Smat presenta il nuovo piano di interventi per il comune di Ciriè

Sostituzione delle reti idriche e costruzione di un collettore per il convogliamento dei reflui. È quanto prevede il piano di interventi messo a punto da Smat per il comune di Ciriè (Torino). Opere per un valore di circa 2 milioni di euro che rappresentano il secondo lotto dei lavori che la società, che gestisce il servizio idrico a Torino e in quasi 300 comuni della sua provincia, porta avanti su questo territorio e seguono i lavori conclusi nel 2017 che avevano visto la realizzazione delle reti fognarie a servizio delle borgate Marietta, Bertolone dei Prati e San Pietro.

Più nel dettaglio, il nuovo lotto, che prenderà il via per la fine di quest’anno, comprende la sostituzione di 3280 metri di condotte idriche in cemento-amianto con nuove condotte in ghisa sferoidale. Le nuove condotte seguiranno fedelmente il tracciato di quelle esistenti e garantiranno una migliore capacità di portata passando da 80 a 100 mm di diametro.

In contemporanea sarà avviata la costruzione di un collettore fognario che allaccia borgate e insediamenti posti a Sud Ovest del centro urbano di Ciriè, ad oggi privi di fognatura, a monte della Strada Provinciale per Robassomero. Il collettore avrà un’estensione complessiva di circa 3.500 metri e, in una logica di ottimizzazione gestionale dell’impianto, si immetterà nel collettore consortile diretto all’impianto di depurazione centralizzato dove i reflui verranno trattati.

«Le nuove opere rientrano in un piano più generale di infrastrutturazione del territorio ciriacese – ha commentato Paolo Romano, presidente di Smat -. Si tratta di un intervento importante per i residenti e per le attività delle frazioni, che potranno disporre di una rete idrica e di un sistema fognario molto più esteso e capillare».


Leggi anche

L’appuntamento annuale H2O Utilities Forum, si svolgerà in modalità webinar, permettendo alla comunità del Settore Idrico di confrontarsi su elementi di valore per la progettazione di servizi sempre più di qualità, seppur nella complessità di questo momento storico. Lo scambio di conoscenze e la presentazione di best practice permetterà di individuare, secondo criteri di sostenibilità sociale, economica e ambientale, la migliore strategia per la salvaguardia della risorsa Acqua….

Leggi tutto…

Al via per il terzo anno consecutivo la gara congiunta dei gestori pubblici dell’acqua di Lombardia e Piemonte per la fornitura di energia elettrica da fonti rinnovabili. L’importo è di 139 milioni di euro circa…

Leggi tutto…

L’assemblea dei soci della società, che amministra gli asset idrici e della distribuzione gas di 30 comuni della provincia di Forlì-Cesena, ha dato l’ok al bilancio 2019, che porta nelle casse dei comuni soci 2,2 milioni di dividendi. Importanti anche gli investimenti realizzati, pari a 20 milioni. Ora la società punta ad allargare il raggio d’azione all’illuminazione pubblica, per renderla più efficiente e sostenibile …

Leggi tutto…

I lavori, avviati a metà marzo e conclusi un mese dopo, hanno interessato un tratto fuori terra della condotta del Mille che approvvigiona la città. L’intervento si è reso necessario perché la condotta, già molto deteriorata, ha subito un ulteriore danneggiamento in una sua curva, che metteva a rischio la continuità del servizio. I tecnici sono intervenuti realizzando dei pezzi speciali su misura che poi hanno applicato alla tubazione mettendola in sicurezza…

Leggi tutto…

Grazie al protocollo messo a punto nell’ambito del consorzio Viveracqua, che prevede lo sviluppo di un piano anti-contagio per ogni singolo intervento, riprendono in piena sicurezza i lavori bloccati per via dell’emergenza sanitaria. Si tratta in totale di 62 interventi, tra i cantieri da riavviare e quelli in consegna per un valore complessivo di oltre 59 milioni di euro…

Leggi tutto…