Snam: partnership con De Nora per rafforzarsi nell’idrogeno

Rafforzarsi nelle tecnologie sull’idrogeno, ma non solo. Risponde a questo obiettivo l’accordo siglato da Snam con i fondi gestiti da Blackstone Tactical Opportunities per l’acquisizione del 33% di Industrie De Nora, società italiana all’avanguardia nel campo delle energie sostenibili e nelle tecnologie per il trattamento delle acque. L’operazione sarà perfezionata nel primo trimestre dell’anno prossimo, sulla base di un Enterprise Value del 100% di De Nora. L’investimento è stato valutato circa 1,2 miliardi di euro.

Industrie De Nora

Fondata nel 1923, Industrie De Nora offre soluzioni sostenibili per vari processi industriali. Ha rilevanti prospettive di crescita grazie all’esposizione a due mega-trend della transizione energetica, in particolare la produzione di idrogeno verde e il trattamento delle acque. Per quanto riguarda l’idrogeno, l’azienda, che ha sede a Milano, ha il suo punto di forza nella produzione di elettrodi per applicazioni industriali elettrochimiche. La società ha lanciato nel campo una nuova generazione di elettrodi, essenziali per accrescere le performance e la competitività dell’idrogeno prodotto attraverso elettrolisi alcalina.

I maggiori partner 

Inoltre, in sinergia con il business degli elettrodi, De Nora detiene una partecipazione del 34% in thyssenkrupp Uhde Chlorine Engineers, tra i leader mondiali nello sviluppo, assemblaggio e installazione di elettrolizzatori alcalini e nella produzione di cloro e soda caustica, soluzioni impiegate in diversi grandi progetti globali nell’idrogeno. In più, vanta importanti collaborazioni con operatori del settore delle fuel cell e in particolare dal 2016 con AFC Energy PLC, produttore britannico specializzato in celle a combustibile alcaline.

Ma l’azienda è anche tra i maggiori operatori nel campo delle tecnologie per il trattamento delle acque. In particolare disinfezione e filtrazione, e per la protezione catodica. Entrambi sono comparti oggetto di potenziali sinergie con Snam per le attività della controllata Snam4Environment. La società è attiva nel biometano e nei servizi ambientali, idrici e per il trasporto gas.

Le opportunità per Snam

La partnership con De Nora consente a Snam di accrescere il proprio posizionamento tecnologico. Così la società diverrebbe sempre più competitiva nei nuovi progetti per lo sviluppo dell’idrogeno. Senza dimenticare che gli elettrolizzatori alcalini sono complementari agli elettrolizzatori a membrana nei quali è specializzata ITM Power, società con la quale Snam ha di recente sottoscritto un accordo di collaborazione.

La nuova piattaforma di Energy Innovation

De Nora, pertanto, rappresenta un potenziale primo asset per una nuova piattaforma di investimento nella transizione energetica. L’obiettivo di questa nuova piattaforma è rispondere al crescente interesse nella transizione energetica e nella decarbonizzazione. Snam sarebbe anchor investor della piattaforma che potrebbe essere lanciata nel corso del prossimo anno. La piattaforma si focalizzerà su un numero limitato di aziende mature all’avanguardia nell’Energy Innovation ed esposte ai mega-trend della transizione energetica e della decarbonizzazione.

Il commento di Marco Alverà, amministratore delegato di Snam

«La partnership strategica con un’azienda italiana di eccellenza, innovatore globale nelle tecnologie sostenibili e con importanti prospettive di sviluppo nell’idrogeno, è un’opportunità unica per rafforzare il ruolo di Snam nella transizione energetica. La partnership con De Nora ci permetterà di essere leader nello sviluppo dell’idrogeno verde, che sta diventando un elemento chiave della decarbonizzazione in Italia, in Europa e in molti paesi del mondo. Grazie a questa operazione e alla nuova piattaforma di Energy Innovation, potremo accrescere la nostra esposizione a nuove tecnologie green rimanendo focalizzati sul nostro core business, dando un contributo al raggiungimento degli obiettivi globali di zero emissioni nette».

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle iniziative, attività e news di settore, iscriviti ora alla newsletter di Servizi a Rete

 
 


Leggi anche

Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano prosegue sulla strada dell’economia circolare aderendo al progetto NO.W! “NO Waste” e permettendo alle persone dell’azienda di acquistare a prezzo scontato prodotti buoni ma non più vendibili nei circuiti della grande distribuzione e provvedendo a trasformare in energia quelli ormai giunti a fine ciclo…

Leggi tutto…

verde aqva 2

Si chiama Verde Aqva | Docendo Discimus ed è il progetto capillare per la sensibilizzazione sui temi dell’acqua pubblica e del plastic free che coinvolge oltre 50.000 fra studenti e docenti di 180 scuole elementari, medie e superiori, oltre 20 Biblioteche pubbliche e le sedi municipali dei 30 Comuni di Forlì-Cesena….

Leggi tutto…

La società, con il socio di riferimento Consiag Prato, ha acquisito il 10% di Bisenzio Ambiente, azienda proprietaria di un impianto di trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi allo stato liquido e fangoso pompabile, con la prospettiva di salire al 100% entro il 2026. L’operazione segue ad altre due realizzate nello stesso comparto, quella di Ecolat Grosseto, con il conseguente ingresso in Sei Toscana e di Ecos …

Leggi tutto…

Sarà completato nel 2022 l’impianto di biodigestione che consentirà ad Alia Servizi Ambientali, che gestisce i servizi di igiene ambientale nell’ATO Toscana Centro, di produrre biometano dalla frazione organica dei rifiuti. L’impianto, che sarà il più grande d’Italia con questa tecnologia, sarà realizzato con un investimento di 30 milioni e permetterà di ottenere 11 milioni di metri cubi di gas green all’anno, attraverso il trattamento di 160.000 tonnellate di rifiuti organici….

Leggi tutto…

Sono 7 i focus sulle best practice della water utility lombarda, protagoniste dell’evento annuale dedicato all’innovazione industriale e all’economia circolare che quest’anno diventa full digital. Tra i temi affrontati durante l’evento: digitalizzazione, simbiosi industriale, riutilizzo delle acque depurate. Doppio appuntamento sulla Biopiattaforma di Sesto San Giovanni, il primo polo green e carbon neutral in Italia per il riutilizzo dei fanghi di depurazione e della FORSU in biometano, energia pulita ed eco-fertilizzanti. …

Leggi tutto…