Siena: nasce l’ambito territoriale per concessione e distribuzione del gas

Il sindaco di Siena, Bruno Valentini, ha convocato per il prossimo 1° ottobre l’assemblea dei Comuni della provincia di Siena, allo scopo di avviare le procedure di gara per la concessione della rete gas nell’intero territorio provinciale, dopo l’incontro informativo e propedeutico tenutosi lunedì 16 settembre in Sala Maccherini di Palazzo Berlinghieri.
La normativa di settore assegna, infatti, ai Comuni la titolarità dei compiti di indirizzo, vigilanza, programmazione e controllo sulle attività di distribuzione e le riforme introdotte dai vari decreti governativi, in particolare quelli del 31 marzo e del 28 ottobre 2011, hanno determinato e individuato, a tale scopo, gli ambiti territoriali minimi (ATEM), in totale 177, nei quali il Comune capoluogo funge da capofila e stazione appaltante.
Non è, infatti, più possibile affidare la concessione del servizio attraverso gare per singoli Comuni e si rende necessario avviare la procedura di gara per l’ATEM di Siena, dal momento che le concessioni esistenti sono comunque scadute ope legis il 31 dicembre scorso e la tempistica prevista per la gara da parte del Ministero dello Sviluppo Economico prevede che il bando di gara, del valore di circa 150 milioni di euro, sia pubblicato entro il mese di settembre 2014.
L’ambito comprende 36 Comuni (di cui 3 non metanizzati) con un territorio di 3.821 kmq e 273mila abitanti; sono quasi 100mila gli utenti serviti dalla rete di distribuzione del gas, che si estende per circa 1.600 km, distribuendo, ogni anno, circa 280 milioni di metri cubi.
Il Comune di Siena, nel suo ruolo di capofila e stazione appaltante, intende predisporre le linee guida della gara per ottenere i migliori risultati possibili sia in termini di infrastrutturazione del territorio, cercando, nei limiti della sostenibilità economica, di completare la rete nelle aree non metanizzate; sia per ottenere azioni migliorative della qualità ambientale con interventi di cogenerazione ottenuti grazie al recupero dei salti di pressione nella rete, con l’incremento degli impianti di distribuzione di gas metano per autotrazione e favorendo, grazie anche all’intervento di agevolazioni quali il conto termico, la riduzione delle emissioni e dei consumi di combustibili fossili.
Si cercherà, in particolare, di portare a zero il costo dei nuovi allacci per gli utenti interessati alle estensioni della rete e di operare per la riduzione del costo delle bollette, ove questo sia compatibile con i costi del gas regolati dall’Autorità competente.
Un incremento dei ricavi per i Comuni interessati potrà, inoltre, essere ottenuto sia a seguito del canone previsto dalla normativa, sia in conseguenza dell’acquisizione al patrimonio dei Comuni di parti delle reti di distribuzione al termine delle diverse concessioni.
Il completamento della gara potrà, quindi, portare a maggiori investimenti sul territorio dell’intera provincia con l’estensione della rete, in modo da servire, ove economicamente sostenibile, anche aree non ancora metanizzate.

Fonte: Siena Free


Leggi anche

Nel corso dell’ultima seduta, l’Assemblea dei Soci di Amag Reti Gas e il Consiglio di amministrazione del Gruppo Amag hanno indicato Andrea Biancato come nuovo amministratore unico di Amag Reti Gas. La nomina ha suscitato reazioni positive da parte del presidente del Gruppo Amag Claudio Perissinotto e dell’amministratore delegato Emanuele Rava….

Leggi tutto…

La multiutility ha concluso l’acquisizione del 70% del capitale sociale di Agesp Energia, società proprietaria e gestore del sistema di teleriscaldamento di Busto Arsizio e attiva anche nella vendita di energia elettrica e gas. L’operazione rientra nelle strategie di evoluzione di crescita sul territorio di Acinque, che ha in programma ambiziosi piani di sviluppo per l’azienda acquisita….

Leggi tutto…

Sarà operativo entro la fine dell’anno, a Finale Emilia (MO), l’impianto BiRemi™ per la distribuzione gas, che trasformerà la rete esistente in una nuova infrastruttura evoluta per la captazione del biometano e la sua ripartizione attraverso la rete di trasporto nazionale. Il progetto, nato dalla partnership tra AS Retigas e Pietro Fiorentini, risponde alle linee guida della delibera ARERA 404/2022/R/gas….

Leggi tutto…

Ireti Gas, società del Gruppo Iren, ha ricevuto da ARERA un finanziamento da 1,9 milioni di euro, come riconoscimento per lo sviluppo di un impianto di “Reverse-Flow” e per un sistema sperimentale di decarbonizzazione delle reti di distribuzione del gas. I contributi verranno reinvestiti in progetti per la gestione e il rinnovamento delle infrastrutture del gas, in un’ottica di transizione energetica….

Leggi tutto…

Medea ha concluso la conversione da GPL a gas naturale della rete della città, una tappa storica nel percorso di metanizzazione dell’isola. I lavori, andati avanti per circa 3,5 mesi, fungeranno da modello operativo per le analoghe operazioni che l’azienda realizzerà nei prossimi anni a Cagliari, Sassari, Oristano e Nuoro. La rete è stata inoltre digitalizzata e pronta ad accogliere anche i gas rinnovabili….

Leggi tutto…