Smat tra i partner del progetto europeo CALLISTO

C’è Smat tra i 16 partner che il Centro Satellitare dell’Unione Europea ha selezionato nel mondo dell’industria, dell’università e delle piccole e medie imprese nel progetto CALLISTO (Copernicus Artificial Intelligence Services and data fusion with other distributed data sources and processing at the edge to support DIAS and HPC infrastructures).

Com’è nato il progetto

Finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020, il progetto è nato per superare un’evidente difficoltà. Si intende la gestione della gran mole e dell’eterogeneità dei dati satellitari ottenuti dal programma europeo di osservazione terrestre COPERNICUS. Problematica che si intende superare attraverso l’impiego dell’Intelligenza Artificiale. Quest’ultima permetterebbe di sviluppare una piattaforma dati che favorisca il monitoraggio delle attività umane e ambientali, in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Progetto CALLISTO applicato al settore idrico

Il progetto pilota interesserà diversi settori operativi, tra i quali il comparto idrico. Il settore idrico avrà come protagonista Smat, che si avvarrà dai dati satellitari per il monitoraggio dei bacini di acqua.

In questo settore CALLISTO aiuterà a individuare tempestivamente eventuali fenomeni di inquinamento, permettendo quindi di intervenire altrettanto rapidamente per effettuare i necessari processi di trattamento. In questo modo, i gestori del servizio potranno garantire la qualità dell’acqua distribuita anche in momenti di crisi.

Più nello specifico, le riserve monitorate dalla società, che gestisce il ciclo idrico a Torino e provincia, saranno i due bacini di lagunaggio situati a La Loggia. Una risposta concreta alle strategie di prevenzione strutturale, realizzati dall’azienda per fronteggiare gli eventi emergenziali come siccità o alluvioni alla luce soprattutto dei cambiamenti climatici.

Il sistema di lagunaggio

Il sistema di lagunaggio consente infatti di creare un’importante riserva idrica, prelevando l’acqua del fiume destinata alla potabilizzazione, a circa 7 km a monte dell’opera di presa. In questo modo si evita il passaggio in zone eccessivamente antropizzate. L’acqua viene fatta stazionare dai 7 ai 50 giorni in due bacini naturali con capacità complessiva di 7 milioni di metri cubi d’acqua, prima di essere immessa negli impianti di potabilizzazione.

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 

 

 


Leggi anche

Presso il Polo tecnologico di telecontrollo a Forlì, la multiutility ha presentato un sistema innovativo in grado di fornire in tempo reale previsioni sullo stato futuro di funzionamento della rete, consentendo di prevenire con cura e precisione eventuali criticità e ottimizzarne il funzionamento. Si tratta di Smart Water Modelling, un’applicazione in grado di limitare al massimo disagi e sprechi…

Leggi tutto…

CMC Labs, CETMA e Politecnico di Bari si sono aggiudicati l’appalto pre-commerciale della Regione Puglia, con il progetto Wisewater, un sistema wireless per il rilevamento delle perdite idriche ed il monitoraggio delle condotte, in risposta a un grave problema che interessa i servizi idrici: la notevole differenza tra la quantità di acqua immessa nel sistema di distribuzione e la quantità di acqua effettivamente fatturata ai consumatori…

Leggi tutto…

AcegasApsAmga sta utilizzando un innovativo mezzo per l’ispezione delle sue reti: un’auto dotata di un sistema che effettua l’analisi della composizione dell’aria a livello del terreno, individuando così l’eventuale presenza di fughe di gas dalle condotte. Lo scorso anno il veicolo ha controllato più di 1.800 km di rete in alta pressione e 765 in media e bassa a Udine e provincia, rilevando 24 perdite…

Leggi tutto…

La società del Gruppo Hera gestirà, con la Provincia di Teramo, i progetti di riqualificazione dell’illuminazione pubblica nei comuni di Bellante, Civitella del Tronto, Colonnella, Controguerra, Giulianova, Martinsicuro e Tortoreto. Si tratta, complessivamente, di oltre 19.400 punti luce, con un risparmio energetico medio di oltre il 65% rispetto allo stato di partenza degli impianti. Tra le opere previste anche servizi smart, come videosorveglianza, access point, colonnine di ricarica per veicoli elettrici e totem multimediali…

Leggi tutto…

Alla Fiera di Cagliari si è tenuta la ventesima Conferenza nazionale della Federazione delle Associazioni scientifiche per le informazioni territoriali. In occasione dell’apertura dell’evento, è intervenuto l’assessore all’Urbanistica Cristiano Erriu che, nel suo discorso, ha sottolineato l’importanza della conoscenza e della condivisione delle informazioni per la salvaguardia e prevenzione dei disastri idrogeologici…

Leggi tutto…