Snam ed Hera insieme per lo sviluppo dell’idrogeno

È all’insegna dell’idrogeno la partnership che si accinge a nascere tra Snam ed Hera. Le due realtà hanno infatti annunciato la firma di una lettera di intenti per la sperimentazione e la realizzazione di soluzioni che rispondano alle esigenze di decarbonizzazione del territorio emiliano-romagnolo in maniera trasversale, dalle realtà produttive fino alla mobilità e ai singoli cittadini.

Collaborazione sulla tecnologia del power-to-gas

L’accordo include infatti diversi ambiti di azione. A partire dalla collaborazione sulla tecnologia del power-to-gas. A questo riguardo presso il depuratore di Hera di Bologna Corticella è in fase avanzata la progettazione di un innovativo impianto che permetterà di trasformare l’eccesso di energia elettrica rinnovabile in idrogeno verde da immettere nelle reti, sfruttando l’acqua depurata e ritornando nel processo di depurazione delle acque ossigeno, biogas e fanghi.

Applicazione dell’idrogeno per usi termici

Sempre in ambito industriale, le due società studieranno l’applicazione dell’idrogeno per usi termici nei settori più energivori e con processi difficilmente elettrificabili.

Estrarre idrogeno dall’acqua

Tra le altre opzioni, è allo studio la realizzazione di impianti per estrarre idrogeno verde dall’acqua, usando l’energia rinnovabile generata dai termovalorizzatori del Gruppo Hera. Soluzioni che permetterebbero di decarbonizzare settori industriali quali la produzione di fertilizzanti e dei carburanti.

Immissione miscela di gas naturale e idrogeno nella rete

Un’altra possibile sperimentazione congiunta potrà riguardare l’immissione di una miscela di gas naturale e idrogeno in una porzione di rete di distribuzione della multiutility in Emilia-Romagna, come già fatto da Snam sulla propria rete di trasmissione. Protagonista di questa sperimentazione sarà la rete gas di Modena.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

Con un investimento di 3,5 milioni di euro sarà realizzata la metanizzazione della Piana Reatina, un’opera attesa dal 2012. Il progetto elaborato da Centria e approvato la scorsa estate dal Comune di Rieti è suddiviso in 4 lotti e prevede la posa di 25 km di condotte. Alla sua conclusione, prevista fra circa un anno, saranno oltre 350 i nuclei familiari ai quali sarà esteso il servizio di distribuzione….

Leggi tutto…

La sicurezza e l’affidabilità delle infrastrutture, le tecnologie digitali per la loro gestione, la distribuzione dei gas rinnovabili, la tecnologia del Power to gas. Sono diversi gli ambiti sui quali si svilupperà la collaborazione tra Italgas e Jemena, operatore energetico australiano, che gestisce 25.000 km di rete nel New South Wales. Una partnership che guarda al futuro della distribuzione gas…

Leggi tutto…

L’aggiudicazione dell’Atem Torino 1 permette alla società di dare continuità al servizio di distribuzione gas nel territorio nel quale è nata e dove opera da quasi due secoli. Soprattutto, di attivare un piano di investimenti per 330 milioni di euro, per ammodernare 340 km di rete, estendere l’infrastruttura alle aree non ancora raggiunte dal servizio, installare 250.000 smart meter di nuova generazione e dare un contributo alla decarbonizzazione del trasporto locale….

Leggi tutto…

Con l’ok da parte dell’amministrazione comunale al progetto del valore di 12,6 milioni di euro messo a punto dal gestore BA.SE si sblocca il processo per arrivare alla completa metanizzazione di Bagheria. Un iter partito nel 2006 e poi interrottosi. Un’opera attesa da anni per la quale ora il gestore potrà partecipare a bandi e ricercare finanziamenti o cofinanziamenti pubblici indispensabili per la sua realizzazione. …

Leggi tutto…

La società del Gruppo Italgas ha completato la conversione della rete a servizio del comune sassarese, prima alimentata a GPL, e messo in esercizio un deposito criogenico di gas naturale liquefatto che la alimenta. L’operazione segue a quelle già realizzate a Putifigari, Berchidda e Ittireddu. A breve saranno completate anche le conversioni delle reti di Urzulei e, entro fine aprile, di Perdasdefogu, Usini, Uri e Ozieri…

Leggi tutto…