SMAT: pronti i cantieri per la fogna bianca di Borgo Dora a Torino

Partirà a metà giugno il cantiere per la messa in sicurezza di Borgo Dora, storico rione del quartiere Aurora a Torino. Si tratta della fase conclusiva delle opere di sistemazione della rete di fognatura bianca, programmate da SMAT il gestore idrico torinese. Il progetto prevede un insieme di interventi che dovrebbero mettere fine al problema degli allagamenti che, in particolare nella stagione estiva, a seguito di forti temporali colpiscono la parte più bassa del quartiere. Dopo una serie di lavori eseguiti circa due anni fa, ora i nuovi cantieri interesseranno l’area che da piazza Borgo Dora si spinge fino all’Arsenale della Pace. Un perimetro finito diverse volte sotto acqua.

 

Opere per 5 milioni di euro

Il progetto, messo a punto da SMAT in collaborazione con il Politecnico di Torino, prevede diversi interventi, per un valore complessivo di oltre 5 milioni di euro. In primo luogo, si provvederà al potenziamento della rete fognaria nel secondo tratto di via Borgo Dora, con la posa di condutture di maggior diametro. Successivamente verranno realizzati due nuovi sollevamenti per il rilancio delle acque piovane verso la Dora Riparia. Altra opera importante sarà la posa di un nuovo tratto di condotta nel Vicolo dei Molassi per la raccolta e il convogliamento delle acque bianche. A corredo di questi interventi principali nelle strade limitrofe a via Borgo Dora saranno realizzate nuove griglie di raccolta dell’acqua piovana.

 

Lavori pronti a partire

Approvato da tutti gli organi competenti, il progetto esecutivo è stato posto in gara d’appalto ad evidenza pubblica e aggiudicato con un ribasso del 24%. Attualmente, si sta provvedendo alle verifiche amministrative, con l’intenzione di dare il via al cantiere a metà giugno. Il termine previsto per la conclusione dei lavori è il mese di febbraio del prossimo anno.

Intanto la società, con gli uffici della Circoscrizione 7, sta cercando nuovi spazi nei quali spostare le attività che si svolgono nell’area dei cantieri. Si tratta in particolare del mercato rionale e del Gran Balon, lo storico mercato dell’antiquariato, del vintage e del collezionismo della città di Torino che si svolge dal 1985 ogni seconda domenica del mese.

 


Leggi anche

Xylem, leader mondiale nelle tecnologie per gestione dell’acqua, ha presentato alla fiera internazionale IFAT Monaco, « Xylem Vue », una piattaforma di soluzioni digitali integrate che – combinando tecnologie, sistemi e servizi intelligenti all’esperienza di oltre 100 anni nella risoluzione dei problemi legati all’acqua – consente alle utility di ottenere risultati rivoluzionari nel servizio alle loro comunità….

Leggi tutto…

Alla luce dell’aumento della popolazione e della domanda di nuove abitazioni è sempre più pressante la necessità di trovare strumenti innovativi per identificare e risolvere i problemi nelle reti fognarie e di distribuzione dell’acqua potabile. Grazie ai gemelli digitali e ai modelli di dati 3D, gli addetti al servizio clienti vengono immediatamente avvisati di eventuali anomalie all’interno della rete e possono localizzare facilmente le interruzioni dell’erogazione….

Leggi tutto…

Martedì 21 giugno, durante la live demo di 45 minuti circa organizzata in collaborazione con Servizi a Rete, l’esperto VEGA Alessio Cannizzo mostrerà come rendere sicuri i processi delle acque reflue, comprese le soluzioni ATEX più semplici.
Clicca qui per riservare il tuo posto

Leggi tutto…

Con un investimento di 5 milioni di euro, il gestore idrico ha dato il via a un importante progetto di razionalizzazione del sistema di raccolta e trattamento dei reflui in una porzione della bassa Lomellina. Il progetto prevede la posa di un nuovo collettore fognario dell’estensione di 15 chilometri a servizio di cinque centri abitati che porterà i reflui al depuratore di Sannazzaro de’ Burgondi, la cui capacità di trattamento sarà potenziata…

Leggi tutto…

La società ha concluso gli interventi di ammodernamento e potenziamento dei due impianti entrati in funzione nel 1980. Gli interventi sono stati realizzati con un investimento complessivo di 8,1 milioni di euro, dei quali 2,6 per il depuratore di Nibionno e 5,5 per quello di Valmadrera. Quest’ultimo, che già tratta i reflui di 12 comuni, è stato potenziato per accogliere anche i reflui di Oliveto Lario e della frazione Civenna del comune di Bellagio…

Leggi tutto…