Smart metering BrianzAcque: è il momento di Monza

È arrivata a Monza la campagna di BrianzAcque per la sostituzione dei misuratori idrici. Un progetto su vasta scala, denominato Conta su di me, che vedrà la sostituzione in totale di 160.000 contatori di vecchia generazione con misuratori più nuovi e performanti in tutto il territorio servito.
 

Le due fasi del progetto a Monza

Per quanto riguarda la città di Monza, il piano ha preso il via alla fine dello scorso mese di ottobre e vedrà la sostituzione di 8.264 apparecchi a fronte di 9.431 utenze complessive.

Il programma si svolgerà in due distinte fasi

  1. La prima è un progetto pilota di smart metering che interesserà 1.000 misuratori e si concluderà entro fine anno. Al posto dei vecchi misuratori verranno installati nuovi modelli dotati di modulo applicato per la trasmissione radio su rete fissa LoRaWan. Questo è il nome della tecnologia di comunicazione utilizzata, che permette di trasmettere a un software centralizzato le letture e l’allarmistica di ogni singolo contatore.
  2. La seconda fase del progetto prenderà invece il via nel 2023. In questo nuovo step verrà sostituita la parte restante di misuratori con la tecnologia smart più avanzata, individuata sulla base del progetto pilota sviluppato nella prima fase.
     
Già sostituiti 35.000 misuratori in Brianza

Ludovico Mariani, direttore area tecnica di BrianzAcque commenta:

«Anche a Monza, come recentemente avvenuto in altre zone della Brianza, sperimenteremo una delle tecnologie di smart metering disponibili per valutarne l’applicabilità in un contesto fortemente urbanizzato come quello del capoluogo brianzolo. Le informazioni e i dati raccolti da questo progetto pilota saranno utili per una prossima applicazione generalizzata della misurazione dei consumi idrici da remoto».

Avviato nel 2019 per protrarsi fino al 2027, il programma coprirà tutte le utenze dei 56 comuni dell’ambito gestito dall’utility. L’obiettivo sarà di innovare ed efficientare il servizio di rilevazione dei consumi idrici. Al momento, il numero dei contatori di nuova installazione è di oltre 35.000.

 


Leggi anche

Gli elementi in calcestruzzo nelle opere urbane rappresentano un grosso investimento e risultano onerose. Effettuare modifiche, adattamenti e gettare in loco elementi speciali richiedono tempi lunghi, maestranze specializzate e costituiscono disagi agli utenti. Ogni giorno lo staff tecnico della Favaro Vito lavora per creare soluzioni e sviluppare i prodotti Lineaverde in calcestruzzo fibrorinforzato. Leggi l’articolo completo pubblicato sul magazine edizione luglio-agosto….

Leggi tutto…

AqA dal primo aprile di quest’anno è il nuovo gestore del servizio idrico integrato di oltre 300mila abitanti in 40 comuni della provincia di Mantova. La Società del Gruppo Tea nasce dalla fusione di Tea Acque e AqA Mantova. È un progetto che parte da lontano in cui la fusione tra le due anime idriche di Tea ha l’obiettivo di ottimizzare l’organizzazione del servizio in sé, ma anche di compiere un lungo passo in avanti nella direzione del gestore unico provinciale, di cui AqA è società veicolo come definito dagli enti competenti….

Leggi tutto…

Concepiti nella linea produttiva Factory 4.0 di DAB, i prodotti della linea Evosta rappresentano la sintesi perfetta tra la robustezza del circolatore meccanico e i vantaggi di quello elettronico. La cartuccia anticalcare si prende cura del motore in modo ottimale, riducendo drasticamente i tempi e i costi di manutenzione. Una grande attenzione è posta al risparmio energetico…

Leggi tutto…

Pensare in ottica di CSR – Corporate Social Responsibility – integrando le quattro dimensioni, sociale, economica, ambientale e di Governance nel piano di sviluppo aziendale è un lavoro ambizioso che, come ogni grande impegno, necessita di perseveranza, condivisione e trasparenza. Questa è la sfida abbracciata da Maddalena….

Leggi tutto…

Varato dall’Autorità Umbra per Rifiuti e Idrico (AURI), il piano Umbria resiliente prevede una serie di opere che permetteranno di ottimizzare la gestione e la tutela della risorsa idrica e garantire la sicurezza degli approvvigionamenti idrici in tutta la regione. Messo a punto con i tre gestori Umbra Acque, Umbra Valle Servizi e Servizio Idrico Integrato, si articola su otto progetti, per un valore di 8 milioni di euro…

Leggi tutto…