Sicam: nuovi acquedotti in due comuni del mantovano

Proseguono i lavori di Sicam, la società che gestisce il servizio idrico in 21 comuni dell’Alto mantovano. Doterà di reti di distribuzione dell’acqua potabile i comuni di Gazoldo degli Ippoliti e Goito, che ne erano quasi o del tutto privi.

In programma un acquedotto da 3,5 milioni per Gazoldo

Nel primo caso, la società ha programmato l’allaccio all’infrastruttura per il 90% del totale dei circa 3000 abitanti entro la metà del prossimo anno. Il territorio di Gazoldo è infatti del tutto sprovvisto di acquedotto e per la sua costruzione la società ha pianificato un progetto del valore di 3,5 milioni di euro, suddiviso in tre lotti. Il primo, terminato a fine estate dello scorso anno, è costato 1,2 milioni e permesso di realizzare 350 allacciamenti, dando priorità alle scuole e ad altri edifici comunali.

Contributi statali per il progetto

I lavori per il secondo lotto, iniziati a gennaio per un investimento di un milione di euro, sono ora in corso. Lavori che saranno ampliati rispetto al progetto iniziale, grazie a un contributo statale pari a 900.000 euro. Queste risorse permetteranno anche di anticiparne i cantieri e porteranno gli allacciamenti totali a 700. Il terzo lotto, invece, prenderà il via fra circa 3 anni e oltre al completamento dell’allacciamento delle utenze restanti, vedrà interventi nella zona industriale e la realizzazione di una vasca di accumulo per garantire l’affidabilità del servizio anche durante i periodi con consumi elevati.

Anche a Goito completamento della rete entro tre anni

In parallelo procedono i lavori a Goito, dove tutta l’area del paese che sorge alla destra del fiume Mincio è ancora priva di reti di distribuzione. Anche in questo caso l’opera è stata divisa in tre lotti. Il primo è stato completato a gennaio 2018 per un costo di 1,2 milioni e la realizzazione di 300 allacciamenti. Il secondo, per una spesa di un milione, è ora in corso e prevede la realizzazione di altri 300 allacciamenti. Anche a Goito un finanziamento statale di 900.000 euro consentirà di anticipare parte degli interventi previsti nell’ultima fase, con il completamento del collegamento alle utenze delle rimanenti utenze, per le quali occorrerà aspettare però, come nel caso di Gazoldo, circa tre anni.


Leggi anche

Oltre 22 Km di nuova condotta Ponso-Montagnana-Pojana Maggiore e un serbatoio da 10.000 mc, per un investimento di 25 milioni di euro. Pubblicato il bando di gara per realizzare le opere che porranno fine all’emergenza PFAS per Montagnana e l’area berica …

Leggi tutto…

I lavori, durati un anno e realizzati con un investimento di 600.0000 euro, hanno permesso di migliorare le prestazioni ambientali dell’impianto, incrementando l’efficienza e le performance del comparto biologico e della linea fanghi. Adesso il gestore si appresta a bandire la gara, da oltre 300.000 euro, per la realizzazione di un impianto di potabilizzazione per rimuovere arsenico e fluoruri dall’acqua proveniente da un campo pozzi utilizzata durante i mesi estivi…

Leggi tutto…

Si è svolta martedì 10 dicembre 2019 la cerimonia di posa della prima pietra del nuovo headquarters di Gruppo CAP, in via Rimini 32 a Milano. A spiegare meglio le caratteristiche di questa nuova sede, le parole di Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, e Claudio Lucchin, architetto e titolare dello Studio CL&AA che ha progettato l’edificio…

Leggi tutto…

Saranno conclusi entro la prossima estate i lavori di sostituzione delle condotte avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno e della Valdelsa nel centro storico del comune in provincia di Siena. Si tratta di due diversi interventi finalizzati a eliminare le perdite di rete su una porzione di infrastrutture datata. Nel complesso saranno sostituiti più 2 chilometri di rete, con un investimento di oltre 550.000 euro…

Leggi tutto…

Nell’ultima riunione, il Consiglio locale ATERSIR della provincia di Forlì-Cesena ha approvato il programma di interventi da finanziare con la tariffa del servizio idrico per il quadriennio 2020-23. Il piano prevede investimenti per 64,8 milioni di euro, il 7% in più del precedente, dei quali 29 milioni destinati alla manutenzione e alla sostituzione delle condotte obsolescenti…

Leggi tutto…