Snam e Microsoft: cloud e IoT per una rete gas più efficiente e sostenibile

Si rafforza la collaborazione tra Snam e Microsoft finalizzata allo sviluppo di soluzioni per favorire l’evoluzione digitale delle reti energetiche grazie al cloud e all’Internet of Things (IoT). Le due società, nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso anno, hanno iniziato a mettere a punto un’infrastruttura “hybrid cloud” che consentirà a Snam di contare su una maggiore capacità di elaborazione dei dati e sull’IoT per gestire l’infrastruttura di trasporto gas in modo sempre più efficiente e flessibile. Vi saranno benefici sia dal punto di vista dell’affidabilità e della sicurezza sia in ottica di transizione energetica.

Entro il prossimo autunno nascerà un’architettura digitale

in grado di erogare da cloud alcuni servizi, tra i quali gli applicativi commerciali a servizio degli utenti del sistema gas. Fungerà anche da piattaforma per l’integrazione di sistemi di IoT, intelligenza artificiale e machine learning che renderanno il network infrastrutturale di Snam sempre più intelligente.

Il passaggio all’hybrid cloud

per il quale Snam si avvarrà di Azure, consentirà di acquisire, processare e valorizzare una maggior mole di dati, rendendo possibili, per esempio, operazioni di manutenzione predittiva e analisi previsionali della domanda di energia con reti neurali.

Del resto la digitalizzazione è uno dei pilastri del programma SnamTec per l’innovazione e la transizione energetica, nella quale Snam investe 1,4 miliardi di euro all’interno del piano di investimenti al 2023 da 6,5 miliardi. Il programma prevede iniziative finalizzate a

  • Incrementare l’efficienza delle attività tradizionali. L’obiettivo è quello di abbattere del 40% le emissioni di metano e di CO2 (rispettivamente entro il 2025 e il 2030)
  • Dare impulso ai nuovi business dell’efficienza energetica, del biometano, dell’idrogeno e della mobilità sostenibile.
La dichiarazione di Claudio Farina, executive vice president digital transformation & technology di Snam

«La digitalizzazione dell’infrastruttura è essenziale per rendere Snam protagonista della transizione energetica, permettendole di contribuire a un nuovo modello di sviluppo sostenibile a beneficio di tutti gli stakeholder e dei territori nei quali opera».

La collaborazione con Microsoft e lo sviluppo di queste tecnologie, abbinate alle competenze dei lavoratori, sono tasselli chiave dell’evoluzione di Snam.


Leggi anche

La centralità di questo combustibile nel processo di decarbonizzazione del Continente è sottolineata dall’ultimo elenco dei Progetti di interesse comune per la rete di interconnessione energetica europea. Progetti che possono accedere ai finanziamenti dell’Unione e che comprendono ben 32 opere che riguardano le infrastrutture gas. Di queste ben 6 sono italiane…

Leggi tutto…

In attesa che si completi la riforma del servizio con l’affidamento delle gestioni, Regioni Calabria ha scelto Sorical, la società che gestisce i grandi sistemi di adduzione regionale, per realizzare il programma di interventi di efficientamento e ingegnerizzazione delle reti di distribuzione. Il progetto interessa circa quaranta comuni ed è sostenuto da un investimento di 68 milioni di euro…

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Comunicato stampa – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale. …

Leggi tutto…

La società ha acquisito la partecipazione residua del precedente gestore Giemme Gestione Multiservice, e ora è il gestore unico del servizio nel comune lombardo. La rete di teleriscaldamento di Cinisello serve 18.000 abitanti, fornendo circa 50 GWh termici all’anno, garantendo una riduzione di oltre il 25% di emissioni di CO2 e NOx rispetto alle tradizionali caldaie…

Leggi tutto…