischio siccità, richiede strumenti sempre più smart e digitali, con alti livelli di automazione, che permettono il controllo in tempo reale di pressione e portata. Per la misura e contabilizzazione dei consumi hanno assunto un ruolo decisivo anche gli smart meters, i quali consentono finalmente al gestore di disporre della telelettura e telegestione dei propri contatori….

Leggi tutto…

L’evento di riferimento sul panorama europeo nell’ambito dell’economia circolare,  con un ampio programma di conferenze, workshop e seminari in tema di recupero di materia ed energia e di sviluppo sostenibile. L’acqua, la sostenibilità e il futuro sono protagonisti in diretta da Ecomondo su TVA, la TV di Acquedotto Pugliese. Un ricco palinsesto di programmi informativi con interventi di ospiti ed esperti su temi da non perdere, clicca qui per scoprirlo….

Leggi tutto…