Sinergia tra Alto Trevigiano Servizi e AP Reti Gas per potenziare le reti di Nervesa

È un virtuoso esempio di sinergia tra utility il cantiere per l’ammodernamento e la posa di nuove condotte idriche e del gas nel comune di Nervesa della Battaglia, in provincia di Treviso. Protagoniste ne sono il gestore idrico Alto Trevigiano Servizi (ATS) e quello della distribuzione gas AP Reti Gas. Le due utility hanno coordinato i loro progetti per condurre gli interventi in modo più efficiente, limitando disagi e impatti dei lavori a beneficio dei cittadini.
 

Riorganizzazione della distribuzione idrica

Per quanto riguarda ATS, gli interventi si inseriscono nel piano di ottimizzazione e riorganizzazione delle risorse e reti idriche della parte collinare di Nervesa della Battaglia, la zona di Montello. Il progetto prevede:

  1. la sostituzione di quasi 5 km di condotta in acciaio di differenti diametri
  2. la realizzazione di una nuova rete principale in ghisa sferoidale con tubazioni principali DN150 e secondarie con DN100

La rete verrà divisa in distretti idraulici e verranno realizzati dei pozzetti per l’alloggiamento di riduttori di pressione esterni alla sede stradale, con la posa di un tubo per il passaggio di cavi elettrici. Sono previsti inoltre:

  • il rifacimento di tutti i nodi idraulici
  • il collegamento con le condotte esistenti e la realizzazione di tutti gli allacciamenti di distribuzione alla nuova condotta

Il costo complessivo delle opere è di 900.000 euro.
 

I lavori di metanizzazione

I lavori di AP Reti Gas rientrano invece nel più ampio piano di metanizzazione del territorio realizzati dal Gruppo Ascopiave negli ultimi anni. Piano che ha previsto la posa in totale di 16 km di nuove condotte con un investimento complessivo di 1,8 milioni di euro. Il progetto, partito nel 2020 per concludersi entro la fine di quest’anno, ha interessato diverse aree della cittadini, e ora si concentro sulla zona di Montello.
 

La bonifica bellica

Altra peculiarità degli interventi è legata alla particolarità del territorio di Montello sia di eventi storici sia di conformazione. L’area, situata sulla linea del Piave, fu infatti teatro di violenti scontri nel corso della Prima Guerra Mondiale. Per cui Alto Trevigiano Servizi e AP Reti Gas hanno dovuto provvedere ad effettuare accurate indagini geofisiche per rilevare le aree a rischio bellico delle sezioni di scavo e, quindi procedere alla bonifica. Bonifica affidata a una ditta specializzata e già conclusa.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 

 


Leggi anche

La società italiana si è aggiudicata la gara internazionale per l’acquisizione di Deda Infrastructure, una holding greca che controlla i tre principali operatori della distribuzione gas in Grecia. Gara nella quale Italgas ha superato la concorrenza di grandi fondi infrastrutturali da tutto il mondo. L’operazione del valore di 730 milioni di euro sarà conclusa entro fine anno …

Leggi tutto…

Con la firma di un nuovo accordo, Edison e Snam si uniscono a Saipem e Alboran per sviluppare congiuntamente la realizzazione di tre impianti di produzione di idrogeno verde per complessivi 220 MW in Puglia nelle aree di Brindisi, Taranto e Cerignola (Foggia). Il progetto di Brindisi ha già avviato l’iter autorizzativo…

Leggi tutto…

La multiutility si è aggiudicata la gara per la gestione nel servizio per i prossimi 12 anni nell’ATEM che comprende la città di Udine e 17 comuni della sua provincia. Gara del valore di 115 milioni, che la società, controllata interamente da Gruppo Hera, ha vinto grazie a una proposta in grado di conciliare efficienza di gestione, alti standard di sicurezza, innovazioni nell’asset management, sostenibilità ambientale e investimenti per oltre 80 milioni. …

Leggi tutto…

A dirlo i dati della “Relazione annuale sullo stato dei servizi” relativa all’anno 2020 dell’ARERA che sottolineano come la società del gruppo Estra controlla le proprie reti 3,5 volte in più di quanto previsto dalla normativa. Le dispersioni rilevate sono 2 per chilometro di rete e molto basse sono anche le dispersioni segnalate dagli utenti….

Leggi tutto…

Altri 12 comuni del Nord dell’isola sono ora serviti dal metano. La società ha concluso le operazioni di conversione delle infrastrutture da GPL a gas naturale nel Bacino 7 e nel Bacino 9. I lavori hanno interessato circa 170 chilometri di reti, alimentati da 10 depositi criogenici di GNL, che servono in totale 1400 utenze, per le quali Medea ha provveduto anche a sostituire i vecchi contatori con smart meter di ultima generazione. …

Leggi tutto…